• Novembre 26, 2022

Neuropatia e pericardite dopo il vaccino Pfizer. La ventenne Valerie Milford ridotta su una sedia a rotelle

Valerie Milford, 20 anni di Melbourne (Australia), ha ricevuto la sua prima dose di mRNA Pfizer il 13 ottobre.

Come racconta su Instagram, ha sofferto di dolori al petto, dolori muscolari, palpitazioni cardiache e difficoltà respiratorie solo poche ore dopo. Nella notte è andata al pronto soccorso.

I medici le hanno immediatamente diagnosticato una pericardite , un effetto avverso definito in ospedale “molto comune per questi vaccini”, ma che i media mainstream riportano come “estremamente raro”.

A Valerie Milford è stato somministrato ibuprofene ed è stata dimessa dall’ospedale. Sfortunatamente la pericardite era solo l’inizio dei suoi problemi.

Ovviamente l’ibuprofene non ha migliorato le condizioni di Valerie. Tre giorni dopo, sentiva debolezza e pesantezza alle braccia e alle gambe. Valerie Milford ha perso in breve tempo la capacità di camminare a causa del dolore lancinante alle gambe e ai piedi, anch’essi freddi al tatto. Ha anche detto i suoi piedi sembravano “pungere” quando camminava. Questo è un sintomo comune della sindrome di Guillain-Barré . Il suo medico le ha prescritto degli antidolorifici e l’ha rimandata in ospedale.

In ospedale, i medici le hanno detto che la sua condizione non era correlata al vaccino Pfizer e che i suoi problemi medici erano “tutti nella sua testa”. 

Successivamente le è stata diagnosticata una grave neuropatia.

Scrive Valerie Milford il 29 ottobre su Instagram

“È stato difficile per me scrivere di quanto mi è successo, ma ho sentito che era importante farlo.

Mercoledì 13 ottobre ho ricevuto la mia prima dose di Pfizer. Poche ore dopo ho avuto palpitazioni cardiache, dolori muscolari e mi sentivo febbricitante, poi quella notte ho avuto dolori al petto e faticavo a respirare così sono andata al pronto soccorso con mia mamma. Dopo una lunga attesa, mi è stato detto che avevo una pericardite – infiammazione della membrana intorno al cuore. Sono stata mandata a casa e mi è stato consigliato di prendere Nurofen per il dolore. I giorni successivi mi sentivo costantemente debole, stanca e senza fiato. Ero troppo esausta per fare qualsiasi cosa e avevo ancora dolori al petto.

3 giorni dopo, sabato, improvvisamente ho sentito i polsi e le caviglie “pesanti” / deboli e le mani e i piedi hanno iniziato a farmi male. Non ero in grado di camminare e muovere molto le mani a causa del dolore, e a volte i miei piedi si intorpidivano. Il mio medico di famiglia mi ha prescritto degli antidolorifici ma purtroppo non è servito. Vedendo che i miei piedi stavano peggio, sono stata rimandata in ospedale.
I miei piedi e la parte inferiore delle gambe erano freddi al tatto, mi facevano male a ogni movimento e mi sentivo come se mi stessero pungendo quando cercavo di fare un passo. Dopo un’attesa di 6 ore al pronto soccorso, siamo stati chiamati e a questo punto i miei piedi e la parte inferiore delle gambe erano insensibili per essere stati seduti per così tanto tempo.
I primi 2 medici che mi hanno visto non sapevano cosa stesse succedendo, ma mi hanno detto che la mia condizione non era legata a Pfizer, non correlata ai miei nervi e sangue, e che era “tutto nella mia testa” – sì, queste erano state le loro parole esatte. Non mi sembrava di ricevere alcun aiuto a questo punto. Tuttavia, dopo che un altro dottore ha visto che stavo lottando per camminare, mi hanno ricoverato per eseguire alcuni esami e trovare la causa.
3 giorni dopo il mio dottore e neurologo ha confermato che avevo una neuropatia alle mani e ai piedi – un effetto collaterale della mia dose di Pfizer.

Non avevo grossi problemi di salute prima, amavo stare all’aria aperta e mantenermi attiva. Ho ricevuto il vaccino per poter lavorare, nonostante fossi ansiosa, e ora non sono in grado di lavorare a causa del danno da vaccino.

Grazie a tutti per il vostro amore e le vostre preghiere in questo periodo. Attualmente mi sto riprendendo da casa, faccio i controlli con il mio medico di famiglia ogni pochi giorni, ma ho ancora dolori al petto e faccio fatica a camminare a causa del dolore. Ma so che Dio è al mio fianco.
Scrivo tutto questo solo per creare consapevolezza”

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

L’inchiesta giudiziaria accerta che il 41enne inglese Adam Bounds è morto per emorragia cerebrale a causa del vaccino covid

Read Next

Inchiesta “bomba” su Pfizer in onda venerdì 10 dicembre su Channel 4: l’anteprima di “The Guardian”