• Luglio 20, 2024

Resta nel sito di iniezione dicevano… Spike rilevata nel cervello e nel cuore in un uomo deceduto dopo (*).  Case report sottoposto a peer-review e pubblicato sulla rivista “Vaccines”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Questo case report riguarda un uomo di 76 anni con malattia di Parkinson (PD) morto tre settimane dopo aver ricevuto la sua terza vaccinazione COVID-19. 

Il paziente era stato vaccinato per la prima volta a maggio 2021 con il vaccino vettore ChAdOx1 nCov-19 ( AstraZeneca)seguito da due dosi del vaccino mRNA BNT162b2 ( Pfizer) a luglio e dicembre 2021.

La famiglia del defunto ha richiesto un’autopsia a causa di segni clinici ambigui prima della morte. 

La malattia di Parkinson è stata confermata dagli esami post mortem. Inoltre, erano evidenti segni di polmonite da aspirazione e arteriosclerosi sistemica

Tuttavia, le analisi istopatologiche del cervello hanno portato alla luce reperti precedentemente insospettati, tra cui vasculite acuta (prevalentemente linfocitaria) e encefalite necrotizzante multifocale di eziologia sconosciuta con infiammazione pronunciata inclusa reazione gliale e linfocitica. Nel cuore, erano presenti segni di cardiomiopatia cronica, miocardite e vasculite linfo-istiocitica acuta lieve. 

Sebbene non vi fosse alcuna storia di COVID-19 per questo paziente, è stata eseguita l’immunoistochimica per gli antigeni SARS-CoV-2 (proteine ​​​​spike e nucleocapside). 

Sorprendentemente, è stato possibile rilevare solo la proteina spike ma nessuna proteina nucleocapside all’interno dei focolai di infiammazione sia nel cervello che nel cuore, in particolare nelle cellule endoteliali dei piccoli vasi sanguigni. 

Poiché non è stato possibile rilevare alcuna proteina nucleocapside, la presenza della proteina spike deve essere attribuita alla vaccinazione piuttosto che all’infezione virale. I risultati confermano precedenti segnalazioni di encefalite e miocardite causate da vaccini COVID-19 basati su geni.


Link allo studio: https://www.mdpi.com/2076-393X/10/10/1651

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Bourla scappa e non testimonierà davanti al panel COVID del Parlamento europeo

Read Next

Bambini africani costretti a mangiare vermi e termiti come parte di un esperimento sostenuto dal governo britannico

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO