• Gennaio 27, 2023

La 18enne Monica con grave pericardite subito dopo il v. ma nessuno le voleva credere. La sua storia ieri sui giornali

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


La storia della 18enne Monica Eskandar, raccontata ieri 24 novembre in un servizio del telegiornale “24h News Australia” e dal quotidiano nazionale “Nine News”, è stata riportata anche in Europa in un articolo del “Daily Mail”.

Scrive il giornale britannico: ” Una studentessa adolescente ha rivelato come ha dovuto saltare gli esami di maturità dopo che un vaccino covid obbligatorio le ha causato gravi e duraturi problemi cardiaci.

Ora un cardiologo di Sydney ha chiesto il ritiro dei vaccini a mRNA come Pfizer e Moderna, dopo aver visto un aumento dei danni cardiaci correlati al vaccino.

Monica Eskandar, 18 anni, è stata portata d’urgenza in ospedale con terribili dolori al petto poche ore dopo la sua prima vaccinazione Covid nel settembre dello scorso anno.
I medici in seguito le hanno diagnosticato la pericardite, una condizione legata ai vaccini mRNA Covid come Pfizer e Moderna, che provoca un’infiammazione dolorosa del pericardio.
“Non abbiamo bisogno di usare vaccini a mRNA come Pfizer e Moderna”, ha detto al Daily Mail Australia il cardiologo dott. Ross Walker.
“Dobbiamo mettere il COVID in prospettiva dov’è adesso, non dov’era 12 mesi fa, perché è cambiato e penso che stiamo assistendo ad un cambiamento”.

L’anno scorso l’Australian Technical Advisory Group on Immunization (ATAGI) ha imposto vaccini a mRNA per tutte le iniezioni di richiamo, a meno che non siano specificamente pericolose per gli individui.

Ma il dottor Walker ha detto che non ha idea del perché.

‘Ho visto molte persone ottenere reazioni al vaccino, che manifestano sintomi per circa tre-sei mesi dopo.

“Ho visto 60-70 pazienti nel mio studio negli ultimi 12 mesi che hanno avuto reazioni simili.

“Ho visto altre persone con dolore al petto, mancanza di respiro, palpitazioni cardiache.”
L’ATAGI ha bloccato i secondi richiami (quarta vaccinazione) per la maggior parte delle persone sotto i 30 anni, a meno che non siano specificamente a rischio, per timori di effetti collaterali.

“Un trentenne che si ammala di Covid probabilmente non avrà problemi rispetto a un 60 o 70enne”, ha detto all’inizio di questo mese il professor Cheng, membro dell’ATAGI.

“Ma più dosi prendi, meno benefici ne trai e quindi iniziamo a preoccuparci di causare effetti collaterali.”

I dati del governo affermano che ci sono stati almeno 136.000 casi di reazioni cardiovascolari avverse correlate al vaccino su 63 milioni di dosi di vaccinazione.

Monica Eskandar, di Sydney non ha potuto conseguire il diploma a causa della pericardite indotta dal vaccino che, per ironia, era l’unica ragione per cui si era vaccinata.

“Sono stata costretta a prendere il vaccino per sostenere l’esame di maturità”, ha detto la Monica Eskandar al giornalista Ben Fordham. ‘Comunque il giorno in cui l’ho preso, ho avuto una reazione avversa”.

“Dopo essere andata da molti specialisti e test, hanno scoperto che avevo la pericardite come risultato diretto del vaccino. Sono stata in cura per sei mesi.

“Ho avuto forti dolori, e l’ironia di tutte le ironie, ero troppo malata per sostenere l’esame di maturità dopo tutto questo.”

Ha rivelato come ha dovuto combattere con i medici per ottenere la diagnosi dopo che i suoi sintomi sono stati ripetutamente negati.

I medici inizialmente hanno insistito sul fatto che la condizione colpisse solo i maschi, non le ragazze adolescenti, ma lei ha insistito fino a quando un’ecografia ha finalmente confermato la diagnosi.

“Ho ricevuto il mio primo vaccino e ho subito iniziato a sentirmi male”, ha detto. «Il mio braccio si è gonfiato e mi faceva male. Sono tornata a casa ho fatto un pisolino.

‘Non appena mi sono svegliata, i miei occhi erano molto gonfi. Ho avuto un’eruzione cutanea e le mie labbra erano molto gonfie.
“Mia madre ha chiamato l’ambulanza e, mentre aspettavamo l’arrivo dell’ambulanza, ho avuto un forte dolore: non era limitato ad un punto, era come un crampo in tutto il petto.

«Non riesci a respirare. Non puoi sederti, non puoi sdraiarti. È orribile. Ti senti davvero come se stessi avendo un infarto.

“Mi stavo tenendo il petto e ho detto a mia madre che c’era qualcosa che non andava nel mio cuore”.
I paramedici le hanno fatto un ECG e sospettato che fosse pericardite e l’hanno indirizzata a vedere un medico che le ha detto di andare a casa, prendere Panadol e riposare per alcuni giorni.

“È quello che ho fatto, ma è peggiorato”, ha detto. “Ha iniziato a diffondersi alla mia spalla e alla mia schiena e non riuscivo a dormire, non riuscivo a mangiare. Non potevo letteralmente muovermi.

“È stato orribile, assolutamente orribile.”

Dopo che l’ecografia ha confermato la pericardite correlata al vaccino Covid, Monica Eskandar è stata esonerata da una seconda dose di vaccino e dotata di un cardiofrequenzimetro 24 ore su 24.

Ora ha dovuto recuperare l’ultimo anno dopo aver perso gli esami di maturità.

“Dopo 13 anni di scuola, non ho sostenuto il mio esame”, ha rivelato.

Il vaccino Covid è stato anche collegato alla miocardite, che è simile ma solitamente più grave della pericardite, in cui lo strato intermedio della parete cardiaca si infiamma.

Può portare a insufficienza cardiaca e morte improvvisa e può comportare l’inserimento di un pacemaker.

Ma la “Therapeutic Goods Administration” (TGA) australiana, ente governativo di farmacovigilanza, ha scoperto che il rischio aumenta sostanzialmente dopo i vaccini a base di mRNA per ragazzi di età compresa tra 12 e 17 anni e uomini sotto i 30 anni.

“Questi vaccini a mRNA sono molto pro-infiammatori”, ha affermato il dott. Walker. ‘È molto raro avere una miocardite conclamata in cui i cuori come una grande borsa floscia non pompano bene.

‘Ma ho visto molte persone avere dolore al petto, mancanza di respiro, palpitazioni e il loro cuore sembrava a posto.
“Hanno la prova di alcuni cambiamenti sull’ECG o di qualche danno cardiaco sugli esami del sangue.”

Fino alla fine di ottobre, TGA ha avuto 704 segnalazioni di miocardite da 44,2 milioni di dosi Pfizer di Pfizer e 115 da 5,4 milioni di dosi di Moderna, con un solo decesso per miocardite correlato al vaccino covid.

ATAGI raccomanda ancora un primo booster/terza vaccinazione per la popolazione generale poiché i benefici superano i rischi.

Ma ha bloccato l’approvazione della quarta dose per la maggior parte degli under 30 dopo aver stabilito che il rischio rispetto al potenziale beneficio lo rendeva non necessario.

Un terzo richiamo/quinto vaccino non è stato ancora approvato per la popolazione generale durante l’estate, nonostante l’attuale epidemia.

ATAGI ritiene che il grande pubblico possa aspettare fino all’avvicinarsi dell’inverno e di un nuovo possibile focolaio prima della prossima campagna di vaccinazione.

Il TGA ha aggiunto: “Sulla base delle prove attuali, i benefici della vaccinazione a livello di popolazione continuano a superare di gran lunga i rischi per i vaccini a mRNA”.

FONTE

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Nuovo Codice deontologico dei medici: “Sarà vietato sconsigliare il (Dio) V.”

Read Next

La protezione dal Covid? Sta in una tazzina…al sole

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock