• Maggio 17, 2022

Molfetta (Bari). 15enne riceve terza dose Moderna per errore e subisce reazione avversa

“Il buongiorno si vede dal vaccino” si legge negli hub pugliesi. Una scritta che campeggia a caratteri cubitali ma sicuramente non è stato un “buongiorno” quello di oggi a Molfetta, dove è stata somministrata per errore ad un quindicenne la terza dose di Moderna, nonostante il Ministero della Salute preveda in questa età solo Pfizer.

La madre del quindicenne ha denunciato quanto accaduto al figlio nelle scorse ore alla testata giornalistica locale Molfettalive.

“Un gravissimo errore di superficialità e disattenzione – scrive la donna – Ma è anche molto grave che la colpa dell’errore sia stata data a me: signora, mi è stato detto, è lei che non ha fatto attenzione al numero di ambulatorio nel quale sarebbe dovuta entrare. In questo ambulatorio somministriamo solo dosi di Moderna. Oppure è la ragazza addetta al display e alla distribuzione del numeretto che vi ha indicato l’ambulatorio sbagliato. Correggiamo la sua scheda cancellando Pfizer e sostituendo con Moderna, ed è tutto ok”. La signora però non ci sta. “Non è affatto tutto ok – specifica – Non un buongiorno, non un arrivederci, non un cenno di scuse. Niente”.

Dall’hub di Molfetta non smentiscono l’accaduto. Stando a quanto risulta a Molfettalive, sarebbe stata persino avviata un’indagine interna per accertare le responsabilità. “In soccorso di mio figlio – prosegue la signora – sono arrivati immediatamente la dottoressa che ci aveva accolto ai tavolini bianchi e il responsabile del centro hub di Molfetta. Ringrazio molto questi due dottori che con compostezza e gentilezza si sono subito adoperati per capire cosa fosse successo. È successo che mio figlio è ancora a casa con il braccio sinistro e la mano sinistra gonfi. È successo che mio figlio è ancora a casa con le ghiandole ascellari sinistre ingrossate. È successo che mio figlio è ancora a casa con un forte mal di testa”.

“È stato commesso – conclude la donna – un gravissimo errore. Siete stati superficiali, disattenti e distratti. Non avete letto i moduli che vi sono stati consegnati. E allora perché compiliamo sempre tutti quei moduli e ci vengono fatte tutte quelle domande prima di accedere negli ambulatori? Voi siete tenuti a leggere le carte che vi vengono consegnate. Mio figlio è stato solo un numero per voi due infermieri. Spero che chi di dovere prenda giusti e severi provvedimenti”.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Vaccini COVID e malattie neurodegenerative

Read Next

GRANDE VITTORIA! La Corte Suprema degli Stati Uniti BLOCCA l’obbligo vaccinale di Biden per le grandi imprese