• Dicembre 2, 2022

Austria. Si dimette il cancelliere Schallenberg. Fallimentari le sue politiche restrittive nei confronti dei non vaccinati

Aveva imposto, per la prima volta in Europa, lo scorso 14 novembre, una forma di “lockdown” per i non vaccinati, ma la misura restrittiva si è rivelata da subito un fallimento. I contagi sono aumentati con i vaccinati senza controllo e dopo quattro giorni è stato deciso un lockdown totale. Anche la sua idea di obbligo vaccinale dal prossimo 1 febbraio è ancora una bozza indefinita e, per molti aspetti, difficilmente attuabile. Dopo questo disastro politico, oggi pomeriggio, giovedì 2 dicembre, il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg ha rassegnato le dimissioni. La notizia della rinuncia al mandato è stata riportata dall’agenzia Apa. Schallenberg era subentrato al cancelliere Sebastian Kurz, leader del Partito Popolare in cui milita anche Schallenberg, lo scorso 11 ottobre. Kurz, travolto dallo scandalo “corruzioni” e indagato per falsa testimonianza dinanzi alla Commissione d’inchiesta relativa ad episodi di corruzione per aver utilizzato illegittimamente fondi del Ministero delle Finanze tra il 2016 e il 2018, oggi ha annunciato il ritiro dalla vita politica.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Una gomma da masticare per ridurre la diffusione del virus?

Read Next

29enne muore per tromboembolia polmonare il 28 novembre, 6 giorni dopo il vaccino Moderna. Il 25 novembre scriveva su Facebook: “Ho fatto il vaccino, da ieri non riesco a respirare”