• Maggio 26, 2024

Dr. Marik: “La trasmissione attraverso lo spargimento ambientale è un problema serio”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Del  Dr. Peter F. Mayer

Pf.zer era consapevole del fenomeno dello “spargimento ambientale” fin dall’inizio.

In un documento dell’autunno 2020, veniva già descritto esattamente il comportamento che dovevano osservare le persone vaccnate arruolate negli studi per evitare la trasmissione delle spi.ke vaccnali attraverso i fluidi corporei come lo sperma o la saliva.

Le proteine SPI.ke possono essere trasmesse da individui vaccnati a individui non vaccnati attraverso gli esosomi, vescicole microscopiche, si legge in un avviso del documento.

Le donne incinte, in particolare, dovevano quindi essere tenute lontane dalle persone vaccnate.

Pfzer ha inoltre confermato che è possibile contaminare un bambino con il vaccno mR//NA attraverso l’allattamento al seno, anche se la madre non è stata vaccnata. Ha dichiarato che ciò è ugualmente possibile quando una madre che sta allattando è stata esposta a livello ambientale ( per inalazione o contatto con la pelle) con i preparati m.R/NA, come riportato qui .

Ciononostante, le autorità, l’OMS, l’UE, le associazioni mediche e le commissioni per le vaccnazioni hanno promosso la vaccnazione delle madri in gravidanza e in allattamento a partire dalla metà del 2021.

Alla recente conferenza Better Way, lo stimato medico e scienziato Paul Marik ha messo in guardia contro lo spargimento ambientale:

Può essere spaventoso“, spiega il dottor Paul Marik, specialista in cure critiche. “La quantità di proteine sp. ike nello sperma dopo la vaccnazione è davvero massiccia”.

Ha proseguito. “E sappiamo di donne che hanno avuto una relazione con il proprio partner e hanno sviluppato i sintomi della malattia da sp..ike. Quindi può succedere“.

L’altra possibilità [di escrezione] è che le persone vaccnate di recente espirino i cosiddetti esosomi“, afferma il dottor Marik. “È possibile respirare questi esosomi ed essere infettati”.

“Si tratta quindi di un fenomeno reale. Purtroppo nessuno vuole studiarlo o pubblicare dati in merito. Perciò la maggior parte dei casi di cui siamo a conoscenza sono aneddotici, ma è un fenomeno che si verifica”.

Intervista completa al dottor Paul Marik su CHDTV.

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Nuovo anticorpo monoclonale per i neonati (sani) contro l’RSV. Cosa sappiamo?

Read Next

Nuova normalità: segnalazione OBBLIGATORIA dei casi di RSV in Germania. A breve anche in Italia?

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock