• Febbraio 9, 2023

Infarto per l’arbitro internazionale Ovidiu Hategan dopo l’allenamento, ma per fortuna è un medico, riconosce i sintomi e si salva

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


L’arbitro internazionale Ovidiu Hategan ha accusato un malore dopo un allenamento. Fortunatamente si è subito reso conto di quello che gli stava succedendo.

Ore di apprensione per Ovidiu Hategan. Il classe 1980 rumeno, uno degli arbitri più stimati a livello internazionale, ha rischiato la vita. Malore improvviso per il direttore di gara, che fortunatamente è riuscito con grande tempismo a sottoporsi alle cure del caso. A salvarlo è stata la sua professione: Hategan infatti è un medico e si è subito reso conto di quello che gli stava accadendo. Ora le sue condizioni sono in netto miglioramento, anche se è ancora presto per capire se potrà o meno tornare ad arbitrare nei prossimi mesi.

Nella vita di tutti i giorni dunque Ovidiu Hategan è un medico di base. La sua grande passione però è il calcio e l’arbitraggio, come confermato da una carriera ricca di soddisfazioni che gli ha permesso di rientrare nella categoria Elite della FIFA, e di dirigere partite importanti a livello internazionale.

Lunedì dopo un allenamento ha accusato un malore, culminato in un dolore fitto alla zona del torace. Da medico ha capito subito che si trattava di un infarto, e perciò ha effettuato tutte le procedure del caso, recandosi in tempi brevissimi in ospedale. Dopo gli esami del caso, Hategan è stato sottoposto ad un intervento chiurgico che è perfettamente riuscito. Il primo bollettino medico sulle sue condizioni è stato incoraggiante, con l’applicazione di uno stent sull’arteria ostruita grazie all’angiografia coronarica, che consente al sangue di scorrere perfettamente ossigenando organi e tessuti.

Il dottor Luca Tudor, ai microfoni di Digi Sport Special, ha fatto il punto sulle condizioni di Hategan: “Ha capito da solo che si trattava di un infarto, dopo aver sentito dolore al torace, ed è arrivato puntuale in ospedale. È stabile sotto tutti gli aspetti. Per quanto riguarda la prognosi, sono molto ottimista. La mortalità per infarto è di circa il 10% se non si arriva in tempo a un laboratorio di angiografia coronarica. Qualsiasi attacco di cuore può portare alla morte”.

Cosa succede ora ad Hategan? Sicuramente l’arbitro rumeno avrà bisogno di riposo, e l’unica certezza è che non sarà disponibile per il match dei quarti di Champions tra Chelsea e Real Madrid, sfida per cui era in odore di designazione: “Dal nostro punto di vista, domani o dopodomani potrebbe lasciare l’ospedale. Giovedì sarebbe più sicuro. Il reinserimento è graduale in settimane. Credo che Hațegan potrà arbitrare dall’autunno o dal prossimo anno, ma lo ripeto, a patto che lo voglia”.

Fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Nuove pronunce del Tar Lombardia a favore degli operatori sanitari non vaccinati. Confermata la possibilità di consulenze online e prospettata illegittimità costituzionale. Ordinanze n.380 e 381 del 25 marzo 2022 – IL TESTO INTEGRALE

Read Next

US sospendono il trattamento con anticorpi monoclonali COVID. Fallimento contro la sottovariante BA.2 o fondi rimasti a secco?

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock