• Gennaio 27, 2023

Boom di reazioni avverse in Svizzera. I dati ufficiali pubblicati ieri dalla farmacovigilanza. L’impietoso confronto con i dati italiani

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


La farmacovigilanza di “Swiss Medic”, canale ufficiale della Svizzera, ieri 25 novembre ha pubblicato un report aggiornato delle reazioni avverse al vaccino covid. Rispetto ai dati italiani, riportati nell’ultimo “Rapporto AIFA sulla sorveglianza dei vaccini anti-COVID-19”, il tredicesimo, aggiornato al 26 settembre scorso, le segnalazioni sono superiori del 300%.

Infatti secondo i dati svizzeri, le segnalazioni sono state 50.528 su 16.734.858 dosi con un tasso di 302 segnalazioni ogni 100.000 dosi. I dati Aifa, invece, indicano 139.548 segnalazioni su 140.689.960 dosi.

Scrive “Swiss Medic”: “Al 22 novembre 2022, sono state segnalate in totale 50.528 reazioni e sono stati valutati 16.212 casi. Di questi, 10.013 (il 61,8% dei casi) sono stati segnalati come “non gravi”, 6.199 (il 38,2% dei casi) sono stati segnalati a Swissmedic come “gravi”. Nella maggior parte dei casi, una segnalazione contiene più di una reazione”.

Anche la valutazioni dei casi gravi in Svizzera è, quindi, di gran lunga superiori all’ultimo report dell’Aifa , che considera gravi il 18,5% delle segnalazioni. La farmacovigilanza svizzera ha valutato come “gravi” il 38,2% dei casi, una percentuale più che doppia rispetto a quella italiana.

Continua il comunicato di Swiss Medic di ieri: “Secondo la legge sul controllo dei farmaci (LMA), gli operatori sanitari sono tenuti a segnalare a Swissmedic gli effetti collaterali gravi o gli effetti indesiderati precedentemente sconosciuti. 7.246 (45%) segnalazioni sono state fatte da professionisti medici. I cittadini possono segnalare volontariamente sospetti effetti collaterali dei medicinali: 8.932 segnalazioni (55%) sono arrivate da diretti interessati o da pazienti o da parenti. La maggior parte delle persone colpite (67,1%) aveva un’età compresa tra 18 e 64 anni (media 50,2 anni). La percentuale di persone sopra i 65 anni era del 19,7%, l’1,1% delle persone colpite aveva dai 12 ai 17 anni. 10.042 (62,1%) delle segnalazioni riguardano donne, 5.683 (35,1%) delle segnalazioni riguardano uomini. In alcuni report mancano informazioni sull’età o sul sesso. 11.187 (69%) delle segnalazioni si riferiscono al vaccino Covid-19 Spikevax® di Moderna (con circa il 63% delle dosi vaccinali somministrate, il vaccino più utilizzato in Svizzera) e 4.535 (28%) al vaccino Comirnaty ® di Pfizer/BioNTech (circa il 37% delle dosi di vaccino somministrate). In alcuni casi il vaccino non è stato specificato”.

Per quanto riguarda i casi classificati come “gravi”, l’età media delle persone colpite è di 52,7 anni. Sono stati riportati con maggiore frequenza febbre, mal di testa, affaticamento, brividi, nausea e vertigini. Queste reazioni prevalgono anche nei casi non gravi.

In 227 dei casi gravi sono stati registrati decessi a differenti intervalli di tempo dalla vaccinazione. L’età media delle persone decedute è stata di 78,8 anni.

FONTE

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

La protezione dal Covid? Sta in una tazzina…al sole

Read Next

L’intervista alla giovane sulla sedia a rotelle dopo il v. che ha denunciato l’autorità di farmacovigilanza. Cosa hanno rilevato i test a un anno dal v.!

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock