• Giugno 22, 2024

La FDA avverte che la raccomandazione della Casa Bianca di sottoporsi contemporaneamente al richiamo C-19 e all’antinfluenzale può aumentare il rischio di ictus

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


Dopo tre anni di pandemia, sembra che i “teorici della cospirazione” e i “no vax” avessero di nuovo ragione.

La scorsa settimana, un piccolo studio ufficiale ha rivelato che ricevere contemporaneamente il vaccino antinfluenzale e il richiamo bivalente Covid di Pfizer può aumentare il rischio di ictus.

Nel dicembre 2022, l’FDA ha ammesso che il vaccino COVID-19 di Pfizer è stato collegato alla coagulazione del sangue in persone anziane sulla base dei risultati di uno dei più grandi studi condotti su persone anziane di 65 anni e oltre.

Nel gennaio 2023, il CDC e la FDA hanno annunciato l’intenzione di indagare sul legame tra il richiamo mRNA COVID-19 di Pfizer e gli ictus ischemici nelle persone di 65 anni e oltre.

In seguito alla disponibilità e all’uso dei vaccini COVID-19 aggiornati (bivalenti), il Vaccine Safety Datalink (VSD) del CDC, un sistema di sorveglianza quasi in tempo reale, ha soddisfatto i criteri statistici per richiedere un’ulteriore indagine sull’esistenza di un problema di sicurezza per l’ictus ischemico nelle persone di età pari o superiore a 65 anni che hanno ricevuto il vaccino COVID-19 bivalente di Pfizer-BioNTech”, ha dichiarato il CDC in un comunicato.

L’indagine a risposta rapida del segnale nel VSD ha sollevato la questione se le persone di 65 anni e più che hanno ricevuto il vaccino COVID-19, bivalente di Pfizer-BioNTech avessero una maggiore probabilità di avere un ictus ischemico nei 21 giorni successivi alla vaccinazione rispetto ai giorni 22-44 successivi alla vaccinazione“, ha continuato il CDC.

Pfizer ha negato queste accuse e ha affermato che non ci sono prove che colleghino gli ictus all’uso dei suoi vaccini COVID-19.

Né Pfizer e BioNTech né il CDC o la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti hanno osservato risultati simili in numerosi altri sistemi di monitoraggio negli Stati Uniti e a livello globale e non ci sono prove per concludere che l’ictus ischemico sia associato all’uso dei vaccini COVID-19 delle aziende“, ha affermato Pfizer, secondo quanto riportato da Reuters.

Secondo l’FDA, la maggior parte dei pazienti che hanno sviluppato l’ictus avevano ricevuto anche il vaccino antinfluenzale nello stesso giorno, il che potrebbe essere un fattore determinante, secondo il Daily Mail.

Ricordiamo che il Dr. Ashish Jha, coordinatore della risposta al coronavirus della Casa Bianca, ha nuovamente esortato il pubblico a ricevere sia il vaccino COVID che il vaccino antinfluenzale, aggiungendo: “È per questo che Dio vi ha dato due braccia“.

“… ma ci vorrà l’impegno di tutti noi per far sì che ciò accada. Quindi, per favore, non aspettate. Fate il vaccino COVID. Fate il vaccino antinfluenzale. È per questo che Dio vi ha dato due braccia e una per braccio, se volete. Andate su vaccines.gov e facciamo tutto il possibile per proteggere il popolo americano“, ha detto Jha.

Tuttavia, i dati presentati all’FDA la scorsa settimana da uno studio condotto su anziani che si sono sottoposti contemporaneamente al vaccino antinfluenzale e al richiamo COVID-19 di Pfizer hanno rilevato che tale pratica può aumentare il rischio di ictus.

 Dal Daily Mail:

I funzionari della sanità continuano a raccomandare l’assunzione contemporanea di entrambi i vaccini per il timore che l’esposizione a uno dei due virus possa aumentare il “rischio di ictus”.

Il Dr. Walid Gellad, professore di medicina presso l’Università di Pittsburgh e non coinvolto nell’analisi, ha affermato che la questione richiede ulteriori indagini:“A volte i segnali non sono chiari. Ha senso approfondire la questione, ma non ha senso cambiare la prassi, visti i benefici noti (del richiamo) in questa fascia d’età”.

Il possibile legame tra l’iniezione e l’ictus è stato scoperto nell’ambito di una revisione indipendente della FDA sul vaccino Covid di Pfizer.

I risultati sono stati presentati a una riunione di esperti esterni che consigliano la FDA sulla politica dei vaccini. I revisori dell’FDA hanno condotto una piccola analisi che indica che gli anziani che hanno ricevuto sia il richiamo omicronico di Pfizer sia un vaccino antinfluenzale ad alto dosaggio o adiuvato nello stesso giorno possono avere un rischio maggiore di ictus.

La raccomandazione è stata formulata da un importante gruppo di consulenti dell’FDA, che ha raccomandato di passare l’intera serie di vaccini a dosi di richiamo bivalenti.

Attualmente, una persona che riceve il regime vaccinale originale a due dosi riceverà le dosi di vaccino originali adattate al ceppo di Wuhan, ma la dose bivalente come richiamo.

Il Comitato consultivo per i vaccini e i prodotti biologici correlati, composto da esperti esterni che forniscono consulenza alle autorità di regolamentazione, ha votato 21-0 per estendere il regime originale anche per le dosi bivalenti.

La FDA dovrà ora approvare questa modifica, cosa che probabilmente avverrà nei prossimi giorni.

Anche se avrà un impatto solo sulle persone non ancora vaccinate contro il virus, il cambiamento potrebbe essere un passo fondamentale per rendere il vaccino Covid un’iniezione annuale, come avviene per l’influenza.

SOURCE

Iscriviti alla nostra newsletter

Sostienici

Tutti noi di Eventi Avversi News vogliamo che siate sempre aggiornati. La nostra missione non è solo quella di tenere i riflettori accesi, noi vogliamo fornirvi i migliori contenuti. Se apprezzate il nostro lavoro e volete sostenerci, potete farlo con una libera donazione.


eVenti Avversi

Read Previous

Gates: “Tecnologia superata”. Intanto incassa 15 volte tanto

Read Next

2 febbraio: almeno altri trenta d.ecessi i.mprovvisi e m.alori in Italia nelle ultime ore

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Rilevato

Abbiamo rilevato che utilizzi adblock. Per proseguire la navigazione, per favore, disabilitalo sul nostro sito. Ci aiuta a mantenere i costi del servizio.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock