• Dicembre 2, 2022

SVIZZERA La polizia arresta i proprietari di ristoranti che si sono rifiutati di controllare i certificati Covid

Tre ristoratori nella località montana svizzera di Zermatt sono stati arrestati per aver ignorato gli ordini di chiudere bottega dopo essersi rifiutati di controllare i certificati Covid della loro clientela.

Domenica mattina la polizia ha arrestato i tre proprietari. L’ordinanza del governo cantonale prevedeva la chiusura da venerdì per due settimane, per aver violato le norme sugli obblighi di certificato Covid per i commensali. Le porte del ristorante sono state ufficialmente sigillate e blocchi di cemento sono stati posizionati davanti all’ingresso.

Durante il fine settimana, la polizia ha condotto ripetute ispezioni, ma i proprietari del ristorante hanno continuato a servire i clienti. Hanno improvvisato un palco sulle barriere di cemento messe in atto dalle autorità. Il ristorante è diventato un punto d’incontro per le manifestazioni di coloro che sono contro le restrizioni Covid imposte dalle autorità, tra cui il movimento Mass-Voll che ha organizzato proteste in tutto il paese.

Dall’entrata in vigore e dalla successiva proroga del requisito del certificato Covid, la polizia cantonale del Vallese, in collaborazione con la polizia regionale di Zermatt, ha ispezionato più volte il ristorante e lo aveva già denunciato alla procura per comprovate violazioni dell’ordinanza Covid, ha dichiarato la polizia in un comunicato.

La Procura del Cantone ha avviato un’indagine penale.

fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Chi ha ricevuto il vaccino Johnson & Johnson ha maggiori probabilità di sviluppare trombosi del seno venoso cerebrale NUOVO STUDIO

Read Next

LA PANDEMIA DEI VACCINATI – I dati mondiali di 188 paesi dimostrano che i più alti tassi di casi di Covid-19 sono nei paesi più vaccinati