• Dicembre 6, 2022

I governi avvertono dei problemi cardiaci legati ai vaccini COVID, ma Twitter definisce lo studio “non sicuro”

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Il Giappone segue i paesi nordici nel citare rischi più alti del previsto nei giovani.

I governi di tutto il mondo avvisano i loro cittadini che i vaccini COVID-19 presentano rischi cardiaci in alcune popolazioni. Ma se gli utenti di Twitter provano a cercare ricerche simili, potrebbero ricevere l’avviso che queste informazioni sono “non sicure”.

Il Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare giapponese “ha alzato il livello di allerta per le gli eventi avversi correlati ai vaccini a mRNA a due dosi di Pfizer e Moderna il 3 dicembre, link qui: kyodo news service.

I sintomi “gravi” di miocardite e pericardite vengono segnalati tra i vaccinati e “più frequentemente del solito nei giovani uomini”, ma i ministeri raccomandano ancora generalmente la vaccinazione perché i benefici supererebbero gli effetti collaterali.

L’incidenza dei problemi cardiaci è maggiore per Moderna che per Pfizer, ha riferito l’emittente giapponese NHK.

Il ministero giapponese sta richiedendo agli ospedali “di segnalare in dettaglio gli incidenti che coinvolgono individui che hanno sviluppato i sintomi entro 28 giorni dalla vaccinazione”, riferisce NHK.

L’azione del Giappone ha seguito quella di diversi paesi nordici specificamente contro i vaccini Moderna quest’ autunno, con diverse restrizioni legate all’età e al sesso.

Svezia e Norvegia hanno smesso di offrire Moderna a tutti gli individui sotto i 30 anni, mentre la Danimarca ha limitato solo a quelli sotto i 18 anni. La Finlandia ha seguito con una restrizione per i maschi sotto i 18 anni.

L’Agenzia europea per i medicinali ha dichiarato già a giugno che stava esaminando i casi di miocardite in Israele a seguito della vaccinazione con Cominarty di Pfizer, l’unico vaccino completamente approvato negli Stati Uniti. Problemi simili sono stati segnalati in Europa per “tutti” i vaccini COVID.

La FDA ha aggiunto gli avvertimenti sull’infiammazione cardiaca alle schede informative per i vaccini a mRNA nello stesso periodo.

Moderna ha rivelato alla fine di ottobre, che la FDA stava ritardando l’approvazione in emergenza del suo vaccino COVID per gli adolescenti, fino all’inizio del prossimo anno, per studiare i problemi cardiaci segnalati in questa fascia di età. Non richiederà nemmeno l’autorizzazione all’uso in emergenza per i bambini 6-11, fino a quando la revisione per i bambini più grandi non sarà terminata.

Non è chiaro se la vaccinazione COVID fornisca un beneficio significativo per i bambini senza condizioni di salute preesistenti.

Uno studio tedesco sull’ospedalizzazione dei bambini, l’ammissione in unità di terapia intensiva (ICU) e la morte a causa di COVID-19 e sindrome multisistemica infiammatoria pediatrica, pubblicato il 30 novembre come preprint, ha affermato che è impossibile calcolare un tasso di mortalità dei casi per “bambini principalmente sani di età compresa tra 5 e 11 anni”.

I ricercatori pediatrici non sono riusciti a trovare decessi per quella fascia d’età in Germania, mentre il tasso di ammissione in terapia intensiva per quella fascia è stato di 0,2 per 10.000.

Termine scaduto per offrire la correzione

Solo un giorno prima dell’annuncio del Giappone, Twitter ha iniziato ad avvisare gli utenti di non leggere un abstract di ricerca sui problemi cardiaci a seguito della vaccinazione a mRNA, che è stato pubblicato sulla rivista Circulation dell’American Heart Association.

L’abstract, presentato dal medico californiano ed ex cardiochirurgo Steven Gundry, ha rilevato “cambiamenti drammatici” per la maggior parte dei suoi pazienti vaccinati contro COVID, grazie a un esame del sangue che misura i primi segni di problemi cardiaci. Il cosiddetto punteggio PULS dei pazienti, è passato da un rischio dell’11% di “sindrome coronarica acuta” entro 5 anni, al 25%.

Gundry ha presentato le sue scoperte a una conferenza AHA il mese scorso, secondo la pubblicazione specializzata Cardiology Advisor.

L’American Heart Association ha tremeto dopo che l’ex giornalista del New York Times Alex Berenson ha segnalato l’abstract il 22 novembre, una settimana dopo la fine della conferenza. (Giorni prima, Berenson ha evidenziato quasi 4.000 morti su 4 milioni di svedesi a due settimane dalla loro seconda dose di vaccino, il che secondo lui si tradurrebbe in un tasso di mortalità annuale quasi tre volte la media svedese.)

L’American Heart Association ha pubblicato una “nota di preoccupazione” nel suo giornale il 24 novembre, per avvertire che lo studio potrebbe non essere affidabile e che si rende necessaria una “correzione adeguata(qui).

Ha aggiunto: “In particolare, ci sono diversi errori tipografici, non ci sono dati in astratto riguardanti l’infiltrazione miocardica delle cellule T, non ci sono analisi statistiche per la significatività fornite e l’autore non è chiaro sul fatto che sono stati utilizzati solo dati aneddotici”.

Anche Reuters ha preteso di verificare l’abstract del 26 novembre, sostenendo che mancano “prove affidabili di un legame tra vaccini a mRNA e malattie cardiache”.

Il 2 dicembre, Twitter bollava lo studio come link “non sicuro” , avvisando i lettori che il link è “potenzialmente spam o non sicuro” per motivi tra cui “contenuti fuorvianti che potrebbero portare a danni nel mondo reale”.

Source

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Altissima percentuale di vaccinati e impennata di contagi e decessi. Mai così tanti dall’inizio della pandemia in Corea del Sud

Read Next

Convulsioni, vomito e febbre alta. Due neonati in gravi condizioni in Brasile. Hanno ricevuto il vaccino covid Pfizer per errore

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock