• Giugno 25, 2024

Università in lutto per la professoressa di 43 anni. Nelle ultime ore scomparse altre due docenti

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Grave lutto nel mondo accademico campano. Si è spenta prematuramente, dopo essersi sentita male, all’età di 43 anni, Arianna Sacerdoti, professoressa associata di Lingua e letteratura latina presso l’università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli. A comunicare la notizia è stato il dipartimento di Lettere e beni culturali dell’ateneo.

“Il Dipartimento di lettere e beni culturali dell’università Luigi Vanvitelli, profondamente addolorato, partecipa al lutto della comunità accademica per la prematura scomparsa della cara collega Arianna Sacerdoti”, si legge nella nota ufficiale.

La notizia ha sconvolto studenti e numerosissimi colleghi in tutta Italia, che nutrivano stima e affetto profondo per la professoressa Sacerdoti.

Nata a Napoli nel 1979, pronipote dello scrittore Carlo Levi, Arianna Sacerdoti si era laureata presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’università degli Studi di Napoli “Federico II” con 110 e lode, proseguendo poi la sua formazione con tantissime e prestigiosissime esperienze all’estero. Dal dicembre 2008 era diventata ricercatrice a tempo indeterminato in Lingua e letteratura latina presso l’università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli, prima di diventare nel dicembre 2020 professoressa associata. 

Nelle ultime ore altre due docenti sono morte a causa di malesseri.

Giuseppa Russo, per tutti Giuseppina, professoressa dell’istituto “Novelli” di Marcianise aveva accusato un malore alcuni giorni fa ed era ricoverata all’ospedale di Caserta. Purtroppo non ce l’ha fatta a riprendersi ed è deceduta lunedì 26 dicembre. Era molto conosciuta in città e la notizia ha scosso profondamente i colleghi e tutti coloro che lavorano all’istituto scolastico. Sarebbe andata in pensione tra alcuni mesi.

Annabianca Zammit, storica docente di Filosofia al liceo scientifico “Galilei” di Macerata e figura di spicco del mondo culturale maceratese, era andata al cinema (una delle sue grandi passioni), con un’amica. Non poteva certo immaginare che quello – purtroppo – sarebbe stato il suo ultimo film. Finita la proiezione, davanti al Multiplex, colta da malore si è accasciata a terra e, nonostante il tempestivo intervento del 118, non si è più ripresa. Lunedì sera, con la sua auto, era passata a prendere una sua amica per andare al cinema, nulla dunque faceva pensare a quello che di lì a qualche ora sarebbe accaduto.

Dopo un lungo periodo dedicato all’insegnamento, Annabianca Zammit, 75 anni, era in pensione, ma non per questo meno attiva, in particolare sul fronte culturale, oltre che su quello politico. Aveva collaborato con l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea “Mario Morbiducci” (ha fatto anche parte del comitato scientifico) ed era iscritta al Partito Democratico. “Ci lascia una persona di rara intelligenza – scrive Stefania Monteverde, già vicesindaco e ora consigliere comunale -. Colta, acuta osservatrice, impegnata, attenta alla politica come vita della polis e alla scuola come luogo di produzione culturale. Ricordo quel primo incontro, io giovanissima docente di filosofia e lei autorevole docente storica del Liceo, quando mi chiamò: “Stefania, con i docenti di filosofia e storia stiamo studiando le diverse forme di Stato, stato moderno, stato nazionale, stato feudale. Tu puoi occuparti dello Stato sociale?“. Questo era la scuola per lei, un luogo dove anche i docenti studiano. In questi anni di mio impegno politico il confronto con lei è sempre stato prezioso, sulla politica maceratese e nazionale, sulla sinistra, sulle destre. Proprio davanti al cinema, il luogo tanto amato, ci ha improvvisamente lasciato. Troppo presto. Ci mancherà”

FONTE

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Ricoverato il Vescovo e Cappellano di Sua Santità. Si è sentito male nelle scorse ore

Read Next

Carabiniere 46enne muore in caserma

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock