• Dicembre 5, 2022

CASO INDONESIA: Dopo che il governo ha autorizzato IVERMECTINA i casi Covid sono CROLLATI

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il 15 luglio 2021, l’Agenzia indonesiana di monitoraggio degli alimenti e dei farmaci (BPOM) ha finalmente concesso l’autorizzazione all’uso di emergenza per l’ivermectina come farmaco terapeutico per curare il Covid-19.

Ciò a causa dell’epidemia giunta ormai allo “scenario peggiore” nel paese secondo i funzionari. Il numero di casi era in aumento nel paese e le autorità mediche erano disperate, l’epidemia era senza controllo.

L’Indonesia ha registrato un picco di infezioni e decessi da COVID-19 a luglio. Il paese è stato una delle nazioni più colpite durante la pandemia di COVID. L’Indonesia è classificata come il quarto paese più popoloso del mondo con 277 milioni di abitanti.

Una delle misure imposte dal governo indonesiano è stata quella di autorizzare l’uso di Ivermectina come trattamento COVID-19. I casi di COVID-19 hanno iniziato a scendere precipitosamente e immediatamente a un minimo di 924 il 19 ottobre.

Il governo indonesiano giovedì (15 luglio) ha iniziato a distribuire medicine e vitamine gratuite ai pazienti Covid-19 in autoisolamento in aree ad alto rischio mentre la variante Delta altamente trasmissibile del coronavirus continuava a imperversare, svuotando gli scaffali delle farmacie.

In ogni pacchetto ci saranno sette giorni di farmaci terapeutici Covid-19 e vitamine e sarà somministrato a pazienti asintomatici e a quelli con sintomi da lievi a moderati tra cui febbre e tosse secca. Il farmaco per quest’ultimo gruppo richiederà la consultazione con un medico e una prescrizione.

Le strutture mediche sono al collasso e anche la domanda di ossigeno e farmaci è aumentata vertiginosamente. Mentre decine di persone si isolano a casa e si auto-medicano, i prezzi dei farmaci sono aumentati nelle farmacie e online. Da allora il Ministero della Salute si è mosso per limitare i prezzi di farmaci come favipiravir, remdesivir e ivermectina.

Dopo che il governo ha autorizzato l’uso di Ivermectina per i pazienti COVID-19 e la sua popolazione, il numero di casi è significativamente crollato.

I dati di cui sopra dimostrano che l’ivermectina ha avuto un ruolo nel forte calo dei casi di COVID-19. Questo è lampante nonostante alcuni siti web di fact-checker, si siano affrettati a decretare che non ci siano “prove che il calo dei casi di COVID-19 in Indonesia sia legato all’uso di Ivermectina”.

Ecco l’estratto da Health Feedback:

Gli studi clinici non hanno mostrato un chiaro beneficio dell’ivermectina nel ridurre la gravità del COVID-19, il tasso di ospedalizzazione o la mortalità. Anche le prove epidemiologiche non indicano che l’ivermectina abbia contribuito a frenare il numero di casi e decessi di COVID-19 in Indonesia o in altri paesi. Tuttavia, questi paesi hanno implementato altre misure che si sono dimostrate efficaci nel limitare la diffusione del virus, tra cui la vaccinazione e le restrizioni, che probabilmente hanno contribuito al calo dei casi di COVID-19.

Semplicemente perché due eventi coincidono nel tempo non significa necessariamente che uno abbia causato l’altro. In primo luogo, l’approvazione dell’ivermectina non ci dice se la popolazione indonesiana abbia effettivamente usato l’ivermectina più delle popolazioni di altri paesi.

In secondo luogo, anche se l’uso di ivermectina è aumentato in seguito alla raccomandazione, non possiamo ancora valutare se il calo dei casi di COVID-19 in Indonesia sia dovuto all’uso di ivermectina o ad altri fattori. I dati epidemiologici dei paesi che hanno raccomandato l’ivermectina, come l’India e il Perù, non indicano che la promozione del farmaco abbia ridotto la diffusione della malattia o il suo bilancio delle vittime. Entrambi i paesi hanno sperimentato più ondate di COVID-19 con alta mortalità nel corso del 2020 e del 2021 ed entrambi hanno ritirato le raccomandazioni sull’ivermectina nel 2021.

In che modo questi fact-checkers spiegano il calo significativo dei casi in paesi in cui l’ivermectina è ampiamente utilizzata come India,Indonesia, Namibia e altri paesi?

Mentre i paesi con alti tassi di vaccinazione continuano a sperimentare importanti focolai di COVID-19, come Singapore, Irlanda, Regno Unito,Israele e molti altri.

Ecco il numero attuale di casi di COVID in Namibia:

I dati riportati di seguito sono il numero attuale di casi di COVID-19 al 27 ottobre in Indonesia. Sono stati registrati solo 719 nuovi casi.

Il massiccio calo dei casi di COVID-19 è iniziato dopo che il governo indonesiano ha concesso l’uso di emergenza di Ivermectina ai pazienti COVID-19. Il paese aveva un tasso di vaccinazione molto basso all’epoca con solo il 7,5% della popolazione totale completamente vaccinata a luglio.

A partire dal 27 ottobre, l’Indonesia aveva il 25,6% di completamente vaccinati.

Nonostante il successo dell’ Ivermectina, i media e il governo danno il merito al vaccino. 

Il presidente indonesiano Jokowi durante la sua visita alle riunioni del G20 e della COP26, ha affermato che ci dovrebbe essere “più equità vaccinale in modo che i paesi in via di sviluppo e più poveri non siano lasciati indietro”.

Altro dalla BBC:

“In questo momento di crisi, i paesi avanzati devono fare di più per aiutare i paesi poveri a ottenere i vaccini, in modo da poter superare insieme questa pandemia”.

I commenti di Widodo arrivano mentre l’Indonesia tenta di riprendersi dalle devastazioni della pandemia.

La situazione COVID è migliorata da allora, con sia i decessi che il numero di casi in calo, secondo i dati del governo.

Anche la campagna di vaccinazione è stata rinforzata. Secondo gli ultimi dati della Banca Mondiale, l’Indonesia ha somministrato più di 100 milioni di dosi di vaccini nel paese, con quasi il 30% della popolazione completamente vaccinata – impresa non facile in un enorme arcipelago.

Ma mentre le aree urbane come Giacarta stanno vedendo alti livelli di tassi di vaccinazione, le aree rurali sono più difficili da raggiungere.

Secondo il dr. Vladimir Zelenko durante l’ intervista esclusiva con Gateway Pundit, il governo sta facendo un “bait-and-switch”.

Ecco un estratto dell’intervista:

Quindi quello che il governo sta facendo, è fare bait-and-switch. Stanno dicendo che il motivo per cui stanno rimanendo in vita i pazienti è per merito del vaccino. In realtà è solo grazie all’ivermectina. Inoltre,ai pazienti non vaccinati, vengono rifiutati farmaci salvavita e stanno morendo e poi giungono alla conclusione che il motivo per cui sono morti è che non hanno ottenuto il vaccino. In realtà, il motivo per cui sono morti è perché il farmaco salvavita è stato loro negato.

Per visionare l’inervista al dottor Zelenko cliccare QUI

fonte

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

I funzionari sanitari brasiliani ricevono minacce di morte per le vaccinazioni infantili

Read Next

La FDA concede l’uso di emergenza del vaccino Pfizer per i bambini da 5 a 11 anni, le segnalazioni VAERS di danni dopo i vaccini COVID vicine a 840.000

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock