• Maggio 19, 2022

Canada impone l’obbligo vaccinale per gli spettacoli. Il comico Joe Rogan annulla gli show. In due giorni morti improvvisamente in Canada l’attrice Candy Palmater e il regista Jean Marc Vallèe

Il comico statunitense Joe Rogan ha annunciato che il suo prossimo spettacolo a Vancouver (Canada), andato già tutto esaurito, sarà probabilmente cancellato a causa dell’obbligo vaccinale imposto di recente per gli spettacoli del Canada.

“Probabilmente dovrei dirlo perché non l’ho ancora fatto”, ha detto Rogan durante una conversazione andata in onda con l’attore Tim Dillon. “Il mio spettacolo, che è sold-out a Vancouver, non credo che si terrà.”

Il podcaster, comico e commentatore Joe Rogan avrebbe dovuto esibirsi in uno spettacolo alla Rogers Arena di Vancouver il 20 aprile 2022.

“Non credo nemmeno di poter entrare in Canada”, ha continuato Rogan. “Non credo di poter andare e, anche se ci andrò, non mi fido perchè a Vancouver potrebbero seguire l’esempio di quello che è successo Toronto, dove hanno ridotto la capacità di spettatori al 50%.”

Rogan detto chiaramente che si oppone all’obbligo vaccinale nell’ambito degli spettacoli.

“Non sono vaccinato. Non mi farò vaccinare. Ho gli anticorpi. Non ha alcun senso“, ha affermato Rogan.

L’obbligo nel settore degli spettacoli in Canada coinvolge sia spettatori che professionisti dello spettacolo.

Proprio negli ultimi giorni sono morti improvvisamente due noti professionisti dello spettacolo, l’attrice Candy Palmater (53 anni) deceduta il giorno di Natale e il regista Jean-Marc Vallée (58 anni) trovato morto nella sua abitazione a Quebec City il 26 dicembre.

Jean-Marc Vallée era noto in tutto il mondo per il film Dallas Buyers Club e la serie televisiva Big little lies.

Dopo aver mosso i primi passi nel mondo del cinema in Canada a metà degli anni Novanta, Vallée aveva iniziato ad essere noto grazie al film C.R.A.Z.Y., originale ritratto di un giovane omosessuale nel Quebec degli anni Sessanta e Settanta, film presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2005. È del 2013 il suo più grande successo, Dallas Buyers Club, con cui Jared Leto e Matthew McConaughey hanno vinto l’Oscar come migliori attori. Lo stesso Vallée fu candidato per il miglior montaggio, firmato con uno pseudonimo. Nel 2015 altre due candidature per il film Wild, con Reese Witherspoon e Laura Dern, con la sceneggiatura tratta da Nick Hornby. L’ultimo film, Demolition – Amare e vivere, con Jake Gyllenhaal e Naomi Watts, è del 2015.

Nel 2017 il debutto nel mondo delle serie tv con Big little lies – Piccole grandi bugie, ideata da David E. Kelley, con Nicole Kidman e Reese Witherspoon, vincitrice di numerosi Emmy. Il suo progetto successivo per il piccolo schermo fu Sharp objects, sempre per Hbo, che ora ricorda il regista per la sua grande dedizione e creatività.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Muore per scompenso cardiaco improvviso il 27enne calciatore spagnolo Juan Carlos Morales Verdú al termine di una partita

Read Next

Studio: la meditazione della gentilezza amorevole rallenta l’invecchiamento biologico e protegge i filamenti di DNA