• Ottobre 2, 2022

UK – 30.305 persone sono morte entro 21 giorni dall’assunzione del vaccino covid in sei mesi

Decine di richieste di libertà di informazione (FOIA) sono state fatte a Public Health England (PHE) negli ultimi mesi chiedendo di sapere quante persone sono morte entro 28 giorni dal vaccino Covid-19, ma ogni volta PHE ha affermato di “non essere in possesso delle informazioni richieste”.

È estremamente strano scoprire che PHE non detiene queste informazioni considerando che la loro controparte in Scozia è stata in grado di pubblicare i dati sui decessi entro 28 giorni dall’inizio delle vaccinazioni Covid-19.

Public Health Scotland ha pubblicato le cifre l’ultima volta il 23 giugno 2021 nel “Covid-19 Statistical Report” in cui hanno rivelato che 5.522 persone erano morte entro 28 giorni dall’aver avuto un vaccino Covid-19 tra l’8 dicembre 2020 e l’11 giugno 2021 in Scozia.

PHS è stato anche in grado di rivelare i numeri per marca di vaccino e data in un foglio di calcolo pubblicato trovato qui .

Il foglio di calcolo mostra che 1.877 persone sono morte a 28 giorni dal vaccino mRNA Pfizer, 3.643 persone sono morte entro 28 giorni dal vaccino a vettore virale AstraZeneca e 2 persone sono morte entro 28 giorni dal vaccino mRNA Moderna.

I decessi sono conteggiati come Covid-19 se si verificano entro 28 giorni da un test positivo, tuttavia, all’inizio sono stati conteggiati i decessi come Covid-19, se verificatisi entro 60 giorni da un test positivo.

Sembrerebbe che PHE sia stata in grado di eludere le richieste fatte per conoscere il numero di decessi dopo il vaccino Covid-19 grazie a un tecnicismo.

Questo tecnicismo riguarda il numero di giorni utilizzati nella richiesta, perché abbiamo scoperto che i dati sui decessi post vaccino covid sono effettivamente in loro possesso.

Il segreto è nel numero di giorni post vaccino, quindi non i decessi dopo 28 giorni, ma entro 21.

Le cifre sono state appena pubblicate inavvertitamente dall’Office for National Statistics.

Un rapporto pubblicato dall’ONS il 13 settembre 2021 è stato un chiaro tentativo di ingannare il pubblico facendogli credere che la maggior parte dei decessi per Covid-19 si verifichino tra la popolazione non vaccinata.

Ma i parametri utilizzati nel loro rapporto includono un’enorme fascia di decessi che si sono verificati durante la seconda presunta ondata di Covid-19 nel gennaio 2021, quando quasi nessuno era ancora stato vaccinato.

Il punto di interruzione è stato il 2 luglio 2021, il che significa che le morti che si sono verificate durante la terza ondata estiva che stiamo attualmente vivendo non sono state incluse.

Come si può vedere dal grafico sopra preso dal Dashboard Covid-19 dei governi del Regno Unito, la stragrande maggioranza dei decessi covid-19 durante il periodo utilizzato nel rapporto ONS, si è verificata durante la seconda ondata quando il programma vaccinale era appena iniziato, quindi ovviamente la stragrande maggioranza dei decessi si è verificata tra la popolazione non vaccinata.

Tuttavia, se ONS avesse deciso di coprire la terza ondata che stiamo attualmente vivendo, avremmo visto che il 75% delle persone che sono morte con Covid-19 erano in realtà vaccinate e solo il 25% delle persone che sono morte non erano vaccinate.

La tabella 5 del “Rapporto di sorveglianza dei vaccini” di Public Health England trovato qui, mostra che tra il 9 agosto e il 5 settembre 2021 ci sono stati 600 decessi covid-19 tra la popolazione non vaccinata, 97 decessi tra la popolazione parzialmente vaccinata e 1.659 decessi tra la popolazione completamente vaccinata.

Quindi, come potete vedere, la stragrande maggioranza dei decessi durante questa attuale ondata di Covid-19 si stanno verificando tra la popolazione vaccinata, ma ovviamente ONS non voleva che si sapesse, quindi l’hanno tralasciato.

Di certo non c’era intenzione di rivelare il numero di decessi entro 21 giorni dal vaccino Covid-19.

La tabella 1 del rapporto ONS (che si trova qui) è un tentativo di mostrare quanto i vaccini Covid-19 siano stati in grado di prevenire le morti.

Ma non bisogna dimenticare che hanno considerato solo i primi 6 mesi dell’anno in cui la stragrande maggioranza dei decessi si è verificata quando la maggior parte della popolazione non era ancora stata vaccinata.

Tuttavia, nel tentativo di ingannare il pubblico, facendogli credere che i vaccini Covid-19 abbiano funzionato per prevenire le morti, l’ONS ha rivelato che 30.305 persone sono morte entro 21 giorni dal vaccino Covid-19 in Inghilterra, tra il 2 gennaio e il 2 luglio 2021.

Come potete vedere,14.265 persone sono morte entro 21 giorni dalla prima dose e 4.388 persone sono morte entro 21 giorni dalla prima dose, per Covid-19.

Altre 11.470 persone sono morte entro 21 giorni dalla seconda dose di vaccino Covid-19 e 182 persone sono morte entro 21 giorni dalla seconda dose, per Covid-19.

Pertanto 30.305 persone sono morte entro 21 giorni dal vaccino Covid-19 in Inghilterra durante i primi 6 mesi del 2021.

Ciò che è interessante notare qui è che altre 123.796 persone sono morte 21 giorni o più dopo aver avuto il vaccino Covid-19, e siamo molto ansiosi di sapere quante di queste si sono verificate dopo 28 giorni, o anche 60 giorni dopo, considerando che hanno usato e usano ancora questo perametro per contare i decessi Covid-19.

Per ora dobbiamo accontentarci di conoscere il numero ufficiale di persone che sono morte in Inghilterra entro 21 giorni dal vaccino Covid-19 durante i primi 6 mesi del 2021, e quel numero è 30.305, e dubitiamo che sia un numero che le autorità volevano che sapessimo.

fonte

eVenti Avversi

Read Previous

“Rivoglio solo la mia vita indietro” 16enne che ha sviluppato sintomi neurologici dopo il vaccino

Read Next

Francia – Legge sull’obbligo vaccinale in arrivo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.