• Ottobre 2, 2022

“Rivoglio solo la mia vita indietro” 16enne che ha sviluppato sintomi neurologici dopo il vaccino

Sarah Green era una 16enne sana, fino a quando non ha sviluppato problemi neurologici dopo aver ricevuto il vaccino COVID di Pfizer. Ma i medici hanno detto che i suoi nuovi tremori, tic ed emicranie debilitanti non potevano essere causati dal vaccino.

Sarah ha ricevuto la sua seconda dose di Pfizer il 4 maggio e ha immediatamente sperimentato un mal di testa alla base del collo che si irradiava alle tempie. Ha detto che sembrava di essere stata “investita da un autobus”. Ha fatto un pisolino nella speranza di poter dormire.

Il mal di testa non è mai scomparso e lentamente, nel corso di tre settimane, Sarah ha sviluppato piccole contrazioni facciali.

“La notte del 23 maggio, sono andata da mio padre perché il mio collo aveva iniziato a contrarsi ogni 15 secondi”, racconta Sarah.

Dopo che i sintomi di Sarah hanno iniziato a peggiore, i suoi genitori l’hanno portata all’ospedale Johnston Health di Smithfield, nella Carolina del Nord.

All’arrivo i medici hanno notato che Sarah aveva tremori costanti, anche il piede destro di Sarah aveva un tremore.

L’EEG, la risonanza magnetica con e senza contrasto e le scansioni TC di Sarah erano normali. Dopo due giorni il dottore è entrato e ha detto che Sarah aveva una contrazione nervosa e aveva bisogno di un consulto psichiatrico.

Durante la risonanza magnetica con contrasto, la madre di Sarah ha raccontato che sua figlia ha smesso di respirare e ha dovuto essere tirata fuori dalla macchina e intubata. Due ore dopo il dottore ha riferito che avrebbero mandato Sarah a casa.

“Hanno detto che era solo un segno di eaurimento nervoso e che aveva bisogno di vedere un terapeuta”.

Il vaccino non è stata la prima cosa a cui la famiglia della giovane ha pensato quando i sintomi della figlia sono iniziati.

Quando Green ha chiesto al medico se il vaccino potesse essere la causa delle condizioni di sua figlia, si è messo sulla difensiva e ha risposto: “Non possiamo incolpare di tutto il vaccino”.

Green ha riferito che la risposta del medico è stata frustrante.

“Come puoi dire di non sapere di cosa si tratta ma affermare che il vaccino non ne è la causa?”

“Non appena abbiamo detto che era il vaccino, era come se volessero farci uscire da lì abbastanza velocemente”.

I sintomi di Sarah sono progressivamente peggiorati nel tempo, ma l’unica opzione di trattamento raccomandata a lei era un farmaco simile a Benadryl.

La famiglia ha segnalato il danno da vaccino di Sarah al Centers for Disease Control and Prevention’s (CDC) Vaccine Adverse Event Reporting System (I.D. 1354500)e Pfizer.

“Quando ho chiamato Pfizer mi hanno fatto rispondere a poche domande e mi hanno detto che se fossero insorti nuovi sintomi avrei dovuto avvisarli in modo che loro aggiornassero il rapporto”, ha riferito Green.

“Quando ho richiamato una seconda volta hanno detto di aver perso il rapporto. Quando ho chiesto se qualcun altro avesse chiamato per gli stessi sintomi, hanno detto ‘no'”.

Sarah Green era sana e viveva la sua vita in piena salute prima di essere vaccinata,adesso è molto preoccupata per i bambini dai 12 anni in giù che ricevono il vaccino.

“Basterebbe riconoscere il problema e risolverlo, ma almeno informare le persone su cosa dover curare”, ha detto.

“Voglio solo che la mia vita torni”, ha detto Sarah. “Tutto è stato appena messo in attesa. Ho dovuto abbandonare le mie lezioni universitarie perché non so scrivere e ho appuntamenti medici. Le mie emicranie sono così gravi che devo sedermi in una stanza buia senza luce o dispositivo e sedermi per ore. “

La madre di Sarah confessa di sentirsi in colpa per non aver approfondito di più sul vaccino prima che sua figlia andasse a sottoporvisi.

Ora si sente impotente perché “senti che non c’è niente che tu possa fare e nessuno che possa aiutarti”.

fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

GRAVE – Oltre 14.000 persone vaccinate, ricoverate o morte per Covid

Read Next

UK – 30.305 persone sono morte entro 21 giorni dall’assunzione del vaccino covid in sei mesi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.