• Maggio 19, 2022

Sicuri ed efficaci? – Il 78% dei decessi covid-19 sono tra i vaccinati, il 47% è l’aumento dei decessi adolescenziali. Segnalazioni di arresti cardiaci ai massimi storici

Al pubblico è stato costantemente ripetuto che i vaccini Covid-19 sono “sicuri ed efficaci al 100%” perché sono stati sottoposti agli stessi rigorosi test che ogni altro vaccino approvato ha superato, nonostante il fatto che ci sia voluto meno di un anno per formulare presumibilmente un vaccino, testarlo e “iniettarlo” in massa.

Oggi possiamo confermare che ci è stato mentito, i vaccini Covid-19 non sono stati sottoposti agli stessi test rigorosi di altri vaccini, non sono né sicuri né efficaci e possiamo dimostrarlo attraverso una ricchezza di dati ufficiali del governo disponibili.

Public Health England è stata ora sostituita da una nuova organizzazione, inventata dall’ex segretario alla salute, Matt Hancock. La nuova organizzazione è ora nota come “UK Health Security Agency”.

La nuova Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito ha pubblicato un report giovedì 30 settembre intitolato ” Rapporto di sorveglianza del vaccino – Settimana 39“, e al suo interno ha pubblicato il numero di presunti casi di Covid-19, ricoveri e decessi dalla settimana 35 alla settimana 38 del 2021, per stato di vaccinazione.

La tabella 2 del rapporto rivela che tra il 30 agosto 2021 e il 26 settembre 2021 ci sono stati un totale di 699.489 risultati positivi ai test per il virus Covid-19 registrati in Inghilterra. Di questi, 316.002 casi erano tra la popolazione non vaccinata, 53.070 erano tra la popolazione parzialmente vaccinata e 273.540 erano tra la popolazione completamente vaccinata.

Fonte – Pagina 14

Ciò significa che i non vaccinati hanno rappresentato il 45% dei casi di Covid-19 per tutto il mese di settembre, mentre le persone che avevano ricevuto almeno una dose di un vaccino Covid-19 hanno rappresentato il 47% dei casi di Covid-19 per tutto settembre.

Ciò è estremamente preoccupante se si tiene conto che 240.077 dei casi di Covid-19 nella popolazione non vaccinata erano riferiti a bambini di età inferiore ai 18 anni.

I bambini vengono testati regolarmente nelle scuole nonostante il fatto che raramente soffrano a causa del virus.

Se rimuoviamo i casi confermati di Covid-19 nei bambini sotto i 18 anni dall’equazione, allora ci ritroviamo con una serie molto diversa di risultati che raccontano una storia completamente diversa.

I casi confermati tra tutti gli adulti non vaccinati di età superiore ai 18 anni tra il 30 agosto e il 26 settembre equivalgono a 75.925. Mentre i casi confermati tra tutti gli adulti che avevano ricevuto almeno una dose di un vaccino Covid-19 equivalgono a 313.292. Pertanto, gli adulti non vaccinati rappresentano solo il 18% dei casi a settembre, mentre gli adulti vaccinati rappresentano il 74% dei casi a settembre.

I dati pubblicati dalla UK Health Security Agency sui casi mostrano anche che il vaccino Covid-19 ha in realtà un’efficacia negativa fino al -66% in tutti gli adulti di età superiore ai 40 anni, con un’efficacia media pari a -50%. Questodato è lontano dall’efficacia del 95% rivendicata dai produttori di vaccini e i dati mostrano effettivamente che gli adulti hanno fino al 66% in più di probabilità di sviluppare Covid-19 se sono stati vaccinati.

Abbiamo trattato in dettaglio l’efficacia negativa dei vaccini Covid-19 in un articolo pubblicato il 1 ° ottobre 2021 che può essere visualizzato qui. Ma questi sono i risultati dell’efficacia dei vaccini per gruppi di età basati sull’equazione utilizzata dai produttori di vaccini per rivendicare un’efficacia del 95% .

Fonte

La tabella 3 del rapporto pubblicato dalla UK Health Security Agency (UKHSA) mostra il numero di persone ricoverate in ospedale dopo essere risultate positive al Covid-19 dal 30 agosto al 26 settembre 2021, per stato di vaccinazione, e la tabella mostra che le cifre sono in realtà peggiori per coloro che sono stati vaccinati.

Il numero di persone non vaccinate ricoverate in ospedale con Covid-19 durante questo periodo è stato di 2.922.

Il numero di persone parzialmente vaccinate ricoverate in ospedale è stato di 356 e il numero di persone completamente vaccinate ricoverate in ospedale è stato di 4.378.

Fonte – Pagina 15

Ciò significa che nel mese di settembre 2021 i non vaccinati hanno rappresentato solo il 38% dei ricoveri per Covid-19, mentre i vaccinati hanno rappresentato il 62%.

La tabella 4 del rapporto pubblicato da UKHSA mostra il numero di decessi che si sono verificati tra il 30 agosto e il 26 settembre entro 28 giorni da un tampone positivo per Covid-19, per stato di vaccinazione, e ancora una volta le cose sono peggiori tra i completamente vaccinati.

Ci sono stati 687 decessi tra i non vaccinati, 110 decessi tra i parzialmente vaccinati e 2.338 decessi tra i completamente vaccinati.

Fonte – Pagina 16

Ciò significa che i non vaccinati rappresentano solo il 22% dei decessi per Covid-19 nel mese di settembre 2021, mentre i vaccinati rappresentano un disastroso 78%.

Ci sono naturalmente quelli che sosterranno che questo sia prevedibile quando la maggior parte della popolazione adulta è presumibilmente vaccinata.

Tuttavia, questa tesi decade quando confrontiamo il numero di decessi che si stanno verificando rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso in cui non una sola persona era ancora stata vaccinata perché non c’era un vaccino Covid-19 disponibile.

Se i vaccini funzionassero, probabilmente vedremmo ancora morti di Covid-19 tra i vaccinati, ma non nella quantità che si sta verificando ora.

Come si può vedere dal grafico sopra, i decessi per Covid-19 sono circa undici volte superiori rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nonostante un programma di vaccinazione di massa e la stagionalità sia dalla nostra parte. Se i vaccini funzionassero, questi sono probabilmente il numero di morti per Covid-19 che ci si aspetterebbe di vedere in pieno inverno, non in piena estate. Ma l’autunno è ormai arrivato, quindi non abbiamo molto da aspettare per vedere quanto disastroso sarà il programma di vaccinazione.

Non sono solo i dati sui casi di Covid-19, i ricoveri e i decessi che dimostrano che i vaccini Covid-19 sono tutt’altro che sicuri ed efficaci, ci sono anche alcuni segnali estremamente preoccupanti in ulteriori dati pubblicati il 27 settembre da Public Health England nel rapporto “Nation Ambulance Syndromic Surveillance System“.

Prevediamo che questo sarà l’ultimo rapporto pubblicato da Public Health England e tutti i rapporti futuri saranno pubblicati dalla Health Security Agency del Regno Unito.

Il rapporto contiene statistiche sul numero di chiamate che richiedono un’ambulanza e sui sintomi a cui si riferiscono le chiamate.

L’ultimo rapporto mostra che le chiamate relative all’arresto cardiaco o respiratorio sono al di sopra sia della media prevista che al di sopra dei livelli pre-Covid-19, e lo sono da giugno 2021.

Fonte

Come si può vedere nel grafico sopra, le richieste di intervento per arresto cardiaco e respiratorio si sono improvvisamente insinuate al di sopra del livello previsto intorno all’inizio di giugno, prima di salire alle stelle a metà luglio, e da allora devono ancora scendere al livello previsto pre-Covid-19.

Un modello simile si è verificato anche nella chiamate che richiedono un’ambulanza a causa di una persona incosciente.

Fonte

La domanda è: cosa ha causato l’improvviso aumento delle chiamate che richiedono un’ambulanza a causa di arresto cardiaco o perdita di coscienza?

Ora è noto che i giovani adulti, gli adolescenti e i bambini (specialmente i maschi) hanno molte più probabilità di soffrire di miocardite a causa delle somministrazioni di vaccino Covid-19 Pfizer o Moderna.

Entrambi i vaccini hanno avuto effetti collaterali aggiunti ai bugiardini dai Regolatori dei Farmaci a causa del sospetto che stiano causando miocardite e pericardite nei giovani adulti, principalmente uomini e soprattutto dopo la seconda dose.

La miocardite è un’infiammazione del muscolo cardiaco, mentre la pericardite è un’infiammazione delle sacche protettive che circondano il cuore. Entrambe sono condizioni estremamente gravi a causa del ruolo vitale che il cuore svolge nel mantenere in vita una persona e del fatto che il muscolo cardiaco non può rigenerarsi. La miocardite grave può portare ad arresto cardiaco.

Quindi è interessante scoprire che il vaccino Covid-19 ha iniziato a essere distribuito ai giovani adulti intorno alla fine di maggio, e poi ai minori di 18 anni alla fine di giugno, in correlazione con l’aumento delle chiamate che richiedono un’ambulanza a causa di arresto cardiaco e perdita di coscienza.

I dati ufficiali del NHS trovati nel ‘Covid-19 weekly announced vaccinations 01 July 2021 – revised‘ che possono essere scaricati qui e consultati sul sito web del NHS qui, mostrano che tra l’8 dicembre 2020 e il 27 giugno 2021, 147.123 persone di età inferiore ai 18 anni avevano ricevuto almeno una dose di un vaccino Covid-19

Possiamo confermare che tutti i documenti pubblicati dal SSN precedenti a questo non includono una fascia di età inferiore ai 18 anni, quindi possiamo quindi supporre che la settimana dal 20 giugno al 27 giugno sia stata la prima settimana in cui migliaia di minori di 18 anni hanno iniziato a ricevere il vaccino Covid-19.

Ma abbiamo anche scoperto qualcos’altro di estremamente preoccupante che è correlato al lancio del vaccino per gli adolescenti e un aumento delle chiamate che richiedono un’ambulanza a causa di un arresto cardiaco.

Per gentile concessione dei dati dell’Office for National Statistics, abbiamo scoperto un aumento significativo del numero di decessi tra gli adolescenti rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Grafico che mostra i decessi tra gli adolescenti di età compresa tra 15 e 19 anni, 2020 vs 2021

L’edizione 2020 di ” Deaths registered weekly in England and Wales “, che può essere scaricata qui e accessibile sul sito web ONS qui, mostra che tra la settimana che termina il 26 giugno e la settimana che termina il 18 settembre 2020, un totale di 148 decessi si sono verificati tra i 15 ei 19 anni.

Fonte

Mentre le edizioni 2021 di “Deaths registered weekly in England and Wales“, che possono essere scaricate qui e accessibili sul sito web ONS qui, mostrano che tra la settimana che termina il 25 giugno 2021 e la settimana che termina il 17 settembre 2021, un totale di 217 decessi si è verificato tra i 15 ei 19 anni.

Fonte

Ciò dimostra che il numero di decessi tra il 19 giugno 2021 e il 17 settembre 2021 tra gli adolescenti di età pari o superiore a 15 anni è stato superiore del 47% rispetto al numero di decessi in questa fascia di età durante lo stesso periodo del 2020 e l’aumento dei decessi è iniziato esattamente nello stesso momento in cui gli adolescenti hanno iniziato a ricevere il vaccino Covid-19, e anche correlato con l’enorme aumento delle chiamate che richiedono un’ambulanza a causa di un arresto cardiaco.

Per riassumere, i dati della UK Health Security Agency mostrano che i vaccinati rappresentano il 47% dei casi di Covid-19, il 62% dei ricoveri e il 78% dei decessi per Covid-19 a settembre. Gli stessi dati mostrano anche che i vaccini hanno effettivamente un’efficacia negativa a partire dal -66% negli over 40.

I dati ufficiali mostrano anche che i decessi per Covid-19 durante il mese di settembre sono stati circa undici volte superiori al numero di decessi per Covid-19 che si sono verificati a settembre 2020 quando non era disponibile un vaccino Covid-19.

I dati di Public Health England mostrano che le chiamate per arresto cardiaco sono aumentate rispetto ai livelli attesi, da quando i giovani adulti hanno iniziato a ricevere il vaccino Covid-19 e schizzato drammaticamente una volta che gli adolescenti hanno iniziato a vaccinarsi (la maggior parte dei quali avrà avuto 19 e 18 anni).

I dati ONS mostrano anche che i decessi tra gli adolescenti sono aumentati del 47% rispetto allo stesso periodo del 2020, da quando hanno iniziato a ricevere i vaccini Covid-19.

Eppure le autorità ripetono incessantemente che i vaccini Covid-19 sono “sicuri ed efficaci al 100%”.

Ti stanno mentendo.

E stanno usando quella bugia per venire a prendere i tuoi figli.

Fonte


Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

19 anni – Muore poche ore dopo il vaccino Pfizer, si era vaccinato all’insaputa dei genitori

Read Next

Saluzzo (Cuneo). 24enne colpito da miocardite dopo seconda dose di vaccino Pfizer

One Comment

  • Grazie per tutto quello che fate. Il vostro lavoro di informazione sta salvando migliaia se non milioni di vite. Continuate per favore

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.