• Maggio 21, 2024

La campionessa 27enne si accascia durante la gara di Coppa del Mondo. La diagnosi del medico è da shock!

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Le scene terribili della campionessa che si accascia non sono state mostrate in televisione. La 27enne finlandese Erika Jänkä è c.rollata durante la gara di Coppa del Mondo di Biathlon a Hochfilzen in Austria, ma solamente oggi, un mese dopo, è emerso quanto successo in seguito con i test medici a cui si è sottoposta.

Erika Jänkä era c.rollata i.mprovvisamente a metà gara. Lo staff finlandese ha subito cercato di approfondire la causa di questo c.rollo e l’atleta ha definito le parole del medico “una terribile notizia shock”. Ad Erika Jänkä, dopo la gara di Hochfilzen, è stato riscontrato i.mprovvisamente il diabete.

L’atleta ne parla solo ora, ripercorrendo i momenti d.rammatici della diagnosi dopo la gara di Coppa del Mondo dello scorso 8 dicembre. Jänkä stava andando al primo tiro in piedi quando “tutto è diventato nero” e i.mprovvisamente non vedeva più. La 27enne è c.rollata, ma fortunatamente il personale medico è arrivato rapidamente e ha potuto trasportala subito in ospedale.

“E’ stata probabilmente la competizione più drammatica della mia carriera e allo stesso tempo la più spaventosa. Ricordo che prima del tiro ho iniziato ad avvertire qualcosa di strano. Mi sentivo disorientata”, dice Jänkä.

Una volta in ospedale, sono stati fatti vari esami e la diagnosi è stata una sorpresa. Il m.alore è stato causato da una forma i.mprovvisa di diabete.

La glicemia era molto alta, era in uno stato iperglicemico. I medici austriaci hanno iniziato ad allarmarsi e ovviamente anche quelli della squadra finlandese, sbalorditi per la m.alattia che aveva colpito una giovane sana e atleta di livello internazionale, nonostante ci fossero casi di diabete tipo 1 in famiglia.

La successiva doccia fredda è arrivata quando il dottore austriaco si è mostrato scettico sul fatto che la sua carriera nel biathlon potesse continuare.

Nei giorni successivi Jänkä ha ricevuto altre informazioni dalla dottoressa della nazionale finlandese Katja Mjösund, che invece l’ha incoraggiata a non abbandonare il biathlon.

Jänkä ha ricevuto aiuto da più parti ed è tornata in Coppa del Mondo a Ruhpolding, in Germania, 32 giorni dopo. “Volevo dimostrare di potercela fare. La prima gara è stata molto emozionante”, dice ora l’atleta.

Erika Jänkä, tuttavia, è consapevole che il resto della stagione richiederà un adattamento alla m.alattia. Allo stesso tempo, sogna una svolta a livello di Coppa del Mondo. “Negli sport d’élite in gara ci sono sempre piccoli margini e questi margini diventano facilmente ampi, se hai problemi di salute o qualcos’altro. Spero che, conoscendo la m.alattia, mi possa adattare meglio”, conclude la campionessa finlandese.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Si ritira uno degli allenatori più famosi d’Europa eletto “allenatore del secolo”. L’annuncio oggi: “ho una p.ericardite!”

Read Next

Servizio televisivo andato in onda ieri. Tre giovani atleti d.anneggiati dal v. – il VIDEO

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO