• Maggio 19, 2022

Il cardiologo pediatrico afferma che gli obblighi vaccinali possono uccidere i bambini, portare a “morte cardiaca improvvisa”

“Penso che da quello che vediamo in tutto il mondo, il numero di casi di miocardite aumenterà e potremmo avere un aumento della morte cardiaca improvvisa associata alla miocardite nei bambini “, ha affermato il dottor Kirk Milhoad.

Uno specialista cardiologo pediatrico che ha trattato centinaia di pazienti COVID-19 sta mettendo in guardia contro gli obblighi vaccinali, che secondo lui potrebbero avere un effetto letale sui bambini e portare a un’ondata di “morte cardiaca improvvisa” nei giovani atleti.

Il Dr. Kirk Milhoan, MD, un cardiologo pediatrico alle Hawaii, ha criticato gli obblighi del vaccino COVID per i bambini in stati come la California in una recente intervista con il pioniere del vaccino mRNA Dr. Robert Malone.

Milhoan gestisce una clinica medica alle Hawaii dove ha detto di essersi preso cura di circa 300 pazienti COVID. Ha raccontato di aver visto bambini con infiammazione cardiaca dopo la vaccinazione e recentemente ha ricoverato un giocatore di football di 16 anni in ospedale che ha sviluppato la malattia due giorni dopo un vaccino Pfizer.

Alla domanda se le imposizioni vaccinali possano portare a morti significative, Milhoad ha risposto: “Sì, penso che sia solo un gioco di numeri”.

“Penso che siamo a un numero compreso tra uno e tremila, uno su seimila”, ha dichiarato, indicando i rischi di infiammazione cardiaca dopo la vaccinazione COVID.

L’infiammazione cardiaca, nota anche come miocardite o pericardite, può essere grave e pericolosa per la vita ed è stata ripetutamente correlata ai vaccini COVID negli uomini più giovani. Ricercatori britannici il mese scorso hanno scoperto che il rischio di miocardite negli uomini sotto i 40 anni è parecchie volte superiore al basale dopo la vaccinazione Pfizer o Moderna e che la miocardite correlata al vaccino può essere più mortale di altre forme.

Gli adolescenti sono particolarmente a rischio, secondo studi recenti. Uno studio di novembre di Hong Kong ha stimato che un ragazzo su 2.680 tra i 12 ei 17 anni svilupperà un’infiammazione cardiaca entro due settimane da un secondo vaccino Pfizer. Un articolo di ricercatori israeliani del mese successivo ha posto il rischio a uno su 6.600 per i giovani di età compresa tra 16 e 19 anni vaccinati con Pfizer.

Lo studio israeliano ha riportato un tasso di ospedalizzazione dell’81% tra i casi di infiammazione cardiaca e un tasso di mortalità di quasi l’1%. Anche i pazienti con casi apparentemente lievi possono sperimentare problemi a lungo termine, come un maggiore rischio di attacchi di cuore più tardi nella vita, hanno dichiarato gli esperti.

“È assurdo assistere alle discussioni in corso tra i cosiddetti esperti di salute in questo momento, la loro posizione è: ‘Beh, sì, sappiamo che la miocardite è un problema del vaccino, ma pensiamo che il vaccino sia comunque meglio che ottenere il COVID stesso'”, ha di chiaratoil dottor Milhoan. “Trovo, io stesso, nei bambini, che in realtà è vero il contrario.”

“Quando ho bambini sani che contraggono il COVID, li guardo attraversarlo molto rapidamente”, ha aggiunto, osservando che quelli senza comorbilità maggiori di solito guariscono entro un paio di giorni. Le Hawaii hanno registrato un solo decesso infantile associato al COVID.

Iscriviti alla nostra newsletter

eVenti Avversi

Read Previous

Il governo norvegese si rifiuta di raccomandare i vaccini COVID per i bambini

Read Next

RIEPILOGO ESCLUSIVO: tutti gli eventi avversi dei vaccini Covid-19