• Ottobre 6, 2022

Anticorpi COVID scoperti in campioni di sangue (italiano) precedenti l’epidemia

Gli anticorpi contro il nuovo coronavirus sono stati trovati in campioni di sangue da settembre 2019 in Europa, prima della pandemia a Wuhan, in Cina, questo dovrebbe rappresentare un “enorme” cambiamento nel modo in cui l’approccio dei governi al virus dovrebbe essere percepito, secondo un importante professore di medicina, Jay Bhattacharya.

In una dichiarazione, il professore di medicina di Stanford Dr. Jay Bhattacharya ha affermato che gli anticorpi COVID-19 sono stati trovati in campioni di sangue conservati da settembre e novembre 2019 esaminati in Francia e in Italia, smentendo i resoconti originali dei media secondo cui il virus ha avuto origine in un mercato di Wuhan.

“Le implicazioni sono enormi”, ha aggiunto Bhattacharya, sottolineando che il virus era presente nella comunità “molto prima della data di inizio ufficiale, era troppo tardi per fermare la diffusione della malattia”.

“Abbiamo sprecato 2 anni in lockdown per niente”, ha accusato.

Sia gli studi italiani che quelli francesi, secondo lo studioso, dimostrano che “la circolazione precoce di SARS-CoV-2” era diffusa nei “principali hub di viaggio internazionali” europei molto prima di quanto precedentemente previsto. Campioni positivi sono stati identificati in persone asintomatiche, secondo lo studio.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Il Tribunale di Catania evidenzia gravi criticità costituzionali sull’obbligo del vaccino covid agli operatori sanitari. Giudizio sospeso in attesa della Corte Costituzionale. IL TESTO INTEGRALE DELL’ORDINANZA

Read Next

La QUARTA DOSE offre poca o nessuna protezione contro COVID-19 – “The New England Journal of Medicine”