• Dicembre 4, 2022

L’estate volge al termine con un bilancio agghiacciante di decessi prematuri e inspiegati. Ancora decine di vittime di malore improvviso negli ultimi giorni. Il più giovane aveva 19 anni


Malore fatale a 46 anni, muore noto imprenditore agricolo

A soli 46 anni se ne è andato Gianluca Zeiro titolare dell’agriturismo Villa Zeiro e molto conosciuto anche nell’ambiente del tuning delle auto.

CAPANNOLI. Si è spento all’età di 46 anni Gianluca Zeiro, titolare del ristorante agrituristico di Villa Zeiro. A causare il decesso un probabile malore.


Tragedia nella notte: colpita da un malore improvviso, donna viene trovata morta

Il dramma in una baita situata in località Muslone. Sul posto i tecnici del soccorso alpino e i sanitari del 118.

A nulla è valsa la disperata chiamata al numero unico per le emergenze, così come la corsa dei sanitari del 118 e dei tecnici del soccorso alpino della stazione della Valle Sabbia: quando medici e infermieri hanno raggiunto la baita dove la donna stava trascorrendo la notte, per lei non c’era ormai più nulla da fare. Il dramma si è consumato nella tarda serata di sabato, in una malga situata nei boschi sopra l’abitato di Muslone, frazione di Gargnano. La vittima è una donna di 64 anni.


Malore alla guida, Fabrizio Mossuto si schianta contro un albero e muore sulla Braccianense: aveva 35 anni

Fabrizio Mossuto, un uomo di 35 anni di Canale Monterano, è morto nella notte del 25 agosto a causa di un incidente stradale, sulla Braccianese.

La tragedia si è consumata intorno alle 23:30 circa sulla via Braccianese Claudia, all’altezza del bivio con via delle Grotti. Fabrizio Mossuto, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, avrebbe perso il controllo del suo Suzuki Jimny, sbattendo contro un albero a bordo strada. Fatale l’impatto. 

Sul posto sono giunti i soccorsi del 118, che hanno tentato il tutto per tutto e trasportato l’uomo all’ospedale Padre Pio di Bracciano. Quando l’ambulanza è arrivata a destinazione, per il 35enne non c’era più nulla da fare. Saranno ora i carabinieri del nucleo radiomobile di Bracciano a ricostruire la dinamica. Al momento esclusa nessuna ipotesi, dal malore improvviso, o una distrazione alla guida. Il mezzo è stato sequestrato. 


Malore in pieno centro a Poggio, muore un 45enne

La vittima è Roberto Roma, un venditore di prodotti tipici del sud Italia.

La salma è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per svolgere l’esame autoptico e accertare le cause del decesso.

La vittima, Roberto Roma, aveva 45 anni e lavorava come venditore di prodotti tipici del sud Italia, che portava facendo la spola con il suo furgone. Sarebbe arrivato nella tarda serata di sabato nel centro del paese per fermarsi in un bar dopo aver cenato in un ristorante.Poco dopo tuttavia, secondo i racconti dei testimoni, avrebbe detto di non sentirsi troppo bene e così è stato accompagnato al suo furgone parcheggiato nella stessa piazza. Purtroppo però non è servito molto tempo agli avventori del bar per capire che il malore non era passeggero.Da lì la chiamata al 118 intorno all’una di domenica. I sanitari sono accorsi subito, in primis con un’ambulanza di Sant’Agostino Soccorso che ha prestato le prime cure del caso. Dopo poco è stato richiesto l’intervento dell’automedica che non ha potuto fare altro che constatare il decesso.


Gianluca Amadei morto a Pesaro: albergatore stroncato da un malore

Aveva 51 anni, fatale un infarto mentre era in casa con la moglie e uno dei figli. Con la sua società gestiva tre hotel in città: Figaro, Promenade e Blumen

Aveva51 anni Gianluca Amadei, vicepresidente degli albergatori della città. Aveva 3 hotel. Viveva a Soria. Ieri mattina alle 8, mentre era in casa con la moglie ed uno dei figli, è stato stroncato da un infarto. Fulminato. Non c’è stato nulla da fare. Lascia oltre, al padre Carlo, la moglie Roberta, due figli Giovanni di 25 anni e Gianmarco di 19 e due fratelli Roberta e Stefano.


Stroncata da malore donna di 37 anni

È morta al Pronto soccorso di un ospedale di Roma, durante la mattinata di ieri, una giovane originaria di Orbetello. Si chiamava Nicla Maiuri, la donna scomparsa prematuramente all’età di 37 anni.

Leggi di più


Valmontone, muore per un malore in vacanza: l’addio a Federico

Un improvviso malore, mentre si trovava in vacanza in Calabria, ha portato via troppo presto Federico, 27enne valmontonese di una famiglia conosciuta e stimata da tutta Valmontone.

Si tratta dell’ennesimo lutto giovanile: nel giro di tre mesi a Valmontone sono scomparsi quattro giovani tra i 24 e i 35 anni.


Malore in strada per il dipendente del noto bar: muore davanti agli occhi dei passanti

Inutili i soccorsi. Il 53enne si è accasciato ed ha perso la vita in piazza della Repubblica a Sant’Antimo intorno

Un uomo di 53 anni è morto ieri in strada, nei pressi di piazza della Repubblica a Sant’Antimo. È stato colto da un malore e si è accasciato a terra davanti agli occhi increduli dei passanti. I soccorsi dei presenti e poi del personale del 118 rapidamente accorso non hanno potuto fargli salva la vita.L’uomo era il dipendente di un noto bar di corso Unione Sovietica, l’Imperial. Le cause del decesso non sono state rese note, ma l’ipotesi più probabile è che sia stato ucciso da un arresto cardiocircolatorio.


Carmine Alemanno morto in un incidente, forse ha avuto un malore

Pizzaiolo, 52 anni, lascia la moglie e tre figli. Lo schianto in via Antico Squero. Dolore al Bagno Singita, dove aveva lavorato per anni

Ravenna, 26 agosto 2022 – “Carmine era una persona buona, sempre col sorriso sulle labbra, che cercava di superare le difficoltà della vita guardando avanti”. Al bagno Singita la notizia della morte di Carmine Alemanno, 52 anni, per anni il pizzaiolo del noto stabilimento di Marina di Ravenna, è più di un pugno nello stomaco. Un malore potrebbe essere la causa all’origine dello schianto in auto nel quale l’uomo, ieri poco prima delle 15.30, ha perso la vita. Un incidente in un certo senso atipico, avvenuto nel punto in cui via Antico Squero incrocia via Montecatini. Una curva a gomito, il muro di una casa proprio di fronte, eppure nessun segno di frenata.

Leggi di più


Colpita da un malore fatale nell’Alto Garda, chi è la vittima

Si trovava con il marito, nulla fino a quel momento aveva fatto presagire cosa sarebbe accaduto.

La vittima è Claudia Gramatica, 64 anni: nella serata di sabato si trovava con il marito in località Valzava a nord della frazione di Muslone. La donna è stata colta da un improvviso malore che, purtroppo, non le ha lasciato scampo. A nulla è infatti valso l’intervento immediato da parte della V delegazione bresciana del Soccorso Alpino (Stazione della Valsabbia) e dell’elisoccorso alzatosi in volo da Sondrio. Sul posto anche i Vigili del Fuoco.


Cade per un malore improvviso, Paolo muore annegato in pochi centimetri d’acqua

Paolo Andreetto è morto annegato in pochi centimetri d’acqua dopo aver avuto un malore in bici ed essere caduto in un fossato che costeggia la strada.

Un malore improvviso, forse una crisi epilettica mentre era da solo in sella alla sua bicicletta, si è rivelato fatale per un 31enne veronese di Pressana deceduto in un fossato che costeggia la carreggiata stradale. Paolo Andreetto, questo il nome della vittima, è morto annegato in pochi centimetri d’acqua dopo essere caduto nel fossato e impossibilitato a muoversi.

L’assurda tragedia, che si consumata nel pomeriggio di mercoledì scorso, scoperta solo per caso quando un passante e amico ha notato la bici riversa e poi il corpo del trentunenne in acqua.

Leggi di più


Volontario trovato morto in camera da letto: probabile malore

L’uomo, un 40enne, è stato soccorso ma per lui non c’è stato nulla da fare

E’stato trovato questa mattina senza vita, nella sua camera da letto. Si è spento per un malore Alessandro Bartoli, 40enne volontario di Badia a Ruoti.

A fare la drammatica scoperta sono stati i familiari: hanno subito chiamato i soccorsi. I sanitari si sono recati nell’abitazione, attivando anche l’elisoccorso Pegaso. Ma ogni sforzo è stato vano: non è rimasto loro che constatare il decesso. 


Savona, doppia tragedia in poche ore: due uomini muoiono per un malore fatale mentre erano in spiaggia

Doppia tragedia sulle spiagge Savonesi nel giro di poche ore nella giornata di mercoledì 24 agosto 2022.

Come raccontato dall’Ansa, infatti, due uomini di 68 e 50 anni hanno perso la vita a poche ore di distanza l’uno dall’altro mentre si trovavano a mare in provincia di Savona. A nulla sono serviti i soccorsi dei bagnini, per entrambi fatali due malori.

I due decessi di Savona, giunti a causa di malori improvvisi e fatali per le due vittime di 68 e 50 anni, sono soltanto gli ultimi di questa estate torrida che ha causato numerose morti in spiaggia.


Litiga per un parcheggio e accusa malore, morto 48enne

VIBO VALENTIA, 23 AGO – Un uomo di 48 anni è morto dopo avere accusato un malore durante un diverbio per un parcheggio. E’ accaduto poco dopo la mezzanotte a Zambrone, in provincia di Vibo Valentia.

La vittima, residente a Portosalvo, frazione di Vibo Valentia, a quanto è stato possibile apprendere, avrebbe avuto una discussione con alcuni giovani per un parcheggio. La discussione sarebbe proseguita in un bar vicino alla stazione del paese dove l’uomo si trovava in compagnia della moglie e dei due figli.
    Probabilmente il confronto si è ulteriormente acceso ed è degenerato in una lite. E’ stato a quel punto che il quarantottenne ha accusato un malore e si è accasciato a terra.
    Inutili i soccorsi attivati dai presenti: per l’uomo non c’è stato nulla da fare.
    Sull’episodio indagano i carabinieri, coordinati dalla Procura di Vibo Valentia. Sono anche state acquisite le immagini di videosorveglianza per identificare tutti i protagonisti e ricostruire la dinamica della tragedia. (ANSA).


Siponto, uomo stroncato da un malore: vani 38 minuti di rianimazione in spiaggia

Si tratterebbe di un 46enne originario di Motta Montecorvino. Sul posto, insieme ai sanitari del 118, anche i carabinieri che dovranno identificare la vittima.

Gli operatori del 118 intervenuti questo pomeriggio, sulla spiaggia di Siponto, hanno fatto tutto il possibile per strappare alla morte un 46enne originario di Motta Montecorvino stroncato da un malore in mare.


Malore in strada, 53enne muore davanti ai passanti

Napoli – Un uomo di 53 anni è morto ieri in strada, nei pressi di piazza della Repubblica a Sant’Antimo. È stato colto da un malore in strada e si è accasciato a terra davanti agli occhi increduli dei passanti.

 I soccorsi dei presenti e poi del personale del 118 rapidamente accorso non hanno potuto fargli salva la vita.

L’uomo era il dipendente di un noto bar di corso Unione Sovietica, l’Imperial. Le cause del decesso non sono state rese note, ma l’ipotesi più probabile è che sia stato ucciso da un arresto cardiocircolatorio.  


Muore in casa per un malore, la compagna in stato di shock non chiama i soccorsi per giorni

Una donna di 64 anni ha vegliato il cadavere del compagno per giorni dopo che l’uomo è morto per un malore nel suo appartamento di Prato. La donna, sconvolta, non è riuscita a chiamare i soccorsi.

Un uomo di 63 anni è morto per un malore nel suo appartamento di Prato e la compagna, sconvolta dall’accaduto, non è riuscita a chiamare i soccorsi per giorni. La 64enne protagonista della vicenda non ha risposto neppure al cellulare e al citofono.

Leggi di più


Muore a 19 anni per un malore in mare. Il nonno : ” Era sanissimo”

Ha fatto solo un tuffo in quel mare di cui conosceva ogni tratto e ogni fondale. Ma qualcosa è andato storto, Lorenzo Guerrieri, universitario romano di 19 anni non è più riemerso dalle acque di Ventotene.

Esperto sub, non aveva con sé l’attrezzatura, aveva deciso di non scendere di nuovo negli abissi come il pomeriggio precedente. Aveva solo accompagnato gli altri sull’imbarcazione in appoggio alle attività di diving organizzate per le immersioni e lo snorkeling. Erano le 10 di ieri mattina quando si è tuffato per un bagno in località Le Sconciglie nei pressi di Punta Mamma Bianca. Non vedendolo i compagni si sono tuffati intuendo fosse accaduto qualcosa: lo hanno trovato adagiato sul fondale, a circa 20 metri, lo hanno preso e riportato in superficie e adagiato all’interno dell’imbarcazione ricondotta a gran velocità nel porto dell’isola.

Affidato ai soccorsi del personale del 118, per Lorenzo non c’è stato nulla da fare.Gli operatori hanno provato per un’ora a rianimarlo. Ma il suo corpo non ha reagito. Resta ora da accertare se la tragedia sia riconducibile ad un improvviso e sconosciuto malore o, se tuffandosi in acqua, il giovane abbia urtato da qualche parte, contro uno scoglio o un altro oggetto presente in acqua. Bisognerà attendere l’esito dell’autopsia, disposta dalla Procura della Repubblica di Cassino. Ieri pomeriggio il corpo del 19enne è stato trasportato sul continente a mezzo nave di linea diretta a Formia. Ad attendere la salma i genitori, Alessandra Fionelli e Giovanni Guerrieri, travolti dal dolore, da quando al mattino hanno ricevuto la notizia. Una ditta di onoranze funebri ha poi provveduto al trasporto della salma presso l’obitorio dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino dove sarà eseguito l’esame autoptico.


Lariano, 51enne muore per un malore all’Ontanese: Andrea Ciafrei era di Artena

Un lutto improvviso nella mattinata di ieri ha colpito la comunità di Artena. Andrea Ciafrei, di 51 anni, è morto a seguito di un malore mentre stava facendo una passeggiata nella zona del parco dell’Ontanese, nella vicina Lariano, meta privilegiata da parte di chi vuole fare attività sportiva all’aria aperta, o anche solo passeggiare nel verde dei boschi larianesi.

Un giro come tanti altri, che aveva fatto anche nei giorni precedenti come da abitudine insieme ad altre persone, ma che ieri mattina, purtroppo, non ha potuto terminare. Un malore improvviso, infatti, lo ha visto cadere in terra, sbattendo la testa, per non rialzarsi più. Inutili i soccorsi sopraggiunti sul posto, insieme agli agenti della Polizia Locale di Lariano. I sanitari hanno provato invano a eseguire le manovre salvavita, salvo arrendersi al tragico epilogo. Il povero Andrea, che lascia moglie e due figli, è infatti spirato prima che si potesse trasportarlo in Ospedale.


San Donato, la 56enne Laura Taverna stroncata da un malore. “Insegnante straordinaria”

Era molto conosciuta nel Sud Milano, dove ha insegnato per anni: prima al De Andrè di Peschiera e poi all’Itis Mattei.

Moglie di Lorenzo Brocca, ex capogruppo a Mediglia, lascia tre figli.

È stata stroncata da un aneurisma cerebrale la 56enne Laura Taverna, la “prof” sandonatese molto amata dai suoi studenti. Stava preparando le valige per andare al Meeting di Rimini quando, venerdì 19 agosto, è accaduta la tragedia: prima il malore, poi il ricovero d’urgenza in ospedale e infine la terribile notizia della morte prematura, sopraggiunta il giorno successivo.


Malore fatale in strada La vittima è un bancario di 58 anni di Staggia

Si è sentito male per strada, a pochi metri dalla sua abitazione, sotto gli occhi di alcuni passanti. Sono stati proprio loro a dare l’allarme. Purtroppo per lui non c’era più niente da fare. La vittima è un bancario di 58 anni di nazionalità italiana residente a Staggia, sposato. Stando a una prima ricostruzione dell’accaduto, l’uomo stava camminando nei pressi di un cantiere, quando all’improvviso ha accusato un malore, accasciandosi a terra. Alcuni passanti hanno avvertito subito la polizia municipale e il 118 e nel giro di pochi minuti sono arrivati sul posto una pattuglia del comando dei vigili urbani di Poggibonsi, i sanitari e i carabinieri della compagnia valdelsana. Il dipendente bancario 58enne è deceduto per cause naturali, stroncato da un malore improvviso nelle immediate vicinanze della sua abitazione. La notizia del dramma si è diffusa velocemente, suscitando commozione e sconforto nella piccola comunità di Staggia.


Ha un malore improvviso: 49enne muore in casa

Non hanno potuto fare nulla i medici intervenuti sul posto ieri sera a Parabiago, in via Sant’Anna

Un uomo di 49 anni è morto ieri sera, 25 agosto, intorno alle 23 nella sua abitazione di Parabiago per colpa di un malore improvviso.

Leggi di più


Tragedia a Sassari, uomo muore colto da un malore improvviso

Tragedia nel quartiere di Latte Dolce, a Sassari. Un uomo, di cui non sono state rese note le generalità, è morto in via Cedrino dopo aver accusato un malore.

Il conducente si trovava a pochi passi dalla sede dell’Aics, quando ha bloccato improvvisamente l’auto. Due giovani si sono accorti del malessere e hanno prestato immediatamente i primi soccorsi.

Pochi minuti dopo, allertata la sala operativa del 118, è arrivata un’ambulanza del Pass Soccorso e la medicalizzata dell’Ats. I tentativi di rianimazione sono andati avanti per oltre mezz’ora, ma intorno alle 20:30 è stato constatato il decesso. Presenti sul posto anche due pattuglie della polizia di Stato.


Malore improvviso in barca, muore sotto gli occhi di moglie e amici

Si è sentito male in barca

Tragedia nel golfo di Salò: un turista tedesco di 57 anni ha perso la vita mentre era fuori in barca con la moglie e una coppia di amici. Si è sentito male poco prima delle 13.30, stroncato probabilmente da un arresto cardiaco: alla chiamata al 112 è seguito il repentino intervento dei soccorsi, ma purtroppo non c’è stato niente da fare.


Morte improvvisa, addio a Roberto Gambellin, imprenditore e agente immobiliare

Bibione ancora sotto choc per la morte improvvisa di Roberto Gambellin, imprenditore 62enne brillante e generoso che ha contribuito a rendere grande la località.

Gambellin è stato per molti anni presidente di Abit, l’associazione delle agenzie immobiliari turistiche di Bibione. «La scomparsa improvvisa di Roberto ci ha lasciati sgomenti – spiegano gli amici dell’ associazione -. Nemmeno il passare delle ore e dei giorni aiuta a realizzare quanto accaduto in maniera così inaspettata.

Leggi di più


Parcheggia l’auto, poi il malore improvviso: giovane uomo muore in strada

A dare l’allarme sono stati alcuni passanti, ma era ormai troppo tardi: per l’uomo non c’era più nulla da fare

Ha parcheggiato l’auto, poi è sceso e ha percorso pochi metri a piedi prima di accasciarsi sul marciapiede di via Camozzi, a Brescia. Immediato l’allarme lanciato da alcuni passanti che hanno assistito impotenti alla scena: hanno visto l’uomo crollare a terra all’improvviso e hanno allertato il numero unico per le emergenze. La chiamata è scattata poco prima delle 2.30 della notte tra domenica e lunedì.

La macchina dei soccorsi si è mossa rapida: in poco tempo sono sopraggiunte un’ambulanza e un’auto medica, a sirene spiegate. Purtroppo però i sanitari del 118 non hanno potuto fare nulla per la salvare la vita dell’uomo di 50 anni: i tentativi di far ripartire il suo cuore sono stati inutili e dopo alcuni minuti hanno dovuto arrendersi e constatare il decesso. Sono intervenuti anche i carabinieri, per gli accertamenti del caso. Nessun dubbio sulle cause naturali all’origine della morte: il 50enne sarebbe stato vittima di un infarto che non gli ha lasciato scampo. 

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Muore a 19 anni per un malore in mare. Il nonno : ” Era sanissimo”

Read Next

IMPORTANTE – Gli Ordini revocano le sospensioni dopo le pronunce di incostituzionalità dei Tribunali. La delibera dell’Ordine dei Medici Veterinari pubblicata oggi 29 agosto 2022. IL TESTO INTEGRALE