• Marzo 27, 2023

Emergono nuovi dati negli altri Paesi europei. Lo storico quotidiano annuncia: sanitari sotto shock!

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Lo storico quotidiano rumeno National ha pubblicato un articolo martedì 31 gennaio dal titolo: “I medici sono scioccati. Epidemia di t.rombosi, attacchi c.erebrali e attacchi di c.uore”.

Si legge nell’articolo: “Il numero di t.umori, i.nfarti e a.ttacchi c.erebrovascolari è aumentato in modo allarmante in Romania e la t.rombosi è già diventata qualcosa di comune per gli ospedali. La dottoressa Oana Secară ci dice che, sebbene questo non sia ancora ufficialmente riconosciuto, esiste un chiaro nesso causale con la v.ac.cinazione c.ovi.d. L’R. NA m.essaggero insegna al corpo ad attaccare se stesso, affermano i medici, che chiedono alle autorità di sottoporre a screening la popolazione v.ac.cinata nel disperato tentativo di salvare la vita delle persone.

La tecnologia dell’R. NA m.essaggero è disastrosa perché insegna al corpo ad attaccare se stesso, ci dice la dottoressa Oana Secară. Ciò dimostra che gli e.ffetti a.vversi del v.accin.o Covid hanno portato ad un incredibile aumento del numero di t.umori, i.nfarti, i.ctus e t.rombosi, e che non si sa se questo processo si fermerà o quali fattori lo prolungheranno o potranno arrestarsi. “Purtroppo i medici non possono curare la causa, perché la causa è già sfuggita di mano, curano l’effetto e cercano di contrastare la mancanza di ossigeno che si è manifestata a livello dei tessuti colpiti. Quindi la causa, cioè l’autoattacco all’endotelio vascolare, rimane. I trattamenti devono essere eseguiti prima che si verifichi l’i.schemia acuta. Questa popolazione che ha ricevuto il prodotto dell’R. NA m.essaggero deve essere monitorata molto attentamente e devono essere seguiti eventuali cambiamenti che si verificano nel tempo. Una sorta di screening dovrebbe essere fatto su tutte le p.ersone v.accinate, che vogliono, ovviamente, vedere se ci sono questi cambiamenti o sviluppi in una direzione pericolosa. Stiamo parlando di accertamenti medici periodici, a tappe. E poi forse saremmo in grado di identificare almeno alcune delle persone che sviluppano tali patologie”, ha affermato la dott.ssa Oana Secară. Il medico richiama l’attenzione sul fatto che in tutti gli ospedali ci sono persone con ef.fetti a.vversi da v.accino C.ovid, ma nessuno ne parla, anche se la percentuale è superiore al 50%, con diversi gradi di gravità.

Quando si parla di prevenzione dei fenomeni vascolari, ostruzione, formazione di trombi, i.nfarto di alcuni territori, è bene utilizzare il range naturale, ovviamente, con indicazioni mediche, dicono gli specialisti. Ci sono esami specifici che si fanno, ma senza l’impegnativa del medico di famiglia o dello specialista, i costi, che sono alti, saranno a carico del paziente. “Certo, i problemi potrebbero essere subclinici e non essere rilevati durante l’analisi, ma apparire, a un certo punto, nelle loro g.ravi manifestazioni. I pazienti hanno diritto a valutazioni periodiche, stabilite dalle compagnie assicurative, ma non hanno queste informazioni su ciò che c.ardiologi, n.eurologi cercano quando si tratta di qualcuno a rischio. E i medici di famiglia potrebbero consigliare queste indagini, ma senza sospetto, senza motivo, non possono farlo. Teoricamente possono invocare gli e.ffetti a.vversi del v.accino, ma in pratica dipende molto dal modo in cui vedono l’intero contesto e dal modo in cui la comunità medica si avvicina a questo aspetto”, afferma la dott.ssa Oana Secară. Secondo lei, molti medici non fanno il collegamento con il v.accino, o si rifiutano di accettarlo o non sollevano la questione. “Penso che ci sia anche una fase di negazione, non solo tra la popolazione in generale, ma anche tra i professionisti medici che sono stati v.accinati, perché, psicologicamente, si sentono minacciati. Ma negare non aiuta. Devi mobilitarti e fare qualcosa. Ad esempio, aumentando l’immunocompetenza, per poter aiutare l’organismo a compensare attraverso vari preparativi. Dipende da dove si trova il danno. Finché queste cose non vengono indagate, non si possono trovare soluzioni”, ha affermato la dott.ssa Oana Secară.

Attraverso i reparti di terapia intensiva degli ospedali universitari, quando viene portato un paziente con i.nfarto o i.ctus, la domanda posta è se è v.accinato. “Ah… Allora ancora v.accinati!”, dicono i medici. Il numero di persone che hanno sviluppato t.rombosi, t.umori, i.ctus e i.nfarti è aumentato a un livello senza precedenti. “Nelle mie immediate vicinanze ho almeno 4 persone, intorno ai 50 anni, senza fattori di rischio, a cui sono state diagnosticate n.eoplasie, molto aggressive, comparse all’i.mprovviso e altrettanto i.mprovvisamente arrivate ad uno stadio avanzato. Uno di loro è m.orto. Per quanto riguarda la diminuzione della capacità del sistema immunitario di combattere varie infezioni, questo è all’ordine del giorno. Quasi tutte le persone v.accinate che conosco dalla mia attività professionale e dalla cerchia di amici hanno segni di ridotta immunocompetenza”, ha affermato la dott.ssa Oana Secară”.

FONTE

FONTE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Noto manager dei vip m.uore a 52 anni per a.ttacco di c.uore

Read Next

E.ccesso di m.ortalità record anche in Irlanda: i dati

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock