• Marzo 21, 2023

Studente di 21 anni completamente vaccinato muore di COVID. Le infezioni post vaccino continuano a salire

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Shawn Kuhn, 21 anni, laureando in scienze motorie e sportive presso l’Università della Georgia (UGA), è morto l’11 ottobre per complicazioni COVID, nonostante fosse completamente vaccinato.

Nelle ultime sei settimane, Kuhn era entrato e uscito da tre diversi ospedali, era stato messo in coma farmacologico ed era stato sottoposto a ventilazione meccanica, ha raccontato suo padre in un post sui social media il 10 ottobre.

Shawn era un appassionato fan di UGA Bulldog con la passione di aiutare gli altri, giocava nella squadra di calcio del suo liceo ed era un membro della squadra di sci di fondo della scuola.

All’UGA, stava studiando per laurearsi in scienze motorie e sportive e lavorava come personal trainer certificato presso il Ramsey Student Center di UGA. Era un pescatore competitivo che amava anche le escursioni.

“Shawn era una delle persone più premurose, disponibili e divertenti che abbia mai conosciuto e incontrato all’UGA”, ha detto Libby Buchanan, amica di Kuhn. ” Shawn e io eravamo amici dal 2018. Ogni volta che eri vicino a Shawn, non potevi fare a meno di sorridere e ridere. Non ha mai parlato male di nessuno e ti incoraggiava a essere una persona migliore”.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1303888343462660&set=a.103084706876369&type=3

I numeri dei casi post vaccinazione continuano a salire

Gli ultimi dati dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) mostrano che al 4 ottobre, 30.177 pazienti sono stati ricoverati in ospedale o sono morti nonostante fossero completamente vaccinati.

Secondo il CDC, un caso “rivoluzionario” si verifica quando qualcuno risulta positivo al COVID almeno 14 giorni dopo essere stato completamente vaccinato.

Secondo il sito web del CDC, le persone con infezioni rivoluzionarie da vaccino possono diffondere il virus e infettare gli altri.

A partire dal 1 ° maggio, il CDC ha smesso di tracciare tutti i casi rivoluzionari di COVID. Il CDC ha dichiarato di avere apportato questo cambiamento al fine di “massimizzare la qualità dei dati raccolti sui casi di maggiore importanza clinica e pubblica”.

Altri casi di COVID sono stati segnalati in Pennsylvania,causando preoccupazione tra i funzionari sanitari. Nell’ultimo mese, circa il 26% per cento dei quasi 5.000 ricoveri per problemi legati al COVID nello stato della Pennsylvania, si sono verificati tra individui completamente vaccinati.

La Cleveland Clinic ha dichiarato che il 15% di tutti i nuovi casi di COVID trattati dalla clinica a settembre erano infezioni rivoluzionarie, con il 10% dei ricoveri.

Secondo i funzionari della Cleveland Clinic, gli ospedalizzati vaccinati erano in gran parte pazienti di età superiore ai 65 anni o avevano condizioni mediche di base significative.

fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

I dati che mostrano il rischio reale del vaccino Covid in gravidanza

Read Next

Vaccino per 5-11 anni, Pfizer «pronto all’uso» all’esame dell’Ema

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock