• Ottobre 6, 2022

FDA e CDC spingono fortemente la terza dose di Pfizer per i giovani di 16 e 17 anni a causa della variante omicron

I Centers for Disease Control and Prevention giovedì hanno fortemente incoraggiato gli adolescenti a ottenere un richiamo Pfizer sei mesi dopo aver completato il ciclo di due dosi.

La raccomandazione del CDC per i giovani di 16 e 17 anni arriva poche ore dopo che la Food and Drug Administration ha esteso l’ammissibilità per il terzo richiamo Pfizer- BioNTech a quella fascia di età.

“Anche se non abbiamo risposte sulla variante Omicron, i dati iniziali suggeriscono che i richiami COVID-19 aiutano ad ampliare e rafforzare la protezione contro Omicron e altre varianti”, ha dichiarato il direttore del CDC Dr. Rochelle Walensky. “Sappiamo che i vaccini COVID-19 sono sicuri ed efficaci e incoraggio vivamente gli adolescenti di età compresa tra 16 e 17 anni a ottenere un richiamo, se sono passati almeno 6 mesi dalla serie iniziale di vaccinazioni Pfizer“.

L’OK di Walensky consentirà a molti studenti delle scuole superiori di ottenere immediatamente la loro terza dose..

La forte raccomandazione del CDC e l’autorizzazione in emergenza della FDA arrivano solo un giorno dopo che Pfizer e BioNTech hanno rilasciato dati di laboratorio iniziali che indicano che i richiami sono in grado di fornire alti livelli di protezione contro la variante omicron.

I regolatori negli Stati Uniti sono stati più riluttanti ad approvare i vaccini per i più giovani che per gli anziani, a causa delle preoccupazioni sulla miocardite, una rara condizione cardiaca infiammatoria che è più diffusa nei giovani uomini e si pensa che sia correlata ai livelli di testosterone.

La FDA giovedì ha dichiarato che, dopo aver valutato più dati dal mondo reale, ha determinato che i benefici dei richiami superano i rischi di miocardite.

I sintomi più comuni riportati dagli individui che hanno ricevuto richiami, sono dolore, arrossamento e gonfiore nel sito di iniezione, nonché affaticamento, dolori muscolari e articolari e brividi, secondo la FDA.

L’efficacia del ciclo iniziale a due dosi di vaccinazione era in calo prima dell’arrivo di omicron.

La rivista Science ha pubblicato uno studio il mese scorso che ha rilevato che l’efficacia del vaccino a due dosi di Pfizer era scesa al 43%, dall’86% di febbraio fino a ottobre.

Il vicepresidente del programma di ricerca clinica sui vaccini di Pfizer, il dottor John Perez, ha dichiarato a un comitato consultivo del CDC il mese scorso, che il richiamo risulta efficace al 95% nel prevenire l’infezione sintomatica, in uno studio clinico su 10.000 partecipanti di età pari o superiore a 16 anni.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Un lotto difettoso di vaccino Pfizer sta causando “morte improvvisa” di bambini nelle West Midlands in Inghilterra?

Read Next

Trovato morto per malore improvviso ieri sera l’ex stella NFL Demaryius Thomas, 33 anni. Aveva vinto il Super Bowl 50. Sui social le voci sul vaccino