• Dicembre 4, 2022

Il CDC nasconde il numero di naturalmente immuni al Covid-19

Poiché sempre più americani ricevono protezione dall’immunità naturale dopo l’infezione da Covid-19, i Centers for Disease Control (CDC) hanno nascosto il numero totale di infezioni, anche se si tratta innegabilmente di informazioni che appartengono al pubblico.

Per mesi, il CDC ha aggiornato il suo sito Web con informazioni tra cui stime di persone infette da Covid-19 negli Stati Uniti.

Tuttavia, prima che la variante Delta del Covid-19 si diffondesse ampiamente, il CDC ha bruscamente interrotto l’aggiornamento di tali informazioni.

L’ultimo aggiornamento pubblicato al momento di questa pubblicazione è stato il 29 maggio, quasi cinque mesi fa.

A quel tempo, il CDC ha stimato che 120,2 milioni di persone negli Stati Uniti fossero state infettate da Covid-19. Alcuni scienziati ritengono che la stima fosse significativamente inferiore al numero effettivo. Tuttavia, ammontava a più di 1/3 della popolazione, che secondo quanto riferito conta circa 330 milioni.

Poiché la variante Delta si è diffusa ampiamente, gli scienziati dicono che il numero di immuni naturali è ora molto più alto di quanto non fosse il 29 maggio. Tuttavia, CDC non comunica aggiornamenti a riguardo.

CDC ha aggiornato l’ultima volta il numero di precedentemente infetti, o naturalmente immuni, cinque mesi fa.

Il 5 ottobre, quando è stata richiesta a un rappresentante del CDC la stima aggiornata, un portavoce ha riferito che l’agenzia avrebbe rilasciato quei dati in settimana, che avrebbero incluso la stima fino a settembre, e poi probabilmente li avrebbero aggiornati mensilmente in seguito.

Tuttavia, tre settimane dopo, i dati non sono ancora stati aggiornati e il CDC ha rifiutato di fornire le motivazioni.

E’ stata presentata una richiesta FOI per le informazioni, ma il CDC non ha risposto o confermato la ricezione della richiesta.

Il numero di immuni naturali è rilevante perché un numero crescente di studi afferma che l’immunità naturale si sta dimostrando efficace o molto più efficace dell’immunità indotta dal vaccino.

Eppure il governo federale sta costringendo milioni di persone naturalmente immuni asottoporsi a vaccinazione Covid-19.

Alcuni funzionari della sanità pubblica, contraddicendo la mole di studi in materia, sostengono che coloro che sono guariti dal Covid-19, o hanno avuto infezioni asintomatiche, beneficino ancora di più della vaccinazione. Tuttavia, molti studi scientifici, compresi quelli condotti da Pfizer e Moderna, dimostrano il contrario.

Sembra esserci uno sforzo organizzato per travisare e sopravvalutare i benefici della vaccinazione per coloro che hanno già acquisito un’immunità naturale dopo l’infezione eper minimizzare il rischio di eventi avversi ai vaccini.

All’inizio di quest’anno, gli scienziati e i funzionari del CDC hanno più volte affermato che gli studi Pfizer e Moderna hanno mostrato un beneficio derivante dalla vaccinazione delle persone precedentemente infettate e guarite.

Nessuno al CDC è stato ritenuto pubblicamente responsabile per questa disinformazione.

Ad agosto, Meredith Wadman ha scritto sulla rivista Science che uno studio ha mostrato che coloro che sono stati infettati da Covid-19 e hanno acquisito l’immunità naturale, hanno beneficiato della vaccinazione in seguito.

Quando le informazioni false riportate sono state segnalate da un lettore, Science le ha cancellate e ha pubblicato un chiarimento.

Nessuna parola su come sia stato possibile accettare una manipolazione del genere.

fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Con l’ennesima FAQ il Ministero rende obbligatorio il green pass per i 15enni frequentanti corsi di studio con l’alternanza scuola/lavoro

Read Next

Israele stop tamponi gratuiti per i bambini dai 5 agli 11 anni, saranno costretti al vaccino per avere il Green Pass