• Dicembre 10, 2022

La 28enne californiana Tiffany Daly con mielite trasversa dopo Moderna. Pubblicato studio sui casi di mielite trasversa dal prof.Fitzsimmons dopo la malattia che ha colpito il fratello il giorno dopo il vaccino Moderna

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Tiffany Daly, 28enne di Long Beach in California, ha raccontato il suo calvario dopo il vaccino Moderna ai giornalisti di NBC 7 San Diego Investigates.

“Prima del vaccino ero molto attiva, facevo sempre escursioni, camping, qualsiasi cosa”, ha detto Daly. “Tutto quello che potevo fare fuori, lo facevo”.

Daly stava lavorando in un negozio di metalli a Long Beach, in California, il 22 luglio, quando improvvisamente ha perso la sensibilità alle gambe ed è collassata. Ha trascorso più di una settimana in ospedale sottoponendosi a numerose TAC e risonanze magnetiche. Un neurologo alla fine le ha diagnosticato una mielite trasversa.

Daly, che non aveva mai sentito parlare di questa patologia prima, ha spiegato: “È un’infiammazione alla colonna vertebrale. La maggior parte delle persone affette da questa malattia ce l’ha dal collo fino alle dita dei piedi, e sono molto fortunata ad averla solo dalla vita alle dita dei piedi”.

La mielite trasversa provoca dolore, debolezza muscolare, paralisi, problemi sensoriali o disfunzione della vescica e dell’intestino. Ci sono molte cause, comprese infezioni e disturbi del sistema immunitario come la sclerosi multipla. Daly ha detto, tuttavia, che era completamente sana prima ed è rimasta scioccata quando il medico ha detto che il suo caso improvviso è stato probabilmente causato dalla sua prima dose del vaccino covid Moderna, che ha ricevuto più di sei settimane prima che le sue gambe diventassero insensibili. 

“Ero solo confusa, perché ero paralizzata e avevo paura, sai?” ha detto Daly. “E questa è l’ultima cosa che volevo sentire: ero paralizzata a causa del vaccino Moderna”. 

Tiffany Daly, che non ha un’assicurazione sanitaria, non ha lavorato abbastanza a lungo da poter beneficiare dei diritti dei dipendenti a tempo pieno. Dopo essersi ammalata, si è trasferita nella casa di sua madre ad Oceanside, nella contea di San Diego, in una comunità di pensionati, dove sua madre è ora la sua badante a tempo pieno.

William Fitzsimmons, che è il fondatore di Tutela Pharmaceuticals, è anche assistente professore nel dipartimento di fisiologia e biofisica del College of Medicine dell’Università dell’Illinois a Chicago. 

“In realtà, una gran parte dei casi di mielite è idiopatica, il che significa che non scopriamo mai la causa, ma anche i vaccini sono stati associati alla mielite”, ha detto Fitzsimmons a NBC 7 Investigates.

Fitzsimmons ha documentato la relazione tra i vaccini covid e la mielite trasversa, pubblicando un articolo sul Social Science Research Network.

“Volevo rendere consapevoli gli operatori sanitari che questa potrebbe essere una reazione avversa a questi vaccini in modo che li segnalassero e diagnosticassero e curassero adeguatamente i pazienti”, ha spiegato Fitzsimmons.

Anche la ricerca di Fitzsimmons è nata da un caso personale. Il caso che ha studiato ha riguardato suo fratello, Bob. 

“Mio fratello aveva 63 anni”, ha detto Fitzsimmons. “Era sano, faceva jogging quasi tutti i giorni e ha ricevuto la sua seconda dose del vaccino Moderna ad aprile. Dopo aver ricevuto quella dose, nel giro di un giorno ha iniziato a provare intorpidimento, sensazione di formicolio, dolore agli arti inferiori. Entro due giorni dalla vaccinazione, non era in grado di camminare. È stato ricoverato in ospedale per forti dolori ed è stato in ospedale per una settimana”.

Finora, delle oltre 420 milioni di dosi somministrate negli USA, ci sono state 219 segnalazioni di casi di vaccini covid e mielite; 84 di questi erano collegati al vaccino Moderna, 103 al vaccino Pfizer e 30 al vaccino Johnson & Johnson. In due casi non è stato segnalato il nome del vaccino.

Fitzsimmons ritiene che questi numeri siano sottostimati. 

“Si basa tutto su segnalazioni spontanee”, ha detto Fitzsimmons. “Non vengono raccolte tutte le informazioni”.

Tiffany Daly e sua madre, Cathy, hanno segnalato il caso al CDC e l’hanno inviato al database VAERS. Hanno anche presentato report a Moderna, Food and Drug Administration e al Department of Health and Human Services. In tutti i casi, ha detto Tiffany, hanno ricevuto una risposta generica ed è stato assegnato un numero identificativo.

Fitzsimmons, a nome di suo fratello Bob, ha segnalato il suo caso a Moderna e al CDC e ha anche affermato di non aver ricevuto alcun feedback. 

“Non erano interessati a seguirmi e alla fine di aprile mi hanno indicato che non pensavano che questo fosse un segnale utile ai fini della sicurezza perché non vedevano una segnalazione sproporzionata di mielite con vaccini covid rispetto ad altri vaccini”, ha detto Fitzsimmons.

NBC 7 Investigates ha contattato Moderna e il Dipartimento di Sanità Pubblica per chiedere informazioni sulle segnalazioni di mielite trasversa e i vaccini covid, ma non c’è stata alcuna risposta.

“Sai, vivo con pochissima pensione”, ha detto la madre Cathy Daly alla NBC 7. “Fondamentalmente hanno detto solo: ‘Fai quello che devi fare.’ Non c’era nessun, ‘Vai qui per chiedere aiuto, vai lì per chiedere aiuto.’ Non c’era niente.”

Tiffany Daly, che non vuole essere un peso finanziario per sua madre, ha affermato che le sono state negate le prestazioni di invalidità. L’azione legale contro il produttore del vaccino è molto complessa. 

“Ci sono molte cose che complicano la situazione per persone come Tiffany e mio fratello”, ha detto Fitzsimmons. “L’anno scorso il segretario dell’HHS (segretario del Dipartimento della salute) Alex Azar ha firmato il PREP Act, che in realtà limita la responsabilità dei produttori e degli operatori sanitari relativi alla pandemia di COVID-19“.

Ora la 28enne Tiffany Daly non può guidare o tornare al lavoro che svolgeva prima. 

“Potrei stare in piedi con il bastone, ma se non avessi un bastone non potrei farcela”, ha detto Daly. “Sembra un po’ come avere sempre spilli e aghi”.

Cathy Daly, la madre, avrebbe dovuto viaggiare e godersi la pensione, ma ora si prende cura della sua unica figlia, giurando di non lasciarla mai.

Cathy si emoziona parlando di sua figlia. 

“Quindi, sì, ecco perché sono disposta a rinunciare a tutto”, ha detto Cathy. “Devo solo riportarla dove deve essere perché non è giusto. Sai, non è giusto. Ma io sono qui e ci sarò sempre, e sarò sempre il suo avvocato. Penso che sia davvero importante”.

FONTE

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Indagini sul decesso di Camilla Canepa. I sanitari potrebbero essere accusati di omissione di atti di ufficio e non essere coperti dallo scudo penale

Read Next

Oltre trecento vigili senza vaccino a Roma. Il numero dei non vaccinati supera le previsioni. Incontro con i sindacati per l’applicazione delle disposizioni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock