• Gennaio 27, 2023

Una donna su 5 ha dichiarato che il ciclo mestruale è cambiato dopo il vaccino Covid, STUDIO

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Una donna su cinque che ha preso parte a un sondaggio, ha affermato che il proprio ciclo mestruale è cambiato dopo aver ricevuto un vaccino contro il COVID-19, lo hanno rivelato alcuni ricercatori britannici.

 Lo studio ha suggerito che le donne che assumevano la pillola contraccettiva avevano quasi il 50% in meno di probabilità di notare cambiamenti del ciclo. Le probabilità sono aumentate del 49% per le donne fumatrici e fino al 70% per coloro che avevano già contratto il COVID-19 o hanno dichiarato di soffrire di long COVID.

 I ricercatori, delle università di Oxford, Edimburgo e Bristol, hanno affermato che i medici dovrebbero fornire consulenza alle donne sui possibili effetti collaterali del vaccino COVID-19 e consigliare loro di consultare un medico se i sintomi sono gravi, durano più di un ciclo o comportano sanguinamento tra un ciclo e l’altro o dopo un rapporto sessuale.

 La ricerca si è basata su prove auto-segnalate da quasi 5.000 donne che hanno risposto a un sondaggio di Facebook.

L’agenzia regolatrice dei farmaci del Regno Unito, la Medicines & Healthcare products Regulatory Agency (MHRA) e altri due organismi indipendenti, stanno esaminando le segnalazioni di sospetti effetti collaterali riguardanti i disturbi mestruali dopo la vaccinazione covid.

L’MHRA afferma che le prove fino ad oggi “non supportano una correlazione” tra il vaccino e le modifiche ai cilcli mestruali.

Ma un numero crescente di donne si è fatto avanti per segnalare reazioni.

Al 10 novembre, l’MHRA aveva ricevuto attraverso il suo schema di “cartellino giallo”  41.509 reazioni sospette relative a una serie di disturbi mestruali “tra cui cicli più pesanti del solito, ritardi e sanguinamento vaginale inaspettato”.

Questi report si riferiscono a tutti e tre i vaccini offerti nel Regno Unito. I ricercatori hanno dichiarato che una precedente infezione da covid può aumentare la risposta immunitaria del corpo al vaccino, con una ripercussione a catena sulle mestruazioni, anche se questo deve ancora essere dimostrato.

Anche la tempistica della somministrazione in relazione alla fase del ciclo mestruale può essere un fattore.

In uno studio su 1.273 donne, la dottoressa Victoria Male, esperta di fertilità presso l‘Imperial College di Londra, non è stata “in grado di rilevare segnali significativi” a sostegno dell’idea che la vaccinazione covid fosse collegata ai cambiamenti mestruali.

Ma ha dichiarato che questo risultato potrebbe essere dovuto alla piccola dimensione del campione utilizzata nella sua ricerca. E’ convinta che indagare sul possibile collegamento sia importante per mantenere la fiducia del pubblico nel programma vaccinale.

“La scoperta più interessante è che le donne che assumevano contraccettivi ormonali, avevano meno probabilità di segnalare problemi”, ha detto.

“Se questo dato dovesse essere confermato, potrebbe supportare la tesi di un legame biologico, mediato dagli ormoni sessuali”.

Uno studio in preprint è stato pubblicato proprio a causa della crescente preoccupazione pubblica sul fatto che i vaccini COVID-19 causino disturbi del ciclo mestruale :”COVID-19 vaccination and menstrual cycle changes: A United Kingdom (UK) retrospective case-control study e ha riportato:

Dopo aver eseguito un’analisi secondaria di un sondaggio retrospettivo online intitolato “The Covid-19 Pandemic and Women’s Reproductive Health”, condotto nel marzo 2021 nel Regno Unito prima dell’attenzione diffusa dei media sui potenziali impatti della vaccinazione SARS-CoV-2 sulle mestruazioni. Le partecipanti sono state reclutate tramite una campagna pubblicitaria di Facebook nel Regno Unito. In totale, 26.710 donne hanno dato il consenso e completato il sondaggio. Per questa analisi abbiamo selezionato 4.989 partecipanti che erano in pre-menopausa e vaccinate. Queste partecipanti avevano un’età compresa tra 28 e 43 anni, prevalentemente dall’Inghilterra (81%), di origine bianca (95%) e non usavano contraccezione ormonale (58%).

Risultati Tra gli individui vaccinati in pre-menopausa (n = 4.989), l’80% non ha segnalato alcun cambiamento del ciclo mestruale fino a 4 mesi dopo la prima iniezione di vaccino COVID-19. L’uso corrente di contraccettivi orali combinati è stato associato a minori probabilità di segnalare eventuali cambiamenti del 48% (OR = 0,52, 95CI = [da 0,34 a 0,78], P<0,001). Le probabilità di segnalare eventuali cambiamenti mestruali sono aumentate del 44% per le fumatrici attuali (OR = 1,16, 95CI = [da 1,06 a 1,26], P<0,01) e di oltre il 50% per gli individui con uno stato COVID positivo [Covid lungo (OR = 1,61, 95CI = [da 1,28 a 2,02], P<0,001), COVID acuto (OR = 1,54, 95CI = [da 1,27 a 1,86], P<0,001)]. Gli effetti rimangono dopo l’aggiustamento per l’entità auto-riportata delle variazioni del ciclo mestruale nell’anno precedente l’indagine. I resoconti scritti riportano sintomi diversi; le parole più comuni includono “crampi”, “in ritardo”, “presto”, “spotting”, “pesante” e “irregolare”, con un basso livello di raggruppamento tra di loro.

Conclusioni Dopo la vaccinazione per COVID-19, i disturbi mestruali si sono verificati nel 20% degli individui in un campione del Regno Unito. Su 33 variabili studiate, il fumo e una precedente storia di infezione da SARS-CoV-2 sono risultati essere fattori di rischio, mentre l’uso di contraccettivi contenenti estradiolo è risultato essere un fattore protettivo. Sono state riportate diverse esperienze, dalla cessazione del sanguinamento mestruale al sanguinamento mestruale pesante.

Source

Link allo studio: COVID-19 vaccination and menstrual cycle changes: A United Kingdom (UK) retrospective case-control study | medRxiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

La 26enne giocatrice scozzese di rugby Siobhan Cattigan è morta per il vaccino covid? La causa della morte non è chiara

Read Next

Cagliari. Parestesie agli arti, difficoltà respiratorie, bruciore cutaneo, vertigini e nausea dopo la prima dose. All’hub vaccinale si rifiutano di esonerarla dalla seconda

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock