• Maggio 17, 2022

Trenta calciatori di serie A costretti a vaccinarsi per poter giocare. Lo sfogo dell’attaccante Sansone: “Non c’è libertà di scelta. E’ un mondo di m…”

In serie A pare ci siano circa trenta giocatori non vaccinati e l’ultimo decreto legge del governo impone dal 10 gennaio il green pass rafforzato per accedere a palestre, spogliatoi, campi sportivi, ma anche negli alberghi, sfruttati dai club di serie A per i ritiri, in trasferta e in molti casi anche prima delle gare casalinghe.

Diverse squadre di serie A stanno facendo opera di convinzione sui ragazzi, che dal 10 gennaio in poi sarebbero di fatto esclusi dalle attività della prima squadra.

Uno dei club che ha maggiori problemi in tal senso è il Bologna, che oltre ad avere attualmente quattro positività al Covid (Dominguez, Hickey, Viola, Molla) ha tre calciatori nonno vaccinati: a certificarne la presenza era stata una frase del tecnico Mihajlovic di alcune settimane fa. “Siamo tutti adulti e vaccinati — disse l’allenatore in conferenza stampa — anzi due o tre di noi non lo sono”.

In vista del match contro l’Inter, un giocatore del Bologna è uscito allo scoperto con un post su Instagram proprio nel giorno in cui aveva ricevuto la prima dose. Si tratta del numero 10 Nicola Sansone, che sul suo profilo si è sfogato contro l’obbligo vaccinale: “Viviamo in un mondo di m… in cui i diritti umani non contano un c…! Non esiste più la libertà di scelta”, ha scritto, con implicito sebbene non dichiarato riferimento al vaccino. In ogni caso, il trequartista rossoblù sarebbe già stato incluso nella lista dei vaccinati, come filtra da Casteldebole. 

Inoltre, tra i calciatori non vaccinati risulta un titolare della Roma, giocatore molto importante di cui i giornali non hanno fatto il nome.

Oltre ai trenta non vaccinati, non potrebbero giocare neanche i calciatori provenienti dall’est vaccinati con Sputnik o con i vaccini cinesi non riconosciuti in Italia.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Permeabilità intestinale e Covid-19

Read Next

Riflessioni su un altro anno di bugie covidiane e su come la verità alla fine prevarrà