• Aprile 20, 2024

L’agenzia del farmaco australiana TGA richiede informazioni con urgenza alla Pfizer dopo il report BMJ sui dati falsificati

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Nelle ultime ore, l’agenzia del farmaco australiana TGA ha chiesto informazioni alla Pfizer in relazione al report pubblicato nei giorni scorsi dal British Medical Journal sui dati falsificati durante i trial.

Lunedì 8 novembre la questione è stata affrontata anche in un articolo di The Conversation, noto giornale online di inchiesta australiano.

Il British Medical Journal riporta la testimonianza di Brook Jackson, ex direttore regionale di Ventavia Research Group, società che avrebbe falsificato i dati della terza fase di sperimentazione del vaccino covid Pfizer.

Brook Jackson ha detto al British Medical Journal di essersi ripetutamente lamentata con i suoi superiori della cattiva gestione dei trial, dei problemi di sicurezza dei pazienti e dell’integrità dei dati.

In un’e-mail diffusa tra i dirigenti dell’azienda nell’agosto 2020, un elenco di “punti di azione” includeva tre membri del personale con cui “esaminare il problema del diario elettronico/falsificare i dati, ecc.”

Secondo Brook Jackson, i partecipanti potrebbero essere stati “non oscurati”, il che significa che il personale è stato in grado di vedere chi aveva ricevuto il vaccino Pfizer e chi aveva ricevuto il placebo.

Così potrebbero potenzialmente aver influenzato il modo in cui sono state raggiunte le conclusioni.

Il British Medical Journal ha parlato in forma anonima con altri due ex dipendenti della Ventavia, che hanno “confermato ampi aspetti della denuncia di Jackson”.

Uno di questi dipendenti ha affermato che i problemi sono persistiti dopo le dimissioni di Brook Jackson. In diversi casi, ha affermato il dipendente, a Ventavia mancava un numero sufficiente di dipendenti per eseguire il tampone a tutti i partecipanti allo studio che avevano riportato sintomi simili al covid, nonostante il covid sintomatico confermato in laboratorio fosse l’obiettivo principale dello studio.

Un altro ex dipendente ha affermato che la Ventavia era nervosa e si aspettava una verifica federale della sua sperimentazione sui vaccini, ma non è mai arrivata.

“Le persone che lavorano nella ricerca clinica sono terrorizzate dagli audit della FDA”, afferma Jill Fisher, professoressa di medicina sociale presso la School of Medicine dell’Università della Carolina del Nord. Ha detto di essere sorpresa che la FDA non abbia mai ispezionato l’azienda.

Il dottor Aseem Malhotra, cardiologo britannico e attivista per la salute pubblica, ha affermato che il rapporto del British Medical Journal è “assolutamente scioccante”.

“Questa dovrebbe essere una grande notizia internazionale”, ha detto il dottor Malhotra alla stazione radio londinese LBC. 

“Quella sperimentazione Pfizer, quella sperimentazione fondamentale … ​​a causa di quei dati, milioni e milioni di persone hanno preso il vaccino”.

Ha detto di aver ricevuto entrambe le dosi del vaccino “molto presto” quest’anno nonostante non fosse ad alto rischio, per proteggere i suoi pazienti.

“Ciò che ora è molto chiaro è che non c’è una riduzione significativa della trasmissione dall’assunzione del vaccino”, ha detto.

Il dottor Malhotra ha affermato che le accuse “non sono così sorprendenti se si guarda alla storia dell’integrità della ricerca dell’industria farmaceutica che risale a molti anni fa”, e che per molto tempo le decisioni cliniche sono state “prese su basi incomplete, distorte e in molti casi potenzialmente dati non veritieri”.

“Purtroppo il motivo per cui non è stato affrontato è perché non ci sono stati interventi o sanzioni efficaci contro l’industria farmaceutica”, ha affermato.

“Tra il 2009 e il 2014, la maggior parte delle prime 10 aziende farmaceutiche ha pagato multe di circa 13 miliardi di dollari per nascondere dati su danni, commercializzazione illegale di farmaci, manipolazione dei risultati, e nulla sembra essere cambiato davvero nel sistema.”

Il dottor Malhotra ha citato l’esempio di GlaxoSmithKline, che nel 2012 ha pagato sanzioni per 3 miliardi di dollari, ma “ha guadagnato 25 miliardi di dollari nello stesso periodo, nessuno è stato licenziato, nessuno è stato arrestato”.

“Quindi questa è la prassi per molte di queste aziende”, ha detto.

FONTE

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

L’atleta di triathlon Suzanne Newell non riesce più a camminare dopo il vaccino covid. La sua testimonianza alla manifestazione “Real Not Rare” davanti alla sede della Corte Suprema a Washington

Read Next

Israele terrà la prima esercitazione al mondo per testare la prontezza per la nuova variante Covid

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock