• Dicembre 2, 2022

Inchiesta “bomba” su Pfizer in onda venerdì 10 dicembre su Channel 4: l’anteprima di “The Guardian”

L’inchiesta televisiva in onda venerdì sera 10 dicembre sull’emittente televisiva inglese Channel 4, dal titolo “The Channel 4 Dispatches investigation Vaccine Wars: The Truth About Pfizer” è stata annunciata dal senior reporter del Daily Mail John Ely con “documenti bomba” riguardanti Pfizer che avrebbe finanziato diversi scienziati per screditare il vaccino AstraZeneca.

“The Guardian” ha dedicato all’inchiesta un articolo dal titolo: ” ‘Muro di segretezza’ nei contratti Pfizer, società accusata di speculazione”.

I Ministri del Governo inglese hanno concordato una “clausola di segretezza” per qualsiasi controversia con il produttore di farmaci Pfizer sulla fornitura di vaccini covid in Gran Bretagna. Gran parte dei contratti del Governo con l’azienda sulla fornitura di 189 milioni di dosi di vaccino sono stati già redatti e qualsiasi contenzioso verrà regolato con un procedimento arbitrale che sarà tenuto segreto.

Questa rivelazione arriva nei giorni in cui Pfizer è accusata da un ex alto funzionario sanitario degli Stati Uniti di “aver tratto profitto speculativo dalla guerra” durante la pandemia. In un’indagine di “Channel 4 Dispatches” che sarà trasmessa venerdì sera, Tom Frieden, che era Direttore dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) sotto Barack Obama, ha dichiarato: “Se ti stai concentrando solo sulla massimizzazione dei tuoi profitti e sei un produttore di vaccino… sei un profittatore di guerra”.

Zain Rizvi, direttore della ricerca presso Public Citizen, un’organizzazione statunitense per la difesa dei consumatori che ha esaminato i contratti globali sui vaccini di Pfizer, ha dichiarato: “C’è un muro di segretezza che circonda questi contratti ed è inaccettabile, in particolare in una crisi di salute pubblica”.

Rizvi ha affermato che il Regno Unito doveva spiegare perché aveva accettato un procedimento arbitrale segreto. Ha detto: “È l’unico paese ad alto reddito che abbiamo visto che ha accettato questa disposizione. Consente alle aziende farmaceutiche di aggirare i processi giudiziari nazionali”.

“Il governo del Regno Unito ha permesso alle aziende farmaceutiche di prendere il comando. Come siamo finiti in una situazione in cui una manciata di aziende farmaceutiche è stata in grado di esercitare così tanto controllo sui Governi più potenti del mondo? Indica un sistema che non funziona”.

Pfizer ha ottenuto consensi per il suo programma di consegna del vaccino, ma la multinazionale statunitense deve affrontare un controllo crescente sulla scala dei suoi profitti e sulla proporzione di dosi che ha somministrato ai Paesi a basso reddito.

Mentre AstraZeneca ha accettato di vendere il suo vaccino a prezzo di costo durante la pandemia, Pfizer voleva assicurarsi i suoi profitti. Il vaccino Pfizer/BioNTech, che ora ha il nome commerciale Comirnaty, sarà uno dei farmaci più redditizi della storia della farmaceutica.

L’indagine di Channel 4 rivela l’analisi di un esperto di ingegneria biologica che afferma che il vaccino Pfizer costa solo 76 centesimi per la produzione per ogni dose. Secondo quanto riferito, è stato venduto per 22 sterline a dose al governo del Regno Unito.

I costi di produzione stimati non includono ricerca, distribuzione e altri costi, ma Pfizer afferma che il suo margine di profitto in percentuale al lordo delle imposte è negli “oltre le 20”. Pfizer prevede di consegnare 2,3 miliardi di vaccini quest’anno con un fatturato previsto di 36 miliardi di dollari (26,3 miliardi di sterline).

Un report del mese scorso della People’s Vaccine Alliance, un insieme di organizzazioni tra cui enti di beneficenza, ha affermato che Pfizer e altre aziende farmaceutiche hanno venduto la maggior parte delle dosi ai paesi ricchi, lasciando i paesi a basso reddito “fuori dai giochi”. Solo il 2% delle persone nei paesi a basso reddito era stato completamente vaccinato. Le aziende farmaceutiche dovrebbero sospendere i diritti di proprietà intellettuale per vaccini, esami, trattamenti e altri strumenti medici relativi al covid..

Pfizer ha dovuto affrontare crescenti accuse di profitti globali eccessivi dopo che il suo partner, la società di biotecnologie BioNTech, ha annunciato nel settembre 2020 che avrebbe ricevuto fino a 375 milioni di euro (320 milioni di sterline) dal governo tedesco per finanziare lo sviluppo di vaccini.

Anna Marriott, responsabile della politica sanitaria di Oxfam (Confederazione Internazionale di Organizzazioni No Profit), ha dichiarato: “È deplorevole che a miliardi di persone in tutto il mondo vengano negati i vaccini in modo che le aziende farmaceutiche possano realizzare profitti osceni. Dato che gli investimenti pubblici sono stati fondamentali per lo sviluppo dei vaccini, è incomprensibile che i monopoli farmaceutici abbiano la priorità sulla vita delle persone”.

Pfizer ha finora promesso 40 milioni di dosi dalla produzione globale a Covax, l’iniziativa sostenuta dalle Nazioni Unite che fornisce vaccini per i paesi a basso reddito. Si tratta di meno del 2% della sua produzione globale per il 2021. L’azienda afferma che mira a fornire almeno due miliardi di dosi ai paesi a basso e medio reddito entro la fine del 2022.

Pfizer ha affermato che la produzione di vaccini è stata la “più grande espansione” nella storia dell’azienda ed è stata orgogliosa di aver consegnato più di 2 miliardi di vaccini a 162 paesi. Ha fornito i paesi a basso reddito a un prezzo senza scopo di lucro e a tutti gli altri paesi è stato offerto il vaccino a un prezzo notevolmente scontato.

La società ha aggiunto: “La pandemia ha evidenziato lo straordinario valore che un vivace settore privato può offrire alla società”. Ha affermato che gli accordi di riservatezza erano una pratica standard. Secondo Pfizer, il costo stimato di 76 centesimi per la produzione del vaccino da parte di un esperto di ingegneria biologica è grossolanamente impreciso e privo di significato perché non riflette i veri costi, inclusi studi clinici, maggiori sforzi di produzione e distribuzione globale.

Il Governo ha affermato che i suoi contratti sui vaccini sono commercialmente sensibili e non ha potuto rivelare ulteriori dettagli. BioNTech non ha risposto a una richiesta di commento.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Neuropatia e pericardite dopo il vaccino Pfizer. La ventenne Valerie Milford ridotta su una sedia a rotelle

Read Next

Sette giovani tedeschi si infettano in Sudafrica nonostante la terza dose