• Aprile 20, 2024

Questi stati dell’UE vogliono uccidere il diritto alle comunicazioni private

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


” Sire, date libertà di pensiero! “In Don Carlos Schiller fa dire al Cavaliere di Malta il Marchese di Posa al Re di Spagna Filippo II. Schiller è uno degli autori più rappresentati sui palcoscenici di lingua tedesca, ma ha lasciato la coscienza tedesca generale. E questo nonostante l’opera del proclamatore di libertà non abbia perso nulla della sua attualità politica.

Indispensabilmente legata alla libertà di pensiero è la possibilità di una comunicazione privata e inosservata. La legge doveva essere approvata contro la resistenza delle chiese e dei governanti, a cui Schiller si rivolge nel suo Don Carlos. Ora deve essere nuovamente abolita.

Da circa 45 anni, una quota crescente di comunicazioni viene gestita elettronicamente e digitalmente. Per poter comunicare inosservati, è necessaria la crittografia end-to-end. E da quando esistono, politici inesperti hanno chiesto la possibilità di backdoor.

I politici che affermano che la sicurezza può essere garantita se una comunicazione viene decifrata solo su ordine di un giudice stanno semplicemente documentando la loro ignoranza. Con l’attuale generazione di politici, tuttavia, ciò non sorprende. Un documento trapelato mostra i paesi dell’UE che intendono vietare la messaggistica privata. È il piano per l’abolizione della privacy.

Un sondaggio del Consiglio europeo sulle opinioni dei paesi membri sulla crittografia mostra che la Spagna è fortemente a favore del divieto della crittografia end-to-end, riferisce la rispettata rivista tecnologica Wired . Come di consueto con i tentativi di abolire i diritti fondamentali e imporre sorveglianza e censura, la pretesa è una presunta lotta contro la diffusione di materiale pedopornografico (CSAM ) .

La legge proposta richiederebbe alle piattaforme tecnologiche di scansionare le comunicazioni crittografate, cosa che secondo gli esperti di tecnologia non può essere eseguita senza violare la crittografia.

Apple, Google, Microsoft, Facebook/WhatsApp e altri hanno riconosciuto da tempo che è un vantaggio di marketing per loro poter offrire ai propri clienti sicurezza contro la sorveglianza e contro i criminali. E probabilmente anche dall’onesto sforzo di proteggere i dati dei clienti, di garantirne la privacy e di proteggerli dagli attacchi di hacker criminali. Pertanto, hanno adottato una serie di misure:

  • Crittografia dei dati sul dispositivo
  • Crittografia dei dati nella comunicazione
  • Correzioni continue di bug e vulnerabilità che consentono l’intrusione di criminali (precedentemente Jailbrak in Apple)

Tuttavia, la crittografia è sicura solo se la chiave non è allo scoperto o se qualcuno può essere costretto a fornirla. Pertanto, le ‘chiavi private’, necessarie per decifrare una comunicazione o il contenuto di un dispositivo (smartphone, PC), non vengono memorizzate su server centrali, ma esclusivamente sul dispositivo dell’utente e nascoste nell’hardware in modo tale che non ci si può avvicinare.

WhatsApp, Signal, Telegram, Threema e altri servizi di chat non hanno le chiavi necessarie per intercettare le comunicazioni.

Secondo il documento ottenuto da Wired, la posizione della Spagna sulla crittografia è la più radicale.

“Idealmente, a nostro avviso, sarebbe auspicabile legiferare contro i fornitori di servizi con sede nell’UE dall’adozione della crittografia end-to-end”, hanno affermato i funzionari spagnoli.

Dei 20 paesi membri rappresentati nel sondaggio, 15 supportano il divieto di comunicazioni crittografate end-to-end, afferma il rapporto.

La Polonia ha proposto di introdurre misure che consentirebbero a un tribunale di infrangere la crittografia e consentire ai genitori di decrittografare le comunicazioni dei propri figli.

“È di fondamentale importanza affermare chiaramente nel regolamento CSA che la crittografia end-to-end non è un motivo per non segnalare materiale CSA “, hanno affermato i rappresentanti della Croazia.

Romania: ” Non vogliamo che la crittografia E2EE diventi un ‘rifugio sicuro’ per malintenzionati…”

Slovenia: “ Gli ordini di divulgazione devono necessariamente valere anche per le reti criptate”.

L’Irlanda e la Danimarca vogliono che i messaggi vengano scansionati per CSAM senza vietare la crittografia end-to-end, il che non è possibile. I Paesi Bassi hanno spiegato che è possibile scansionare il contenuto su un dispositivo prima che venga inviato a un destinatario come crittografato.

“Esistono … tecnologie che consentono il rilevamento automatico di CSAM lasciando intatta la crittografia end-to-end “, hanno affermato i funzionari del paese. Questa è semplicemente una sciocchezza.

Altri paesi come l’Ungheria e Cipro hanno sostenuto la proposta in quanto semplificherebbe l’applicazione della legge.

Tuttavia, Italia, Germania, Finlandia ed Estonia sono contrarie alla revoca della crittografia end-to-end. La Germania ha affermato che non sosterrà una legge che consenta la tecnologia che aggiri, modifichi o interrompa la crittografia.

La Finlandia ha invitato la Commissione europea a trovare soluzioni per combattere il CSAM senza compromettere la crittografia.

L’Estonia ha avvertito che le aziende costrette a scansionare i messaggi crittografati sarebbero uscite dal mercato europeo.

L’Italia ha affermato che la proposta “imporrà un controllo generale su tutta la corrispondenza crittografata inviata su Internet”.

Per saperne di più

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Insetti geneticamente modificati “armati”? DOD finanzia il progetto “Insect Allies” da 27 milioni di dollari

Read Next

Aumento del 20.000% dei danni oculari alla retina dopo la vaccinazione contro il COVID-19

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO