• Dicembre 5, 2022

I CDC riducono furtivamente le aspettative linguistiche pediatriche “normalizzando” ritardi linguistici significativi causati da lockdown e mascherine

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Di Maija C. Hahn, M.S., CCC-SLP

Maija C. Hahn, specialista in autismo e logopedista certificata, ha dichiarato di essere “inorridita” dal fatto che i Centers for Disease Control and Prevention abbiano ridotto silenziosamente le aspettative linguistiche pediatriche di lunga data “normalizzando” ritardi linguistici significativi.

Il mese scorso, i Centers for Disease Prevention and Control (CDC) hanno pubblicato nuovi standard linguistici di sviluppo per i bambini americani. La guida aggiornata afferma che un bambino di 2 anni e mezzo dovrebbe ora dire solo 50 parole.

Come specialista di autismo e logopedista certificato dall’American Speech-Language-Hearing Association, sono inorridita dal fatto che il CDC abbassi furtivamente le aspettative del linguaggio pediatrico di lunga data conformando i ritardi linguistici significativi come “la nuova normalità”.

Ho lavorato in ospedali, scuole e cliniche e sono stata il direttore principale nello sviluppo di programmi e centri per l’autismo in più stati.

Sono considerata un esperto nello sviluppo pediatrico del linguaggio, della comunicazione, della funzione motoria orale e della deglutizione e un esperto nel fornire approcci e protocolli terapeutici appropriati quando tali funzioni sono “anormali”.

Per 25 anni, sono stata una sostenitrice dell’identificazione precoce e del trattamento perché la ricerca mostra che prima viene identificato un bambino, migliori saranno i risultati del trattamento.

Ora il CDC vuole normalizzare le abilità linguistiche ritardate nei bambini americani, privandoli dell’identificazione precoce e del trattamento.

Ciò avrà inevitabilmente un impatto negativo sul futuro scolastico dei nostri figli, nelle relazioni, nella loro comunicazione e nella loro autostima, costringendoli probabilmente ad affrontare più anni di logopedia e supporto educativo.

Cos’è “normale”?

Ci si aspetta che i bambini di età superiore ai 2 anni abbiano un lessico forbito. Dovrebbero avere una parola per identificare quasi tutto nel loro ambiente.

Ci si aspetta che i bambini di due anni e mezzo utilizzino più frasi da 2 a 3 parole e che siano in grado di formulare frasi complete.

Se il CDC sta assistendo a una significativa diminuzione dell’acquisizione del linguaggio pediatrico, i funzionari dell’agenzia devono chiedersi il perché, invece di cambiare semplicemente le aspettative standard.

Eppure questa non è una novità per il CDC. Il CDC ha cambiato gli standard del QI e i risultati dei test degli studenti per anni. I bambini americani stanno diventando sempre più stupidi, con più difficoltà di apprendimento e più problemi di salute (il 54% dei bambini americani soffre di una malattia cronica).

Il CDC deve semplicemente smettere con questa assurdità di trasformare l’anormale in normale e iniziare a esaminare ciò che sta influenzando negativamente lo sviluppo dei nostri figli.

Iniziamo chiedendoci: perché l’improvviso cambiamento nel linguaggio nel 2021-2022?

Possiamo supporre che l’attuazione nazionale degli obblighi di mascherina negli ultimi due anni abbia molto a che fare con la nostra situazione attuale.

In questi ultimi due anni non ho fatto che denunciare il fatto che il mascheramento è inappropriato e dannoso.

L‘American Speech and Hearing Association ha scritto al CDC esprimendo preoccupazione per il potenziale impatto negativo delle mascherine sulla parola e sul linguaggio, ma purtroppoil CDC non ci ha rinunciato.

A quanto pare, il CDC ha ritenuto che tali danni non superassero la falsa illusione che le mascherine siano in grado di fermare la diffusione di SARS-COV-2. (Ci sono decenni di ricerca scientifica che dimostrano che le mascherine non fermano la diffusione di particelle virali aerosolizzate.

Ecco come indossare la mascherina influisce sullo sviluppo del linguaggio:

Vedere e sentire: I bambini imparano guardando e ascoltando. Il mascheramento ostacola entrambe queste modalità di apprendimento. I bambini hanno bisogno di vedere la bocca dei loro genitori, insegnanti e coetanei.

Inoltre, i coetanei e gli insegnanti mascherati impediscono l’apprendimento uditivo. Lo sviluppo del linguaggio è significativamente influenzato quando un bambino non può vedere o sentire tutti i suoni del discorso che vengono attutiti da chi indossa la maschera. La finestra di sviluppo del linguaggio è vitale per lo sviluppo di adeguate capacità comunicative e può avere un impatto sull’educazione di un bambino per anni.

Respirazione della bocca: I bambini sotto i 5 anni stanno passando da un modello di deglutizione da latte a una deglutizione adulta. Questa transizione della deglutizione è importante per un bambino per avere un linguaggio e una deglutizione funzionali e appropriati e influenza anche le strutture orali e la crescita della mascella e della bocca.

Una mascherina può impedire questa transizione in diversi modi. Le mascherine riducono l’assunzione di ossigeno e spesso fanno respirare chi le indossa dalla bocca anziché dal naso per assorbire più ossigeno possibile. La respirazione orale nello sviluppo orale pediatrico è molto problematica e spesso i logopedisti trascorrono anni a lavorare con i pazienti cercando di porre rimedio a questo problema.

La respirazione dalla bocca porta a una posizione della lingua bassa, di riposo, che è il precursore di molti disturbi del linguaggio, dell’articolazione e della deglutizione. La respirazione dalla bocca può inoltre causare malformazioni della mascella e disfunzioni orali e di deglutizione a lungo termine, che solo la ricostruzione chirurgica può correggere.

Inoltre, i bambini con bisogni speciali, come quelli con disturbi e disfunzioni del linguaggio e della deglutizione, sono gravemente ostacolati con l’obbligo di mascherina e questo potrebbe farli tornare regredire, costringendoli a una serie di terapie via via più aggressive e invasive in futuro.

Conformità: I bambini in via di sviluppo e i bambini in genere non hanno la consapevolezza di sé o la giusta disciplina per indossare e togliere una mascherina in modo sicuro, né sono in grado di evitare la contaminazione toccando le superfici e non toccando la mascherina.

Se il motivo per indossare la mascherina è prevenire la contaminazione incrociata di COVID-19, credo che il semplice posizionamento di una mascherina su un bambino, aumenterà la probabilità di trasmissione virale. Una mascherina è semplicemente un modo per far toccare al bambino il suo viso più frequentemente.

Igiene: I bambini piccoli stanno ancora sviluppando adeguate posture di riposo orale e deglutizione e quindi spesso sbavano. Inoltre non si soffiandosi spesso il naso e possono avere il naso gocciolante. Questi fluidi corporei contaminano rapidamente una mascherina.

Far tenere a un bambino una mascherina umida, calda e contaminata è antigienico e pone il bambino a maggior rischio di infezioni batteriche e fungine, alcune delle quali possono essere contagiose per gli altri, come l’impetigine, che può causare rischi significativi per la salute.

Educazione speciale e disabilità: I danni alle nostre popolazioni con bisogni speciali sono stati ancora più ingenti, condannando questi bambini a trattamenti più lunghi per il recupero e potenzialmente a una perdita significativa nella qualità della vita.

Oltre ai danni sopra menzionati, richiedere a un bambino con disturbi dell’elaborazione sensoriale o deficit neurologici di indossare una mascherina ha creato problemi comportamentali ed emotivi in molti bambini e ha aumentato il carico sulle famiglie e sul programma educativo del bambino.

Ancora oggi, i bambini e le famiglie con bisogni speciali che non sono in grado di tollerare una mascherina sono stati privati dell’accesso alle cure mediche e alle terapie, nonché dei viaggi in aereo, treno, autobus, metropolitana o taxi.

Gli obblighi di mascherine del CDC hanno gravemente colpito un’intera generazione di bambini americani e stiamo appena iniziando a vedere le conseguenze a lungo termine. I bambini che sono nati nell’era del COVID-19, non hanno idea di cosa sia un mondo senza mascherine: dovremmo aspettarci di vedere deficit linguistici ancora maggiori in questi bambini nei prossimi mesi e anni.

I nostri figli hanno bisogno di vedere e ascoltare i loro interlocutori entro tempi di sviluppo vitali. Hanno bisogno di respirare liberamente e vivere senza paura dei germi o… di uccidere la nonna.

I mandati di mascherina sulla nostra popolazione sono inappropriati e non etici. Vergogna al CDC per aver implementato tali misure non scientifiche e poi aver cambiato silenziosamente gli standard linguistici pediatrici per coprire i danni che hanno causato.

Cos’altro il CDC ridefinirà presto come “normale”?

Se tuo figlio non usa almeno 50 parole entro 24 mesi o a 3 anni non riesce a farsi comprendere, consulta un logopedista.

E per favore … fai togliere la mascherina a tuo figlio e ai suoi interlocutori.


Maija C. Hahn è una sostenitrice e attivista per la riforma sanitaria, i valori cristiani, l’eccezionalismo americano, le libertà costituzionali e la verità. È la direttrice regionale di Westside per il Michigan per Vaccine Choice.

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Importantissimo Provvedimento di oggi 22 marzo del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia. Eventi Avversi gravi al vaccino covid oltre nove volte superiori agli altri vaccini. Con vaccini così rischiosi l’obbligo è incostituzionale – IL TESTO INTEGRALE

Read Next

Stroncato da un infarto ennesimo operatore sanitario di Padova, aveva 43 anni

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock