• Marzo 2, 2024

La Francia allenta le restrizioni Covid, incluso l’uso della mascherina all’aperto

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


La Francia ha iniziato a revocare le restrizioni sul coronavirus, tra cui l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto mercoledì nel tentativo di facilitare la vita quotidiana dei cittadini, dividendo l’opinione pubblica poiché il paese solo il mese scorso ha riportato infezioni da Covid-19 record.

Anche i limiti di capacità del pubblico per sale da concerto, partite sportive e altri eventi sono stati rimossi.

La mossa inizia un allentamento in due parti dei cordoli annunciati alla fine di gennaio – nonostante il paese abbia raggiunto livelli record di casi giornalieri il mese scorso – e arriva mentre anche Inghilterra e Danimarca hanno allentato le loro restrizioni.

La Francia “sarà in grado di revocare la maggior parte delle restrizioni adottate per frenare l’epidemia a febbraio” grazie al nuovo pass vaccinale, che ha sostituito il pass sanitario, ha annunciato il primo ministro Jean Castex a gennaio.

Dal mese scorso è stata richiesta la prova dei record di inoculazione per i nuovi pass, necessari per accedere a tutto, da bar e ristoranti ai trasporti pubblici a lunga percorrenza.

In precedenza, il pass sanitario poteva essere ottenuto con un recente test Covid-19 negativo, una possibilità che il governo ha successivamente negato nel tentativo di convincere più persone a ottenere vaccini Covid.

La seconda fase della rimozione dei cordoli vedrà i locali notturni, chiusi da dicembre, riaprire il 16 febbraio e le aree pubbliche saranno riaperte in occasione di concerti, eventi sportivi e bar.

Mangiare e bere sarà consentito anche negli stadi, nei cinema e nei trasporti pubblici da allora.

Parigi non ha subordinato l’allentamento delle restrizioni all’andamento della situazione sanitaria.

Le autorità considerano la minaccia della variante Omicron come limitata e meno pericolosa rispetto ai precedenti ceppi del virus, anche se è più contagiosa.

“Abbiamo visto una debole inversione di tendenza negli ultimi giorni, con meno casi dichiarati ogni giorno rispetto a sette giorni prima”, ha riferito il portavoce del governo Gabriel Attal alla radio France Info martedì.

Una media di 322.256 casi sono stati registrati nei sette giorni precedenti, secondo gli ultimi dati, rispetto ai 366.179 di una settimana fa.

Attal lo ha definito un “segnale molto incoraggiante”, ma ha detto che i funzionari “rimangono cauti” a causa di una sotto-variante “molto contagiosa” di Omicron che sembra aver riacceso il picco delle infezioni in altri paesi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Covid-19: il Quebec rinuncia finalmente a tassare i cittadini non vaccinati

Read Next

Ai genitori non vaccinati sarà VIETATO vedere i propri BAMBINI malati negli ospedali dell’Australia occidentale

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock