• Dicembre 2, 2022

GRANDE VITTORIA! La Corte Suprema degli Stati Uniti BLOCCA l’obbligo vaccinale di Biden per le grandi imprese

di Reuters

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha bloccato oggi l’obbligo di vaccinazione o tampone del presidente Joe Biden per le grandi imprese in un momento di escalation delle infezioni da COVID-19, consentendo al contempo alla sua amministrazione di far rispettare il requisito vaccinale per le strutture sanitarie.

La corte ha agito dopo aver ascoltato le argomentazioni lo scorso venerdì nella battaglia legale sulle imposizioni vaccinali temporanee stabilite a novembre da due agenzie federali volte ad aumentare i tassi di vaccinazione negli Stati Uniti e rendere più sicuri i luoghi di lavoro e le strutture sanitarie.

La corte era divisa, ma si è pronunciata 6-3 con i sei giudici conservatori nella maggioranza e tre giudici liberali dissenzienti.

L’agenzia federale per la sicurezza sul lavoro aveva emanato una norma che interessa le aziende con almeno 100 lavoratori e che richiedeva di essere in regola con i vaccini o test COVID-19 settimanali – una politica da applicare a oltre 80 milioni di dipendenti. I ricorrenti guidati dallo stato dell’Ohio e da un gruppo imprenditoriale, hanno chiesto ai giudici di bloccare la legge sull’obbligo dell’Amministrazione per la sicurezza e la salute sul lavoro (OSHA). Le aziende avrebbero dovuto iniziare a dimostrare di essere conformi a partire da lunedì scorso.

L’altra legge sull’obbligo richiedeva la vaccinazione per circa 10,3 milioni di lavoratori in circa 76.000 strutture sanitarie tra cui ospedali e case di cura finanziati dai programmi di assicurazione sanitaria del governo Medicare e Medicaid per anziani, disabili e americani a basso reddito.

I giudici hanno revocato gli ordini dei giudici federali del Missouri e della Louisiana che avevano temporaneamente fatto sospendere la legge in 24 stati, consentendo all’amministrazione di farla rispettare quasi a livello nazionale. L’esecuzione della legge è stata bloccata in Texas da un tribunale di grado inferiore in un contenzioso separato e non portato all’attenzione della Corte Suprema.

I lavoratori nelle strutture sanitarie, dovranno dunque ottemperare all’obbligo vaccinale entro la fine di febbraio come da disposizioni di legge.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Molfetta (Bari). 15enne riceve terza dose Moderna per errore e subisce reazione avversa

Read Next

Muore martedì 11 gennaio a 18 anni per malore improvviso il portiere spagnolo Mateo Hernández