• Giugno 16, 2024

Lancet: “La rilevanza epidemiologica della popolazione vaccinata contro COVID-19 è in aumento”. Alias: QUESTI VACCINI NON FUNZIONANO

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Si prevedeva che gli elevati tassi di vaccinazione COVID-19 riducessero la trasmissione di SARS-CoV-2 nelle popolazioni riducendo il numero di possibili fonti di trasmissione e quindi riducendo l’onere della malattia COVID-19.

Dati recenti, tuttavia, indicano che la rilevanza epidemiologica degli individui vaccinati COVID-19 è in aumento.

Nel Regno Unito è stato descritto che i tassi di attacco secondario tra i contatti domestici esposti a casi indice completamente vaccinati risultano simili ai contatti domestici esposti a casi indice non vaccinati (25% per vaccinati vs 23% per non vaccinati).

12 delle 31 infezioni nei contatti familiari completamente vaccinati (39%) sono sorte da casi indice epidemiologicamente collegati completamente vaccinati. Il picco di carica virale non differiva in base allo stato di vaccinazione o al tipo di variante [[1]].

In Germania, il tasso di casi sintomatici di COVID-19 tra i completamente vaccinati (“infezioni rivoluzionarie”) è riportato settimanalmente da 21. Luglio 2021 ed era del 16,9% in quel momento tra i pazienti di 60 anni e più [[2]].

Questa percentuale sta aumentando di settimana in settimana ed è stata del 58,9% su 27 Ottobre 2021 (Figura 1), fornendo prove chiare della crescente rilevanza dei vaccinati come possibile fonte di trasmissione.

Una situazione simile è stata descritta per il Regno Unito.

Tra la settimana 39 e 42, un totale di 100.160 casi di COVID-19 sono stati segnalati tra i cittadini di 60 anni o più. 89.821 si sono verificati tra i vaccinati (89,7%), 3.395 tra i non vaccinati (3,4%) [[3]].

Una settimana prima, il tasso di casi di COVID-19 per 100.000 era più alto tra il sottogruppo dei vaccinati rispetto al sottogruppo dei non vaccinati in tutte le fasce di età di 30 anni o più.

In Israele è stato segnalato un focolaio nosocomiale che ha coinvolto 16 operatori sanitari, 23 pazienti esposti e due familiari. La fonte era un paziente COVID-19 completamente vaccinato. Il tasso di vaccinazione è stato del 96,2% tra tutti gli individui esposti (151 operatori sanitari e 97 pazienti). Quattordici pazienti completamente vaccinati si ammalarono gravemente o morirono, i due pazienti non vaccinati svilupparono una malattia lieve [[4]].

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) identificano quattro delle prime cinque contee con la più alta percentuale di popolazione completamente vaccinata (99,9-84,3%) come contee ad “alta” trasmissione [[5]].

Molti decisori presumono che il vaccinato possa essere escluso come fonte di trasmissione. Sembra essere gravemente negligente ignorare la popolazione vaccinata come possibile e rilevante fonte di trasmissione quando si decide sulle misure di controllo della salute pubblica“.

Figura 1
Figura 1Tassi di vaccinazione e proporzioni di persone completamente vaccinate tra i casi sintomatici di COVID-19 (≥ 60 anni) in Germania tra i 21. Luglio e 27. Ottobre 2021 sulla base dei rapporti settimanali del Robert Koch-Institute 
[[2]]

Leggi il testo completo: The epidemiological relevance of the COVID-19-vaccinated population is increasing – The Lancet Regional Health – Europe

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Vaccinazione: “Esito”, “Lo farò”… Come le donne considerano la 3a dose di fronte ai rischi di disturbi mestruali

Read Next

Bolsonaro ribadisce che non ci sarà alcun “passaporto sanitario” in Brasile, “La libertà è sopra ogni altra cosa”

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock