• Dicembre 5, 2022

25 dicembre. Tunisia. Da otto giorni introduzione del pass vaccinale e “vaccinazioni intensive”. Madre disperata denuncia la morte improvvisa del figlio 22enne, atleta tunisino, dopo il vaccino

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Nella città di Sfax, seconda per popolazione in Tunisia, anche il 25 dicembre ci sono lunghe code già dalle prime ore del mattino davanti allo Sports Garden Center di Chott El Kerakneh, sede dell’hub vaccinale.

E’ l’ottavo giorno della “vaccinazione intensiva”, dopo l’introduzione del pass vaccinale.

Secondo il nuovo decreto, è necessario avere il certificato di doppia dose per i lavoratori pubblici, delle università ma anche in alcuni settori del lavoro privato. Il pass è necessario anche per entrate in caffè e ristoranti. Il presidente tunisino Kais Saied ha imposto improvvisamente l’accelerazione della campagna vaccinale in tutta la Tunisia visto che meno della metà della popolazione aveva aderito volontariamente nei mese scorsi.

Sempre nella città di Sfax, nella giornata di oggi alcuni cittadini hanno organizzato un sit-in di protesta davanti alla sede della provincia, durante il quale hanno espresso il loro rifiuto alla “vaccinazione obbligatoria” e hanno invitato il Presidente della Repubblica a ritirare immediatamente il decreto n. 1 che impone la vaccinazione ai tunisini. 
Alcuni dei manifestanti, professori universitari e ricercatori, hanno denunciato che queste vaccinazioni covid sono “tossine sperimentali testate sull’uomo e rappresenteranno una minaccia per l’umanità a medio e lungo termine”.

Inoltre, denunciano che le aziende produttrici hanno ottenuto di non essere responsabili dei risultati e conseguenze del vaccino in accordo con le più grandi organizzazioni e paesi del mondo.
Uno di dei manifestanti ha denunciato: “Come posso accettare di sottoporre il mio corpo ad una vaccinazione quando i suoi produttori ne ignorano i risultati e le complicazioni?” Ha aggiunto: “I componenti del vaccino sono stati fabbricati secondo il virus “Wuhan”, mentre ora siamo nella fase della variante “Omicron”. Perchè dovrei sottopormi a questo esperimento scientifico?”
Durante questo sit-in, i manifestanti hanno sollevato striscioni con la scritta “No alla vaccinazione obbligatoria”, “Tunisini contro la vaccinazione obbligatoria”, “È mio diritto rifiutare”, “Non siamo topi da laboratorio”.

Una madre di Sfax ha pubblicato oggi in un video sui social la sua drammatica testimonianza. In questi giorni di “vaccinazione intensiva”, suo figlio, un giovane atleta di 22 anni che godeva di ottima salute, è morto improvvisamente dopo il vaccino.

FONTE

FONTE

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Muore durante un allenamento per arresto cardiaco improvviso il 23enne egiziano Ahmed Amin, portiere del Rabat & Anwar. Pochi giorni fa era morto un allenatore per arresto cardiaco durante una partita

Read Next

Il Regno Unito non consiglia i vaccini per i bambini dai 5 agli 11 anni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock