• Dicembre 2, 2022

Tre bambini di poco più di un anno muoiono in India dopo il vaccino morbillo-parotite-rosolia. Sospesi due operatori sanitari

Due operatori sanitari sono stati sospesi dopo la morte di tre bambini piccoli in seguito alla somministrazione del vaccino MMR (morbillo-parotite-rosolia) nel distretto di Belagavi nel distretto federato del Karnataka in India.

Il Ministro della Salute e del Benessere della Famiglia Sudhakar ha dichiarato lunedì 17 gennaio ai media che un’ostetrica infermieristica ausiliaria e un altro operatore sanitario sono stati sospesi ed è stato chiesto un report all’ufficiale sanitario distrettuale e ad un funzionario del programma di immunizzazione a livello statale.

I bambini deceduti sono stati identificati come Pavitra Hulagur (13 mesi) e Madhu Umesh Karagundi (14 mesi), del villaggio di Bochabal, e Chetan Pujari (12 mesi), del villaggio di Mallapur.

La scorsa settimana si è tenuta una campagna di vaccinazione mensile di routine presso un centro di salute primaria a Salahalli nella città di Ramdurg. Il 12 gennaio (mercoledì), a 21 bambini è stato somministrato il vaccino trivalente morbillo-parotite-rosolia e quattro bambini hanno iniziato a vomitare dopo poche ore, hanno affermato le autorità sanitarie locali.

Un bambino è morto nell’ospedale di Ramdurg Taluk lo stesso giorno e un altro dopo essere tornato a casa il giorno successivo. Poiché anche le condizioni degli altri due bambini sono peggiorate, sono stati trasferiti al Belagavi Institute of Medical Sciences (BIMS), dove uno è morto sabato nell’unità di terapia intensiva (ICU). Il quarto bambino è in ripresa.

Il Ministro ha affermato che i bambini potrebbero essere morti a causa di uno shock settico anche se il governo è in attesa di un report dell’inchiesta.

Un funzionario sanitario del distretto di Belagavi ha affermato che un vaccino non somministrato correttamente o una reazione al farmaco potrebbero aver portato alla morte dei bambini.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Il dottor Kazuhiro Nagao va alla TV giapponese per chiedere l’uso a livello nazionale di ivermectina come trattamento precoce per i pazienti COVID-19.VIDEO

Read Next

Importante scoperta. E’ confermato per la prima volta: la proteina spike ha causato la morte di una persona dopo la vaccinazione Covid-19