• Marzo 2, 2024

Oscurare il sole per combattere il cambiamento climatico. Fantascienza? No. Ne parlano proprio in questi giorni all’ONU – DOCUMENTO

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Di Igor Chudow

È stato appena pubblicato un nuovo rapporto delle Nazioni Unite. Propone e discute i modi per raffreddare il nostro pianeta limitando la luce solare e oscurando i cieli.

Di che cosa si tratta? Perché oscurare il cielo, tra tutte le cose?

Le Nazioni Unite sono preoccupate per il cambiamento climatico. Poiché gli sforzi per ridurre le emissioni di CO2 stanno vacillando, l’ONU sta cercando altri modi per raffreddare il nostro pianeta. Il rapporto del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) illustra in dettaglio le idee denominate “Modifica della radiazione solare“, il cui scopo è riflettere la luce del sole e impedire che essa riscaldi la superficie del nostro pianeta.

Ecco le idee principali che l’ONU prenderà in considerazione:

  • Iniettare nanoparticelle riflettenti/anidride solforosa nell’atmosfera (iniezione di aerosol stratosferico).
  • Illuminazione delle nuvole basse sopra l’oceano mediante la semina delle nuvole oceaniche con particelle di sale submicroniche.
  • Utilizzo di specchi spaziali, cioè di molti specchi giganti lanciati nello spazio per riflettere la luce solare.

L’ONU spiega che se gli “stakeholder globali” decidessero di procedere, i cieli potrebbero essere oscurati nel giro di pochi anni:

L’SRM è l’unica opzione in grado di raffreddare il pianeta entro pochi anni. Per essere efficace nel limitare il riscaldamento globale, l’SRM dovrebbe essere mantenuto per diversi decenni o secoli, a seconda del ritmo di riduzione delle emissioni e di eliminazione del carbonio.

Il rapporto evidenzia ciò che è innegabile:

  • Si tratta di un intervento planetario non testato
  • Potrebbero esserci effetti disparati su alcune regioni

Tuttavia, se l’esperienza del “vaccino Covid” può essere d’esempio, non dobbiamo aspettarci una revisione attenta e conservativa di tali proposte da parte delle Nazioni Unite.

Iniettare anidride solforosa nel cielo era un male per noi – ora è di nuovo un bene

Questa immagine ci introduce alla tecnologia di oscuramento del cielo presa in considerazione:

Il rapporto spiega che:

Le grandi eruzioni vulcaniche, che introducono grandi quantità di particelle di solfato nella stratosfera, forniscono un analogo naturale per l’impiego di SRM (Figura 4). Ad esempio, l’eruzione del 1991 del Monte Pinatubo21 ha causato un raffreddamento globale di circa 0,3-0,5°C nei due anni successivi22. Un’installazione SAI inietterebbe aerosol in modo continuo nella stratosfera. Si stima che tassi di iniezione continua di 8-16 Tg di anidride solforosa (SO2) all’anno (approssimativamente equivalenti alla quantità stimata di iniezione del Monte Pinatubo nel singolo anno del 1991) ridurrebbero la temperatura media globale di 1°C. Un impianto SAI operativo potrebbe essere scalato per produrre un raffreddamento globale di 2-5°C, anche se con rendimenti decrescenti a tassi di iniezione più elevati.

L’anidride solforosa era un sottoprodotto libero della combustione di carbone e petrolio, emesso nell’atmosfera fino agli ultimi decenni. Gli attivisti ambientali e le autorità hanno concluso che l’anidride solforosa è un gas inquinante che contribuisce alla produzione di piogge acide e causa notevoli problemi di salute.

Avendo avuto la certezza che l’anidride solforosa fosse dannosa per noi, abbiamo speso miliardi di dollari per eliminarla dalle emissioni di carbone e petrolio e per costruire tecnologie di cattura dello zolfo.

Ora si scopre che l’anidride solforosa ci fa bene e che dobbiamo spendere altri miliardi incalcolabili per iniettarla nell’atmosfera.

Vi sembra una cosa stupida?

Una cosa è sicura tuttavia, che gli investitori guadagneranno un bel po’ di soldi dalle “iniezioni atmosferiche di anidride solforosa” subito dopo aver guadagnato miliardi per “eliminare le emissioni di anidride solforosa” dalle centrali a carbone.

Le eruzioni vulcaniche sono stati gli esperimenti della natura

Il documento delle Nazioni Unite indica correttamente che le eruzioni vulcaniche a volte riempiono i cieli di cenere o zolfo, oscurano i cieli per anni e portano a episodi di raffreddamento globale misurabili. L’esempio riportato nel rapporto è la già citata eruzione del Monte Pinatubo nel 1991, che ha temporaneamente raffreddato il nostro pianeta di 0,5 gradi centigradi.

Tuttavia, pagine molto più buie della storia umana sono state associate a vulcani che hanno causato cambiamenti climatici catastrofici.

Per esempio, nel 1600, l’eruzione del Huaynaputina in Perù causò carestie in Europa e meno morti di massa.

In Russia, nel 1601-1603 si verificò la peggiore carestia della storia del Paese, che portò al rovesciamento dello zar regnante. In Svizzera, Lettonia ed Estonia si registrano inverni eccezionalmente freddi nel 1600-1602; in Francia, la vendemmia del 1601 fu tardiva e la produzione di vino crollò in Germania e nel Perù coloniale. In Cina, i peschi sono fioriti in ritardo e il lago Suwa in Giappone ha registrato una delle prime gelate degli ultimi 500 anni.

Quindi, questi progetti di raffreddamento globale potrebbero effettivamente causare un raffreddamento globale al costo di avvelenare l’atmosfera, provocare piogge acide e portare al collasso dell’agricoltura in diverse regioni del mondo.

Non si tratta ancora di piani immediatamente attuabili. Per certi versi, il rapporto delle Nazioni Unite è esplorativo. Nessuno sta costruendo ciminiere giganti che iniettano diossido di zolfo o sta lanciando specchi nello spazio, per ora.

Tuttavia, le solite parti interessate, come Bill Gates, stanno preparando le condizioni giuste perché ciò avvenga:

Prima di tacciare questo pezzo di complottismo, date un’occhiata ai documenti ufficiali dell’UNEP o a riviste di informazione come Popular Mechanics.

Quindi pensare che uno degli uomini più ricchi del mondo abbia convinto le Nazioni Unite a prendere seriamente in considerazione la possibilità di oscurare il cielo dell’intero pianeta, di iniettare nell’atmosfera gas di zolfo che causano piogge acide e di provocare potenzialmente carestie in alcune regioni, che appare come fantascienza, potrebbe essere assolutamente lecito.

Il problema è che queste idee inquietanti sono assolutamente reali! Non è nemmeno la prima volta che vengono attuati piani globali sconsiderati con il sostegno delle Nazioni Unite.

Quelle stesse persone hanno appena fatto assumere al mondo intero i VC19, che non sono stati testati a lungo termine e hanno finito per non funzionare.

Una cosa l’abbiamo imparata: Bill Gates non scherza.

I suoi piani di oscuramento del cielo si realizzeranno?

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Dieci d.ecessi di giovani e m.alori nel mondo del calcio degli ultimi giorni

Read Next

Chiusa l’inchiesta sui morti nel Bergamasco: 20 indagati tra cui Conte, Speranza, Fontana, Brusaferro, Locatelli e Borrelli

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO