• Gennaio 27, 2023

Nattokinase come aiuto contro i disturbi post-V. e Long Covid causati da proteine spike – STUDIO

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


 Dr. Peter F. Mayer

La proteina spike può causare problemi a lungo termine, soprattutto in seguito a vaccinazioni multiple, ma anche dopo un’infezione naturale. Questi problemi sono noti come sindrome post-vaccino o covida lunga. La medicina convenzionale è in gran parte impotente di fronte ai postumi e agli effetti collaterali delle vaccinazioni a base di mRNA. I medici ortomolecolari e giapponesi, tuttavia, sembrano avere un rimedio.

In queste interviste video su RTV con Florian Schilling, abbiamo spesso parlato della nattochinasi come possibile rimedio. La nattochinasi può sostanzialmente fornire un rimedio alla trombosi. Con il post-vaccino e il covido lungo, viene utilizzato principalmente per eliminare le microtrombosi.

Il natto è un alimento giapponese, non necessariamente digeribile per i non giapponesi a causa del suo odore e del suo sapore, prodotto dalla fermentazione dei semi di soia. Viene utilizzata per produrre, da un lato, la nattochinasi e, dall’altro, la vitamina K2, entrambe molto efficaci in relazione al sangue e al sistema vascolare.

Uno studio giapponese intitolato “Degradative Effect of Nattokinase on Spike Protein of SARS-CoV-2” su 12 uomini giapponesi giovani e sani ha dimostrato che anche una singola dose di 2000 UFC attiva diverse vie di segnalazione fibrinolitica e antitrombotica.

Gli autori riassumono così le loro conclusioni:

“In questo studio abbiamo dimostrato che la nattochinasi, una serina proteasi, degrada la proteina S del SARS-CoV-2. Per verificare se la nattochinasi contenuta nell’estratto di Natto possa inibire l’infezione da SARS-CoV-2, abbiamo analizzato la degradazione della proteina S mescolando il lisato cellulare di espressione della proteina S e la nattochinasi in modo dipendente dalla dose e dal tempo. La RBD della proteina S si lega alla parte di membrana della proteina ACE2. È stato riportato che l’estratto di natto inibisce l’infezione da SARS-CoV-2 in cellule Vero E6 degradando la RBD [16]. Abbiamo dimostrato che la degradazione della proteina S da parte della nattochinasi era bloccata da trattamenti con calore o inibitori proteici. I nostri dati suggeriscono che l’attività proteasica della nattochinasi svolge un ruolo cruciale nella degradazione della proteina S. Nel complesso, questi risultati supportano l’idea che l’inibizione dell’infezione da SARS-CoV-2 da parte dell’estratto di natto sia dovuta alla degradazione della proteina S da parte della nattochinasi. Pertanto, i nostri dati suggeriscono che la nattochinasi e gli estratti di Natto hanno potenziali effetti sull’inibizione dell’ingresso del SARS-CoV-2 nella cellula ospite attraverso la degradazione della proteina S.”

Un post sul blog di LongCovidPharmD fornisce ulteriori spiegazioni. In base a ciò, non solo la nattochinasi degrada le proteine di picco dopo un tempo relativamente breve, ma la nattochinasi sembra aiutare soprattutto in caso di stanchezza, nebbia cerebrale e malessere post-esercizio (PEM). Oltre il 60% ha riportato benefici per la stanchezza e la nebbia cerebrale; il 50% per la debolezza dopo un piccolo sforzo fisico e/o mentale. Altri sintomi aiutati in misura minore sono stati vertigini, aumento della frequenza cardiaca quando si cambia la postura da sdraiati a seduti o in piedi, mancanza di respiro, variabilità della frequenza cardiaca e dolore al petto.

Il post sul blog fornisce anche raccomandazioni per il dosaggio, che è apparentemente relativamente acritico.

ATTENZIONE: Le informazioni contenute nel Sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.
Se si hanno dubbi o quesiti sull’uso di un medicinale è necessario consultare il proprio medico.
Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Altri due infarti in una Mezza Maratona. Il Medico del PS: “Evento Straordinario”, ma è la settima corsa con infarti e decessi in pochi giorni

Read Next

Elon Musk: Neuralink inizierà la sperimentazione umana sul trapianto di chip cerebrali tra sei mesi

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock