• Aprile 18, 2024

Il New York Times cita in giudizio la Commissione europea per non aver rivelato i messaggi segreti tra la von der Leyen e Bourla

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Ventidue mesi dopo che la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha ammesso al New York Times di aver negoziato un accordo per il vaccino COVID-19 con il CEO di Pfizer Albert Bourla, Ph.D., tramite messaggi di testo, il giornale ha citato in giudizio la commissione per il rifiuto di rendere pubblici i testi.

Sebbene la causa sia stata depositata il 25 gennaio ed elencata sul sito web pubblico della Corte di giustizia europea lunedì 13 febbraio, nessuno dei documenti relativi al caso è disponibile al pubblico. Lo hanno confermato a Politico due persone a conoscenza della causa.

Il NYT sostiene che la CE è tenuta legalmente a consegnare i messaggi. L’anno scorso, in risposta a una richiesta pubblica di informazioni, la commissione ha scritto che i messaggi di testo non devono essere archiviati perché sono trattati come “documenti effimeri di breve durata”.

Inoltre, lo scorso giugno, la von der Leyen ha affermato di non avere più i messaggi in suo possesso. Poco dopo, il difensore civico europeo Emily O’Reilly ha aperto un’indagine.

Tra settembre e dicembre 2022, Bourla ha rifiutato due volte di testimoniare davanti al Parlamento europeo. A ottobre, il presidente dei mercati di sviluppo internazionale di Pfizer, Janine Small, è apparso in un’audizione in Parlamento, affermando che i colloqui sono troppo dettagliati e coinvolgono troppe parti per essere eseguiti tramite messaggi di testo.

Il round di negoziati in questione è arrivato due anni fa, mentre l’Europa stava affrontando una crisi del vaccino COVID. Il principale fornitore, AstraZeneca, aveva difficoltà a produrre iniezioni e a convincere il pubblico che il prodotto fosse sicuro.

La CE si è rivolta a Pfizer e ha raggiunto un accordo per l’acquisto di 900 milioni di vaccini, con un’opzione per l’acquisto di altri 900 milioni. È stato il più grande contratto firmato dall’UE durante la pandemia, arrivando a 35 miliardi di euro (37,6 miliardi di dollari) se interamente realizzato.

Fonte:

https://www.fiercepharma.com/pharma/new-york-times-sues-ec-over-failure-reveal-text-messages-pfizer-ceo-bourla

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

La Svezia getta via 8,5 milioni di dosi

Read Next

L’Oms “abbandona l’indagine sulle origini del Covid”. Un insabbiamento perfetto?

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock