• Giugno 25, 2022

La Repubblica Ceca distrugge 45.000 dosi di vaccino AstraZeneca

MIGLIAIA di vaccini AstraZeneca sono destinati a essere distrutti nella Repubblica Ceca a seguito delle segnalazioni di eventi avversi e del successivo crollo della domanda del vaccino Covid.

Almeno 45.000 vaccini potrebbero andare sprecati mentre la data di scadenza si avvicina rapidamente. Secondo i funzionari di Praga, i vaccini ASTRAZeneca COVID-19 scadranno il mese prossimo e il vaccino, che è disponibile solo per gli over 60, è poco richiesto a causa dei possibili effetti collaterali.

Circa 55.000 dosi del vaccino sono state importate nella Repubblica Ceca e sono tutte destinate a scadere entro la fine di ottobre, ha riferito la stazione radio ceca IROZHLAS.

Si prevede che quasi 10.000 vaccini saranno utilizzati come seconda dose, ma i lotti rimanenti sembrano dover essere distrutti a meno che la domanda non aumenti di nuovo.

L’attuale domanda per il vaccino è incredibilmente bassa, poiché i dati citati nel rapporto mostrano che solo 36 persone hanno richiesto il vaccino AstraZeneca per la loro prima dose questo settembre, e solo 776 persone hanno ricevuto quel vaccino finora.

A luglio e agosto, circa 1.200 richieste di vaccino hanno riguardato il vaccino AstraZeneca – una piccola percentuale rispetto alle 860.000 persone che hanno richiesto la prima dose in quel periodo.

Ma già, più di 14.000 dosi del vaccino AstraZeneca sono state gettate via nell’ultimo mese a causa della mancanza di interesse da parte del pubblico, secondo i media cechi.

Parte del motivo del forte calo della domanda di vaccini AstraZeneca è stato attribuito al fatto che il ministero della salute ceco ha raccomandato che i vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson COVID-19 siano somministrati solo a coloro che hanno più di 60 anni da luglio.

La misura è stata adottata dopo le segnalazioni di coaguli di sangue potenzialmente mortali rilevati in alcune persone più giovani dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca.

Ma mentre i casi segnalati sono molto rari, diversi paesi, inclusa la Repubblica Ceca, hanno limitato o smesso di distribuire quel vaccino.

Il portavoce del Ministero della Salute ceco, Daniel Koppl, ha riferito che il governo dubita di essere in grado di utilizzare la grande quantità di vaccini rimanenti prima che scadano il mese prossimo.

Praga aveva recentemente donato oltre 200.000 dosi di AstraZeneca ad altri paesi, ma a causa dei processi legali e burocratici indispensabili per tali accordi, stavolta non ci sarà abbastanza tempo per organizzare la donazione.

Questo si verifica dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha invitato le nazioni che hanno surplus di vaccini a condividerli con i paesi in via di sviluppo.

L’onorevole Koppl ha dichiarato che parte del problema è rappresentato dal fatto che le dosi inutilizzate sono già state distribuite in tutta la Repubblica ceca.

Ha riferito a Radiozurnal: “La legge non ci consente di donare questi vaccini, perché nel momento in cui vengono rimossi dalla catena di distribuzione controllata, ci si aspetta che vengano utilizzati. Non possono essere trasferiti”.

fonte

eVenti Avversi

Read Previous

Dopo Heather Parisi, anche Lorella Cuccarini si esprime sul vaccino Covid

Read Next

INCREDIBILE – Dirigente Pfizer ammette: “Israele è una specie di laboratorio per i vaccini Covid”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.