• Gennaio 27, 2023

Un Elefante davanti al Municipio per sensibilizzare sui danni da V.

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


L’Elefante nella stanza (“The Elephant in the room“) rappresenta un’espressione tipica della lingua inglese per indicare una verità che, per quanto ovvia, viene ignorata o minimizzata. L’espressione si riferisce, quindi, ad un problema molto noto ma di cui nessuno vuole discutere. L’idea di base è che un elefante dentro una stanza sarebbe impossibile da ignorare; quindi, se le persone all’interno della stanza fanno finta che questo non sia presente, il loro comportamento mira ad evitare di affrontare il problema.

Nei giorni scorsi un elefante a grandezza naturale è stato messo fuori dall’ingresso del Municipio di Orlando, nella contea di Orange in Florida. I residenti avevano organizzato un incontro con il Sindaco della Contea, il democratico afroamericano Jerry Demings, ex capo della polizia di Orlando e direttore della sicurezza della Contea di Orange, per parlare dei danni da vaccino. Il gonfiabile è servito a ricordare che c’è “un elefante nella stanza”.

L’elefante è stato portato dalla sezione locale del gruppo We Are Change, un’organizzazione apartitica dedicata alla ricerca della verità, ha detto l’organizzatore Justin Harvey al quotidiano The Florida Standard.

“Il nostro motto è essere il cambiamento che desideriamo vedere nel mondo. Siamo concentrati su questioni che riguardano la nostra salute e le nostre libertà”, afferma Harvey.

Harvey e il gruppo sono stati molto attivi contro l’obbligo dei vaccini e le restrizioni COVID dall’inizio della pandemia.

“Abbiamo lavorato per smascherare le bugie, l’ipocrisia e i pericoli dei vaccini e per rendere le persone al potere consapevoli di ciò che hanno fatto”, afferma Harvey.
Martedì 29 novembre i residenti della contea di Orange hanno portato nelle aule del Consiglio le loro testimonianze sui danni da vaccino per la seconda volta, dopo la riunione del Consiglio dello scorso 15 novembre.

“La nostra missione è fare in modo che quante più persone possibile si facciano avanti e raccontino le loro storie in un contesto pubblico, in modo che chi è al potere non possa più ignorarlo. Le lesioni da vaccino sono l’elefante nella stanza. Lo facciamo per dimostrare al sindaco e ai commissari che queste persone sono reali e che non possono essere ignorate”, spiega Harvey.

In precedenza, quando erano in vigore gli obblighi vaccinali e prima che il governatore della Florida Ron DeSantis intervenisse per impedire ai governi locali di imporre restrizioni tiranniche e vaccinazioni obbligatorie, Justin Harvey e il suo gruppo hanno sostenuto 500 vigili del fuoco di Orange County che hanno rifiutato il vaccino.

Ora è determinato a fare tutto il necessario per richiamare l’attenzione su come i vaccini covid hanno causato danni e morte.

“Vogliamo che quante più persone possibile siano presenti e testimonino alla prossima riunione del Consiglio dei Commissari il 13 dicembre alle 9:00. È molto importante che coloro che sono stati danneggiati siano resi pubblici”, afferma Harvey.
Già nel primo incontro, il 15 novembre, in una riunione speciale del consiglio dei commissari di della contea di Orange presieduta dal sindaco della contea di Orange Jerry Demings, i cittadini avevano raccontato le loro storie sui danni e sui decessi subiti dopo aver assunto il vaccino covid. Avevano anche espresso la loro indignazione per le misure restrittive adottate dalla contea.

“Hai costretto i dipendenti della contea di Orange a scegliere tra il lavoro che avevano e un trattamento sanitari che non volevano. Hai denigrato pubblicamente coloro che hanno resistito al tuo autoritarismo biomedico. Altri, li avete licenziati”, ha detto Chris Messina, residente della contea, durante la riunione.

Claire Dukstein, un’insegnante di yoga di 22 anni, ha raccontato al Consiglio la sua storia di danneggiata dal vaccino.

“Sono stata portata a credere che fosse sicuro ed efficace. Dopo averlo preso, mi sono svegliata nel cuore della notte con il braccio destro e tutta la faccia in fiamme”, ha detto Dukstein, e ha iniziato a piangere. “Per diciotto mesi sono stata in fiamme”, ha detto, affermando che le è stata diagnosticata la neuropatia delle piccole fibre, la neuropatia autonomica, la POTS (sindrome della tachicardia posturale ortottica) e la CIDP (polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica) a seguito del vaccino covid.

Dukstein ha raccontato la sua storia di essere passata da sana insegnante di yoga a giovane donna disabile che soffriva costantemente. La parte più difficile, ha detto Dukstein, è che le persone non le credono: “Presumono che io stia mentendo o che io sia anti-vaxx, nessuna delle due cose è vera”.

Un medico, Rod Martin, è venuto alla riunione in camice da ospedale, affermando di aver lavorato la sera prima.

“La quantità di danni da vaccino che ho visto, … che in realtà non sono coperti dalle notizie, non vengono resi pubblici, è davvero preoccupante. Molte persone che lavorano nel campo medico… mi infastidiscono davvero, la quantità di persone che ne vengono danneggiate, ma non viene detto pubblicamente e non lo capisco davvero. Ho visto più ictus arrivare a causa del vaccino”, ha detto.

Lori Bontell, residente a Orlando, ha chiesto ai politici a capo della contea di usare i loro pubblici poteri per indagare sulle morti per covid negli ospedali. Ha affermato che gli ospedali ricevono incentivi monetari attraverso il CARES Act (la legge introdotta nel marzo 2020 che prevede finanziamenti miliardari nell’ambito della gestione della pandemia) per uccidere i loro pazienti per mezzo dei protocolli di trattamento del CDC.

“Lo so bene perché mia sorella è stata uccisa dai protocolli del CDC. È stata etichettata come paziente COVID anche se non l’hanno nemmeno testata per COVID… i medici si sono rifiutati di darle il trattamento di cui aveva bisogno e che voleva perché hanno detto che potevano solo seguire il protocollo CDC “, ha detto Bontell.

“Sanno cosa stanno facendo quando causano queste morti. Stanno uccidendo i loro pazienti”, ha concluso Bontell.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Se in Italia la quarta dose è al palo negli US non va certo meglio…Anzi!

Read Next

La famosa cantante e ballerina con tre dosi ha contratto il covid cinque volte. Nei giorni scorsi un’altra drammatica confessione

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock