• Novembre 27, 2022

Rilevata la presenza di mRNA dei vaccini COVID-19 nel latte materno umano. Nuovo STUDIO

Gli studi clinici iniziali sul vaccino dell’RNA messaggero (mRNA) hanno escluso diversi gruppi vulnerabili, compresi i neonati e alle donne che allattano.

La Food and Drug Administration statunitense ha rinviato la decisione di autorizzare i vaccini mRNA COVID-19 per i bambini di età inferiore ai 6 mesi fino a quando non saranno disponibili più dati a causa del potenziale innesco delle risposte immunitarie dei bambini che potrebbero alterare la loro immunità.

I Centers for Disease Control and Prevention raccomandano di offrire i vaccini mRNA COVID-19 alle donne che allattano al seno, sebbene non sia stato studiato il possibile passaggio di mRNA del vaccino nel latte materno con conseguente esposizione dei bambini a meno di 6 mesi. 

Questo studio ha esaminato se l’mRNA del vaccino COVID-19 può essere rilevato nel latte materno di donne che allattano che ricevono la vaccinazione entro 6 mesi dopo il parto.

Link allo studio: https://jamanetwork.com/journals/jamapediatrics/fullarticle/2781679

eVenti Avversi

Read Previous

Muore a 14 anni il piccolo Giosuè dopo un malore improvviso: disposta l’autopsia

Read Next

VAERS: uomo di 37 anni morto 2 giorni dopo il vaccino contro il vaiolo delle scimmie. Oltre 2000 sintomi registrati dopo il vaccino. È già la seconda vittima