• Agosto 16, 2022

Da quando i vaccinati ricoverati per Covid superano quelli non vaccinati, l’ospedale di Foggia non pubblica più i dati dettagliati

Riportiamo un articolo di ieri 21 febbraio della Redazione de Il Mattino di Foggia sulla “misteriosa scomparsa” dei dati dei vaccinati ricoverati nelle ultime settimane.

Da un mese, esattamente dal 20 gennaio, il report settimanale diffuso dal Policlinico “Riuniti” non riporta più il dettaglio dei ricoveri Covid, con la distinzione tra vaccinati e non vaccinati.

Non crediamo sia una trascuratezza della brava collega responsabile dell’ufficio stampa, sempre molto attenta ed esaustiva nel suo lavoro; piuttosto ci viene il sospetto che l’omissione risponda a direttive superiori per non sminuire il pensiero unico governativo interessato a replicare il mantra di Draghi diffuso da luglio: «Non ti vaccini, ti ammali, muori» e che il green pass garantisca, con la vaccinazione, l’immunità dal virus, nel «ritrovarsi tra persone non contagiose».

Per quanto vaccinarsi sia utile e necessario per scongiurare le gravi conseguenze del Covid, la realtà, oltre che le evidenze scientifiche, smentisce le pericolose rassicurazioni di Draghi e della sua corte dei miracoli: il vaccino non rende immuni dal virus, anche i vaccinati possono contagiare, ammalarsi e finire in ospedale. Il green pass non è un conferimento di superpoteri contro il Covid perché la sua scadenza supera i tempi di durata del vaccino e, quindi, persone con green pass valido, ma contagiate, nel frattempo potrebbero, se irresponsabili o se asintomatici, andarsene in giro a contagiare gli altri. Ma il pensiero unico propagandato da Draghi e Speranza, con la compiacenza dei grandi mezzi di informazione, è che gli untori sono i non vaccinati; sono loro il pericolo pubblico che mette a rischio le strutture sanitarie a causa dei loro ricoveri. «Noi abbiamo ancora 14 mila ricoverati e ci dicono che il 70% sono persone non vaccinate. E’ veramente difficile trovare argomenti piu’ evidenti e piu’ lampanti. Io temo che  siamo arrivati alla componente ideologica. E li’ e’ veramente difficile trovare argomenti perche’ l’evidenza e’ ormai cosi’ schiacciante», ha detto ieri Guido Rasi consulente del Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Francesco Figliuolo a “Che tempo che fa” su Rai3. I dati sui ricoveri ospedalieri a Foggia lo smentiscono: come si nota dal dettaglio dei report ufficiali che pubblichiamo, dal 30 dicembre il numero dei vaccinati ricoverati supera quello dei vaccinati. Con il report settimanale diffuso dal 20 gennaio, il dettaglio scompare.

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Calabria. Grave reazione allergica un’ora dopo la terza dose. “L’oculista e il dermatologo non mi hanno visitata”

Read Next

New York Times: il CDC ha scelto di non pubblicare enormi quantità di dati COVID perché teme che l’informazione possa causare “esitazione vaccinale”