• Novembre 26, 2022

Servizio della CBC del 9 febbraio. Ross Wightman costretto su una sedia a rotelle a causa della sindrome di Guillain-Barré dopo il vaccino covid

La CBC di Vancouver, nella Provincia canadese della Columbia Britannica, ha mandato in onda ieri, mercoledì 9 febbraio, un servizio su Ross Wightman, costretto da ormai dieci mesi su una sedia a rotelle dopo la prima dose del vaccino covid.

A Wightman è stata somministrata una dose del vaccino AstraZeneca nell’aprile 2021. In pochi giorni ha iniziato ad avere un mal di schiena lancinante. Poi è venuto il formicolio sul del suo viso – e poi, la paralisi.

“Sono state le montagne russe per me”, ha detto a CBC News dalla sua casa a Lake Country, appena a nord di Kelowna, nella Provincia canadese della Columbia Britannica.

“Mi ha colpito duramente subito. Ho avuto la paralisi dalla vita in giù e una paralisi facciale completa. Ho avuto problemi a masticare e deglutire”.

A Wightman è stata diagnosticata  la sindrome di Guillain-Barré (GBS) , una condizione rara che colpisce il sistema nervoso. Può causare paralisi, debolezza muscolare e persino la morte.

Ha trascorso due mesi in ospedale e questa condizione ha reso Wightman incapace di lavorare e ora cerca di accedere al programma del governo di tutela per i danni da vaccino.

Inoltre, non è stato in grado di ottenere un’esenzione dal vaccino, con gli ufficiali sanitari che hanno affermato di non poter dimostrare con certezza che la sua malattia neurologica è stato causata dalla prima dose di AstraZeneca e gli hanno consigliato di ottenere una seconda dose di un diverso vaccino. 

Le diagnosi di sindrome di Guillain-Barré (GBS) a seguito di una vaccinazione COVID-19 sono per il momento rare – circa una su 700.000 – secondo i dati del British Columbia Center for Disease Control (BCCDC) e dell’Health Canada.

Ci sono state  10 segnalazioni di individui ricoverati in ospedale con GBS entro 30 giorni da un vaccino COVID-19 dal 13 dicembre 2020 al 22 gennaio 2022, tutti dimessi, secondo il CDC del British Columbia (BCCDC). Più di 10 milioni di dosi sono state somministrate nella Provincia.

Tuttavia, Health Canada afferma che i dati indicano che ci sono stati tassi più elevati di GBS nella popolazione generale dall’introduzione del vaccino AstraZeneca, a 117 eventi totali.

“È noto che raramente i vaccini sono associati a [GBS] come un effetto collaterale molto significativo”, ha affermato il dottor Brian Conway, direttore medico del Vancouver Infectious Diseases Center.

“Con probabilità, tuttavia, i vaccini rimangono molto sicuri e rimane molto più vantaggioso essere vaccinati”.

Wightman non ha ancora ricevuto alcun compenso nell’ambito del Programma canadese di tutela per i danni da vaccino  “Canada’s Vaccine Injury Support Program” (VISP), che ha approvato solo una poche domande a livello nazionale.

“È molto facile sentirsi giù e frustrati, quindi continuiamo ad andare avanti e siamo grati ai nostri amici”, ha detto.

Da giugno 2021 è possibile inviare la domanda per ottenere l’indennizzo. Il programma di tutela è progettato per offrire alle famiglie un ristoro per la perdita di salario, lesioni permanenti e persino la morte. Le domande sono esaminate da una commissione medica.

Al 1° novembre 2021 sono state ricevute 400 richieste, ma meno di cinque sono state esaminate e approvate. Il prossimo report di dati sarà reso disponibile il 1 giugno.

Wightman ha detto che la sua domanda è stata passata a diversi operatori del caso, ma dice che sono stati fatti pochi progressi.

Anche sua moglie, Nicole, non ha lavorato poiché si prende cura di lui e dei loro figli.

“Quando succede qualcosa del genere, dobbiamo assicurarci che queste persone siano prese in cura e non lasciate a se stesse”, ha detto.

Wightman trascorre le sue giornate in fisioterapia per due ore mentre tenta di recuperare lentamente la forza, il movimento e il peso che ha perso dopo la sua diagnosi iniziale. Riesce un po’ a deambulare con le scarpe ortopediche.

Ma deve ancora ottenere un’esenzione dal vaccino.

Dice che l’ufficiale sanitario che originariamente ha esaminato il suo caso ha affermato che, mentre esisteva una relazione temporale tra la vaccinazione e la diagnosi di GBS, non sono stati in grado di dimostrare se fosse causato dal vaccino. Non c’erano prove di un’altra causa.

Il Dipartimento della Salute non ha commentato il caso di Wightman citando problemi di privacy. Tuttavia, ha detto che generalmente raccomanda “che le persone che hanno avuto reazioni ad AstraZeneca completino la loro serie di immunizzazione con un vaccino mRNA”.

Wightman dice che l’ufficiale sanitario gli ha detto di prendere una seconda dose di Pfizer o Moderna, ma preferirebbe avere un’esenzione dal vaccino data la gravità della sua malattia.

Dice che anche il suo medico ha presentato una richiesta a suo nome.

Mentre aspetta, tra le sue condizioni di salute e il suo stato di vaccinazione, trascorre molto tempo da solo.

“Non posso guardare i bambini andare a giocare a baseball, non posso guardarli andare a pattinare sul ghiaccio”, ha detto. “Forse sto diventando un po’ insensibile perché è un evento settimanale, ma fa sicuramente male.”

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Peter Doshi: “Mancano i dati grezzi sui vaccini. Non c’è trasparenza”

Read Next

Macron rifiuta un test PCR dai russi: “Non potevamo accettare che mettessero le mani sul DNA del presidente”