• Giugno 14, 2024

Scozia – Tampone Covid ogni volta che si incontra la famiglia e gli amici

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


 Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon ha chiesto agli scozzesi di testarsi continuamente per COVID-19 “prima di mescolarsi socialmente”, poiché la paura e le restrizioni a causa della variante omicron del virus sono scattate in tutto il Regno Unito.

Parlando in una conferenza stampa lunedì, Sturgeon ha delineato le nuove linee guida per gli scozzesi alla luce della variante omicron di COVID-19.

Il primo ministro Nicola Sturgeon ha proposto i richiami Covid come modo per cercare di sfuggire alla variante Omicron.

“In questa fase stiamo chiedendo alle persone di intensificare significativamente e aumentare il rispetto di tutte le precauzioni esistenti”, ha dichiarato, accusando gli scozzesi di essere “retrocessi” nell’adesione alle restrizioni sulla vita quotidiana e sulle libertà.

Il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon 

Menzionando il lavaggio delle mani e l’uso di mascherine facciali, Sturgeon ha aggiunto alla sua lista di precauzioni “farsi vaccinare e, naturalmente, mettersi alla prova regolarmente con tamponii a flusso laterale, e d’ora in poi testarsi regolarmente prima di mescolarsi socialmente con persone di altre famiglie”.

“Quindi, in ogni occasione in cui c’è l’intenzione di socializzare o mescolarsi con persone di altre famiglie – che si tratti di un pub, di un ristorante, di una casa o persino di un centro commerciale – per favore fate un tampone”, ha ordinato Sturgeon.

“Se il test risulta positivo, non uscite”, ha detto. 

“Stiamo anche invitando a lavorare da casa”, ha aggiunto, descrivendolo come un momento di “vigilanza nazionale collettiva”.

Dal momento che sono stati fatti semplicemente in una conferenza stampa, i commenti di Sturgeon non hanno alcun valore di legge, ma ulteriori restrizioni in Scozia dovrebbero essere annunciate nei prossimi giorni.

Parlando al Parlamento scozzese pochi giorni prima,Sturgeon ha spiegato come il pass vaccinale della Scozia abbia come “obiettivo primario” di “migliorare i tassi di vaccinazione”.

Rispondendo ai commenti dei parlamentari dell’opposizione sul motivo per cui i rtamponi negativi non siano stati aggiunti al pass sanitario, Sturgeon ha affermayo che “avrebbe minato l’obiettivo centrale e primario del piano”, ossia aumentare l’adesione vaccinale.

L’attuale pass vaccinale impedisce alle persone non vaccinate di accedere a locali notturni o grandi eventi, ma dal 6 dicembre verrà registrato anche un tampone negativo sull’app.

La Scozia, l’Irlanda, il Galles e l’Irlanda del Nord sono allineate nel perseguire queste politiche sanitarie.

“Esiste un pericolo enorme a causa della variante”, ha detto Sturgeon ai media il 29 novembre, prima di promuovere i richiami vaccinali.

“So che c’è preoccupazione sul fatto che i vaccini possano essere meno efficaci contro Omicron rispetto ad altre varianti. Non sappiamo ancora se sia così, ma vaccinare sarà comunque importante”, ha dichiarato il Primo Ministro.

“Meno efficace poi, non significa inefficace. Sarete molto più protetti con i vaccini che senza. Quindi, se sceglierete di non completare il ciclo vaccinale in questo momento, state mettendo a rischio la vostra stessa vita”.

Nel frattempo, il medico sudafricano che si dice abbia lanciato l’allarme della variante omicron, la dottoressa Angelique Coetzee, ha dichiarato che i sintomi sono “molto lievi”, rispetto a quelli visti finora, con altre varianti.

Il dottor Coetzee, presidente della South African Medical Association, ha aggiunto che “anche i pazienti non vaccinati hanno sintomi lievi”.

“Sono abbastanza sicuro … molte persone in Europa hanno già contratto questo virus”, ha aggiunto, denunciando un allarmismo inutile che si tramuta in forti restrizioni a causa di un ceppo del virus dalla bassa pericolosità.

In linea con le restrizioni dei viaggi recentemente annunciate dal primo ministro Boris Johnson, qualsiasi viaggiatore in arrivo nel Regno Unito, dovrà ora fare un test PCR il secondo giorno dopo l’arrivo e autoisolarsi fino a quando non verrà prodotto un risultato negativo. I viaggi in Sudafrica e nei paesi circostanti sono stati limitati, il Regno Unito ha 10 paesi nella sua “lista rossa”, il che significa che i viaggiatori che provengono da queste destinazioni, dovranno soggiornare in un hotel di quarantena approvato dal governo al costo di £ 2.285 a persona.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Martedì 30 novembre. La Slovenia vieta il vaccino Johnson&Johnson dopo l’accertamento inequivocabile del legame con il decesso di una ragazza di 20 anni

Read Next

La star dell’NBA LeBron James, completamente vaccinato e positivo al COVID-19. Salterà diverse partite.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO