• Febbraio 7, 2023

ULTIM’ORA – Presidenza del Consiglio: i sanitari non vaccinati rientreranno in servizio il 2 novembre. Lunedì il Consiglio dei Ministri approverà il decreto

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Stop anticipato (la scadenza era al 31 dicembre) al 1 novembre dell’obbligo di vaccinazione anti Covid per il personale sanitario e conseguente abrogazione delle sanzioni per l’inosservanza dell’obbligo.

La misura, secondo fonti di Palazzo Chigi, approderà nel prossimo Consiglio dei Ministri del 31 ottobre. “L’obiettivo – è il ragionamento – è dare seguito all’indicazione tracciata dal Presidente Meloni nelle sue dichiarazioni programmatiche rese in Parlamento e segnare così un primo atto di discontinuità, rispetto ai precedenti Esecutivi, nella gestione della pandemia da Covid-19”.

Si tratta della seconda notizia odierna di fonte governativa sullo smantellando della “gestione Speranza”.

Poche ore fa, infatti, era stato reso noto che il ministero dell’economia e delle finanze, terminata la sua istruttoria, ha inviato al Dipartimento per i rapporti con il parlamento una proposta emendativa ai fini della presentazione al disegno di legge di conversione del decreto-legge aiuti ter in esame alla camera.

La proposta sospende fino al 30 giugno 2023 le attività e i procedimenti di irrogazione della sanzione nei casi di inadempimento dell’obbligo vaccinale Covid-19.

Intanto i medici ospedalieri sono contro l’abolizione dlel’obbligo delle mascherine negli ospedali. 

“L’epidemia da Covid-19 non è finita, anche se al momento la pressione ospedaliera è sotto controllo”, afferma il segretario nazionale dell’Anaao Assomed, il maggiore sindacato dei medici ospedalieri, Pierino Di Silverio. “Non vorremmo rischiare di tornare potenziali untori seppur inconsapevoli. La vera emergenza piuttosto è la campagna vaccinale che occorre sia incrementata”.

Secondo Di Silverio “occorre spingere sulla campagna vaccinale”. Questo, afferma, “per evitare di rivivere momenti drammatici che ci hanno segnato profondamente e dei quali viviamo un amaro e doloroso ricordo. Almeno noi che operiamo sul campo”.

“Bene il ritorno alla normalità, ma negli ospedali si mantenga l’obbligo delle mascherine anche per evitare inutili fraintendimenti con i cittadini. Sulle mascherine chiediamo regole certe e uniformi”. Così il presidente degli Ordini dei medici, Filippo Anelli. “Uscire dalla fase dell’emergenza – non significa abbassare la guardia”.

È vero che, anche se l’obbligo decadesse, rileva, “i direttori sanitari potrebbero ugualmente decidere di mantenere la prescrizione ma la preoccupazione è che, non essendoci più una regola nazionale, i cittadini siano disorientati e si sentano in diritto di contestare le disposizioni”.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Una studentessa di architettura ventenne muore per improvvisi coaguli di sangue nei polmoni

Read Next

“Non si preoccupano dei soggetti sani”: Sconvolgente mancanza di farmacocinetica (studio delle interazioni con altri farmaci) per i V. Covid

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock