• Febbraio 9, 2023

Il famoso oncologo scrive alla rivista internazionale. L’inquietante rivelazione sui suoi pazienti dopo il v.!

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Nei giorni scorsi, il Professor Angus Dalgleish, docente di oncologia alla St George’s University di Londra, ha scritto una lettera al dottor Kamran Abbasi, caporedattore del British Medical Journal (BMJ).

Dangleish chiede al dottor Abbasi che BMJ consideri il consenso informato valido per la vaccinazione covid un argomento prioritario e segnala che, dopo il booster, in molti suoi pazienti con cancro stabile c’è stata una rapida progressione tumorale.

Di seguito la lettera del Professor Angus Dalgleish:

“Caro Kamran Abbasi,

il Covid non ha più bisogno di un programma di vaccinazione, dato che l’età media di morte di Covid nel Regno Unito è 82, mentre l’età media di morte per altre cause è 81.
Il legame con coaguli, miocardite, infarti e ictus è ormai assodato, così come il legame con mielite e neuropatia. (Avevamo previsto questi effetti collaterali dei vaccini a vettore virale o a mRNA nel nostro articolo QRB-Discovery del giugno 2020, Sorensen et al. 2020, poiché l’analisi ha rivelato il 79% di omologie con epitopi umani, in particolare PF4 e mielina.)

Tuttavia, ora c’è un altro motivo per interrompere tutti i programmi di vaccinazione. Come oncologo praticante vedo persone con malattia stabile progredire rapidamente dopo essere state costrette ad avere un richiamo, di solito per poter viaggiare.

Anche all’interno dei miei contatti personali vedo una malattia basata sulle cellule B dopo i richiami. Descrivono di essere stati malati con sintomi pochi giorni o settimane dopo il richiamo: uno ha sviluppato la leucemia, due colleghi di lavoro linfoma non Hodgkin e un vecchio amico si sentiva come se avesse avuto il Long Covid da quando aveva ricevuto il richiamo e che, dopo aver ricevuto una grave malattia ossea dolorose, ha avuto la diagnosi di metastasi multiple da una rara malattia delle cellule B.

Ho abbastanza esperienza per sapere che questi non sono gli aneddoti casuali che molti suggeriscono, soprattutto perché la stessa situazione si sta osservando in Germania, Australia e Stati Uniti.

I report sulla soppressione immunitaria dopo l’mRNA per diverse settimane sarebbero in linea con questa tesi, poiché tutti questi pazienti fino ad oggi avevano melanomi o tumori a base di cellule B, che sono molto suscettibili al controllo immunitario – e questo era evidente già prima dei report sulla soppressione immunitaria da parte dell’mRNA rilevata dagli esperimenti in laboratorio.

Ti chiedo che questa mia lettera sia trasmessa alla redazione e discussa immediatamente.

Angus Dalgleish MD FRACP FRCP FRCPath FMedSci”.

Nel 2020, dopo l’articolo pubblicato su QRB-Discovery, Dalgleish, insieme a Birger Sørensen e Andres Susrud, ha pubblicato un altro articolo dal titolo “Le prove che suggeriscono che questo non è un virus naturalmente evoluto. Un’eziologia storica ricostruita del picco SARS-CoV-2”.

Anche in questo caso, vengono evidenziati i rischi dei vaccini covid a mRNA e a vettore virale. Si legge, infatti:”è improbabile che gli approcci basati sul vettore del virus o sul vettore dell’RNA che sono alla base delle otto metodologie recensite su Nature si dimostrino immunogeni perché entrambi, ma soprattutto i modelli con vettore dell’RNA, possono comportare un rischio significativo di potenziamento dipendente dall’anticorpo ( ADE). Come abbiamo dettagliato in QRB-D, abbiamo visto una storia del genere prima, in oltre 30 anni, nel fallimento di tutti e tre gli approcci vaccinali tradizionali all’HIV”.
In particolare, a riguardo della proteina Spike vaccinale si evidenziava già a inizio luglio 2020 un “alto rischio per lo sviluppo di gravi eventi avversi/tossicità e persino di potenziamento dipendente dall’anticorpo (ADE)”.

FONTE

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

“Died Suddenly” il documentario più acclamato ma anche oggetto di feroci critiche. Chi ha ragione?

Read Next

Sei chef italiani morti per malore improvviso negli ultimi giorni tra cui un diciannovenne colpito da aneurisma

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock