• Novembre 26, 2022

Il ministro della salute tedesco Karl Lauterbach (4 dosi), positivo al Covid

Il ministro federale della salute vaccinato quattro volte, è in isolamento domestico dopo un test positivo. Il ministero ha riferito che accusa sintomi lievi.

Lauterbach è vaccinato quattro volte ma il Ministero federale della salute, anziché ammettere il clamoroso fallimento di questa campagna vaccinale , afferma: “Questo dimostra che con la variante altamente contagiosa Omicron, l’infezione non può essere completamente esclusa, anche con estrema cautela”. Verrebbe da ridere.

Lauterbach chiede quindi ancora a tutti “di comportarsi con prudenza e di garantire un’adeguata protezione vaccinale affinché si possano prevenire il più possibile infezioni e gravi decorsi”.

A questo si aggiunge che mercoledì, Lauterbach ha presentato insieme al ministro della Giustizia Marco Buschmann (FDP) la prevista revisione della legge sulla protezione dalle infezioni .

L’accordo prevede essenzialmente un aggiornamento delle misure di protezione esistenti a livello federale, come l’obbligo di indossare ancora inutili e dannose mascherine sui voli e sui treni a lunga percorrenza, ma anche ampliate opzioni per gli stati federali, in particolare per poter imporre le mascherine al chiuso.

Questo si applicherà da ottobre ai primi di aprile, in un infernale quanto scontato loop ormai troppo familiare.

“Avremo molti casi”, ma non così mortali come con la variante delta del coronavirus , ha detto Lauterbach, guardando al futuro. Le “misure di protezione” saranno connesse a una nuova “campagna di vaccinazione con nuovi vaccini”, che sarà disponibile da settembre e ha anche lo scopo di fornire una migliore protezione contro le infezioni con la variante omicron del coronavirus.

Tradotto: tornerà il passaporto vaccinale per i vaccini aggiornati.

Che farsa.

Fonte

eVenti Avversi

Read Previous

Prof.ssa Gismondo su “Il Fatto Quotidiano”: “La quarta dose ai fragili non responder è inefficace e pericolosa”

Read Next

La strage dell’estate 2022 continua senza sosta. Sono più di 15 le vittime di MORTE IMPROVVISA nelle ultime ore. L’età media cala: ventenni e trentenni, il più giovane un ragazzino di 16 anni