• Gennaio 27, 2023

Dopo lo spray…Arriva quello da bere

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Dopo i vaccini spray, arriva il primo vaccino Covid 19 da bere.

Potrebbe essere pronto entro i prossimi due anni, poiché i ricercatori stanno focalizzando l’attenzione sui vaccini della mucosa, che includono vaccini nasali e vaccini orali “swish and swallow” come QYNDR, che ha completato la sua sperimentazione clinica di fase 1 e sta attualmente aspettando ulteriori finanziamenti per condurre gli studi più dettagliati e avanzati che potrebbero effettivamente portare il vaccino sul mercato.

Il vaccino QYNDR è pronunciato “kinder”, perché è un modo più dolce per fornire un vaccino, afferma Kyle Flanigan, fondatore del produttore di QYNDR, US Specialty Formulations. I risultati degli studi clinici dalla Nuova Zelanda portano a pensare che QYNDR sarà un’opzione praticabile per la protezione contro la serie di varianti COVID-19 in circolazione. I risultati non sono stati ancora sottoposti a revisione paritaria.

“È davvero difficile realizzare un vaccino che sopravvive attraverso il sistema digerente”, ha dichiarato Flanigan. “Siamo stati in grado di capire come ottenere un vaccino che va oltre lo stomaco e l’intestino, farlo essere efficace e indurre la risposta appropriata”.

Ma per effettuare gli ulteriori studi clinici necessari per portarlo alla revisione e al mercato, hanno bisogno di finanziamenti da parte degli investitori. Questa settimana, Flanigan era a San Francisco alla JP Morgan Healthcare Conference cercando di ottenere quel finanziamento.

Quando parliamo di vaccini COVID-19, tendiamo a parlare degli stessi grandi nomi: Pfizer, Moderna, Johnson & Johnson, AstraZeneca. Ma in tutto il mondo, i ricercatori si stanno facendo strada con nuovi nomi e nuove forme di vaccino, come i vaccini nasali che sono stati recentemente lanciati in Cina e India. Come riportato da Nature, i ricercatori stanno ancora aspettando i dati per confermare se i vaccini della mucosa “mantengano” la promessa di bloccare le infezioni e se lo faranno, potrebbero essere la nuova generazione di vaccinazione COVID-19.

Un vaccino che ingerisci e uno da inalare

I vaccini della mucosa sono diversi dai tipi di vaccino tradizionali perché entrano nel corpo attraverso le mucose, sia nella mucosa che riveste il naso (come nel tanto discusso vaccino nasale COVID-19) o nell’intestino (come nel caso del vaccino orale).

Il dottor Amesh Adalja, un medico di malattie infettive e studioso senior della Johns Hopkins Bloomberg School of Medicine, ha affermato che un nuovo tipo di risposta immunitaria e una migliore protezione dalle infezioni – come quella indotta dai vaccini della mucosa – è ciò che le persone cercheranno nei futuri vaccini.

Quando arriveranno?

La FDA ha messo i vaccini sul mercato con autorizzazione di emergenza, che è un processo normativo accelerato. La dichiarazione di emergenza sanitaria pubblica è ancora attiva negli Stati Uniti e non è chiaro come o se la FDA tornerà al più lungo e rigoroso processo di “approvazione” richiesto per i farmaci. Il comitato consultivo si riunirà alla fine di gennaio per discutere delle future vaccinazioni COVID-19. Tra le altre cose, il gruppo dovrebbe discutere i tempi per le future dosi di richiamo e chi dovrebbe ricevere tali dosi di richiamo.

Per quanto riguarda i vaccini per la mucosa, ci sono vaccini nasali sul mercato in Cina e India, ma ci sono pochi dati sull’efficacia.

I vaccini che supereranno il processo normativo della FDA richiederanno ricerche e denaro. I creatori dei prossimi vaccini dovranno dimostrare che offreno una migliore protezione contro le infezioni, secondo Adalja.

“I vantaggi dei vaccini mRNA erano la loro velocità, e ci vorrà del tempo prima che queste altre tecnologie li superino”, ha affermato.

La fortuna dei vaccini attualmente in commercio sta nel fatto che facevano parte del programma Operation Warp Speed finanziato dal governo e creato per ottenere vaccini COVID-19 il prima possibile. Ma il costo sarà un problema una volta scaduto lo stato di “emergenza” della pandemia. Il CEO di Moderna ha dichiarato al Wall Street Journal all’inizio di questa settimana che sta considerando di valutare il suo vaccino COVID-19 tra $ 110 e $ 130 per dose.

SOURCE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Meta-analisi di 37 studi

Read Next

Ti ammali? Si batte cassa

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock